Uso del cardiofrequenzimetro 2

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: gambacorta, franchino, Doriano, fujiko

Rispondi
linoalderuccio
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 6 feb 2018, 6:59

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da linoalderuccio » 9 feb 2018, 12:25

d1ego ha scritto:Ti conviene metterci mano soltanto dopo aver stimato la tua FCmax. Le formule basate sull'età sono soltanto indicative. Se leggi più indietro nel thread trovi numerosi post su come fare.
Mi puoi dare una mano o un piedeImmagineImmagineImmagine

Inviato dal mio LG-D855 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
d1ego
Aspirante Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 983
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da d1ego » 9 feb 2018, 14:28

Ne trovi tanti. Ho usato la ricerca sul forum :read: e su Google ed ho trovato questi.
Parti da questo post di zeromaratone:
viewtopic.php?f=1&t=46434&p=1803590&hil ... x#p1803857
RunninJO: 800 - 2' recupero - 400 con 100 finale massimale
https://www.orlandopizzolato.com/it/2997.4-FC-max.html
https://www.albanesi.it/arearossa/artic ... assima.htm
Ne ho trovati altri ma il firewall aziendale non mi ci manda, prova tu.

Personalmente credo che il modo più comodo sia fare un allenamento progressivo tipo 3km di riscaldamento, 3km sostenuti ma non da schiattare e poi farsi qualche allungo in leggera salita (quanto lungo dipende da quanto si sale, fai conto un cavalcavia) spingendo al massimo :rambo: e poi scendendo di corsa non lenta. Prendi la FC alla fine della seconda salita e ripeti fino a che non vedi che non sale più o finché non muori. Quella è la tua FCmax. Era, nel caso tu sia morto... :barella:
whybob71
Mezzofondista
Messaggi: 95
Iscritto il: 6 ott 2016, 11:12

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da whybob71 » 22 feb 2018, 18:02

Salve a tutti
47 anni tra un mese, 170 cm x 64 kg, corro con regolarità da un anno e mezzo circa. 3-4 uscite a settimana. Ho fatto la mia prima gara tre settimane fa (mezza maratona, 1h42'29". La mia VR è di un pelo sopra 4.30.
Da un paio di giorni ho iniziato a usare la fascia cardiaca abbinata al mio Garmin.
ieri sera ho fatto le ripetute (7x1000) a 4.15 con recupero di 500 mt di CL.
La frequenza cardiaca è arrivata a 170-175 alla fine di ogni ripetuta. Alla sesta è arrivata a 180. La settima sono riuscito a farla a 4.25, ero esaurito. Appena smetto i 1000 mt la frequenza scende rapidamente a 150. Mano mano che procedo con le ripetute riesco a mantenere il passo ma rallento nella fase di recupero (da 5.30 a 6.30 dopo l'ultima).
Cosa vuol dire tutto questo?
Per fare il test del lattato devo chiedere al medico sportivo?
46 anni, start May 2016, 1.70mx63Kg. Scarpe: Adidas Ultra boost, Saucony Ride 10, Saucony Triumph ISO 3.
P.B. (2018) 1K=3'50" / 5K= 21'32" / 10K= 43'39" / 21K= 1h36"29' (Agropoli 25/3/18)
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Messaggi: 4413
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da zeromaratone » 23 feb 2018, 12:36

nel tuo caso e di tutti gli amatori, fare il test del lattato è del tutto inutile. Hai già la tua VR stimata a 4:30, se scopri che è 4:27 che cosa ti cambia?
L'uso del cardio ti apre un diverso modo di allenarti. E' normale che in una ripetuta lunga e impegnativa come 7x1000
la frequenza arrivi in zona5 e che nelle successive fasi di recupero rimanga più alta man mano che sei alla 5a, 6a etc...
Vedrai che con l'allenamento la situazione migliorerà...
Passatore17: 14h33 2018Londra,Milano
2017Chicago,del riso 2016 Pisa 3:59:15 Berlino, Milano 2015New York,Torino 2014Torino
21k 1:46:48 (SGaudenzio2016)
Il mio libro: preparare maratona da 0
whybob71
Mezzofondista
Messaggi: 95
Iscritto il: 6 ott 2016, 11:12

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da whybob71 » 23 feb 2018, 12:53

ok, grazie mille.
Ma se la mia FC è arrivata a 180 all'ultima ripetuta, posso ritenere che questa sia la mia FCmax? oppure può essere superiore? Non mi è utile sapere quanto è?
46 anni, start May 2016, 1.70mx63Kg. Scarpe: Adidas Ultra boost, Saucony Ride 10, Saucony Triumph ISO 3.
P.B. (2018) 1K=3'50" / 5K= 21'32" / 10K= 43'39" / 21K= 1h36"29' (Agropoli 25/3/18)
Avatar utente
Andybike
Moderatore
Messaggi: 3508
Iscritto il: 12 dic 2015, 12:45
Località: Padova

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Andybike » 23 feb 2018, 14:03

Puoi ritenere fosse la tua FC max se hai dato tutto fino a non averne più. Se avevi ancora fiato forse poteva ancora un po' salire...
Assindustria Sport Padova - SM55

PB
Maratona 3h34'59" 22.04.2018 Padova
Mezza maratona 1h36'30" 17.12.2017 Cittadella PD
30 km 2h29'28" 04.06.2017 Cortina-Dobbiaco
10 km 44'59" 10.09.2017 S. Giorgio d.P. PD

STRAVA_Immagine
FACEBOOK
POLAR FLOW
whybob71
Mezzofondista
Messaggi: 95
Iscritto il: 6 ott 2016, 11:12

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da whybob71 » 23 feb 2018, 14:09

e boh???
cioè...voglio dire...... al momento mi sentivo di non farcela, poi dopo mi sono detto "potevo spingere ancora"...... per questo mi domandavo se fosse utile un test oggettivo :nonzo:
ma se ho capito bene la cosa lascia il tempo che trova: può essere utile monitorare comunque la mia FC durante le varie sedute di allenamento per capire un poco se e come mi adatto nel tempo, utilizzando le rilevazioni non in senso assoluto ma in senso relativo (se ho inteso bene......).
A proposito: la mia FC cardiaca a riposo (appena sveglio) di norma è intorno ai 55 bpm (ammesso che questa info serva a qualcosa......)
46 anni, start May 2016, 1.70mx63Kg. Scarpe: Adidas Ultra boost, Saucony Ride 10, Saucony Triumph ISO 3.
P.B. (2018) 1K=3'50" / 5K= 21'32" / 10K= 43'39" / 21K= 1h36"29' (Agropoli 25/3/18)
Avatar utente
Doriano
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 23795
Iscritto il: 12 gen 2012, 9:22
Località: Milano Turro...ma anche Mantova e l'Emilia

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Doriano » 23 feb 2018, 14:49

ma sì, ma come ha detto zeromaratone, se anche scoprissi che è 183 (probabile) cosa cambia? nulla, anche nel caso in cui tu ti alleni con le fasce cardiache: se devi correre al 70%, che tu lo calcoli su 180 o 183 è cosa irrilevante...
pensa che io ho fatto quasi 13 mila km di corsa e 50 gare e mica lo so quanto è la mia FC max...
PB:
10k: 43.03 (10k Alpin Cup Parco Nord MI - 15/11/15)
21k: 1.33.22 (Mezza di Novara- 24/1/16)
42k: 3.34.48 (Pisa Marathon - 18/12/16)
whybob71
Mezzofondista
Messaggi: 95
Iscritto il: 6 ott 2016, 11:12

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da whybob71 » 25 feb 2018, 19:59

allora....oggi lungo di 17 km al passo medio di 4.46. Ai primi km sono andato un poco + lento, poi ho aumentato il passo dal 6° (km + lento 5.05, il più veloce 4.36). La mia FC media è stata di 169 bpm con una punta massima di 182 mpb nella parte finale. il 60% dell'attività è stato in zona 5 (>170 bpm).
Cosa mi dovrebbero dire questi valori?
46 anni, start May 2016, 1.70mx63Kg. Scarpe: Adidas Ultra boost, Saucony Ride 10, Saucony Triumph ISO 3.
P.B. (2018) 1K=3'50" / 5K= 21'32" / 10K= 43'39" / 21K= 1h36"29' (Agropoli 25/3/18)
alessiotst
Novellino
Messaggi: 12
Iscritto il: 3 mar 2018, 22:39

Stanchezza e cuore che sale (deriva cardiocircolatoria?)

Messaggio da alessiotst » 3 mar 2018, 23:12

Mi capita ogni tanto di correre ad es. a 5.15/5.20 con battiti costanti intorno ai 165-170 dopodiché inizio a sentire sempre più fatica e vedo il cuore salire anche oltre i 180, e senza aumentare il passo. Mi succede (per fortuna non sempre) dopo i 10/12 km ed una volta in particolare ho dovuto fermarmi e tornare a casa camminando da quanto ero spompo.

Dall'esperienza di quando andavo in bici la sensazione è che si tratti di "gambe vuote" , crisi di fame, glicogeno finito o come lo vogliamo chiamare. la prossima volta proverò a mangiare un po' di marmellata intorno al 10° km per vedere se le cose migliorano.

Probabilmente tengo un ritmo troppo alto rispetto all'allenamento che ho ed in contemporanea perdo probabilmente efficienza nella respirazione, da qui l'aumento della FC.

Che ne pensate?
Ultima modifica di alessiotst il 30 apr 2018, 18:48, modificato 1 volta in totale.
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”