alternative al running esterno

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: Doriano, fujiko, franchino, gambacorta

Rispondi
ispanico
Novellino
Messaggi: 11
Iscritto il: 16 dic 2015, 15:44

alternative al running esterno

Messaggio da ispanico » 16 dic 2015, 16:26

Cari amici, io corro quasi tutti i giorni al mattino, appena sveglio, facendo sessioni da 6 a 10 km, nessuna finalità agonistica ma corro semplicemente per star bene e perchè mi piace farlo :D

Purtroppo da qualche settimana, a causa di un brutto raffreddore con sintomi molto fastidiosi che non accennavano a passare, son dovuto andare dall’otorino che mi ha prescritto, oltre le cure con i farmaci, anche di evitare le cause di irritazione per le mucose nasali, che nel mio caso sono sicuramente riconducibili alla corsa al mattino presto, al freddo gelido dell’alba (dalle parti mie non troppo ma comunque 3° o 4° le temperature delle 06:00 del mattino, quando normalmente uscivo io). Cioè, mi spiego meglio, non mi ha detto di non uscire mai più, ma di evitare almeno per la durata della terapia (15 giorni), poi in teoria potrei riprendere ad uscire se non ho problemi.

Capite bene che non poter uscire al mattino per la corsetta per me è una vera disgrazia, come penso lo sia per molti di voi appassionati, per cui volevo avere un vostro parere per crearmi delle alternative domestiche (15 giorni son lunghi, e poi non me la sento di riattaccare subito.....), che siano in qualche modo paragonabili al running classico in strada. Il tapis roulant è da escludere perché troppo rumoroso, ho provato con la cyclette ma non è appagante, almeno niente a paragone al classico running esterno. Ora sto provando a fare un po’ di corsetta sul poco, per circa 30 minuti, provando ad intensificare la sessione con corsetta a gambe alte, talloni dietro, saltelli vari, ecc…Ora ho acquistato anche una corda per saltare (mi arriverà a giorni), magari integrando anche con questa riesco a creare l’effetto “stanchezza” simile a running. Avete qualche dritta da darmi?

Inoltre, una volta terminata la terapia, facendo gli scongiuri ipotizzando che sia tutto ok, come mi conviene coprirmi per poter riprendere ad uscire? Poiché il mio punto debole alla fine è sempre il naso, che ne pensate di uscire con un passamontagna specifico? Ho visto che ne hanno anche da Decathlon per esempio per ciclisti.
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Utente donatore
Messaggi: 4891
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: alternative al running esterno

Messaggio da zeromaratone » 16 dic 2015, 17:44

sciocchezze... correre all'aria aperta fortifica il fisico e lo spirito :D
al limite acquisti una bandana (su RG si chiama mantalla) e ti copri la bocca 8)

oggi 5 gradi a Torino, io in maglietta a maniche corte, Skins al ginocchio e pantaloncini. Bandana per proteggere il collo come unico orpello.
Incontro uno (che non faceva jogging) con manica lunga, cappello in testa, calzamaglia fino ai piedi, guanti e k-way smanicato (per fortuna smanicato).

:D :D
Dal 2014:13 maratone Tokyo,Londra,Chicago, Berlino,New York, PB:Pisa18 3:58:42,+1 ultra;
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/yagnjave +Da 0 a 42: Preparare prima maratona https://tinyurl.com/ycn2sljz
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8319
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: alternative al running esterno

Messaggio da davide1977 » 16 dic 2015, 18:18

Primo consiglio :D : Riposa .Qualche gg fermo potrebbero aiutarti a smaltire piu velocemente l'influenza
Secondo per la ripresa ,quotando @ZeroM :thumleft: , http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=1&t=39979
ispanico
Novellino
Messaggi: 11
Iscritto il: 16 dic 2015, 15:44

Re: alternative al running esterno

Messaggio da ispanico » 17 dic 2015, 9:07

Ok....è che ho l'impressione che più che la gola il mio punto debole siano proprio le vie aeree superiori, forse inspirare aria gelida col naso mi provoca infiammazione e i successivi sintomi....in effetti ora sto notando una cosa: anche in condizioni di normalità, zero raffreddore, nessun problema ecc..., comunque durante la mia sessione espello moltissimo muco :emb: , tanto che ogni giorno porto sempre con me anche un fazzoletto da naso che infilo nella tasca della felpa :emb: Lo dò talmente per scontato che non ci faccio caso, ma probabilmente è un piccolo disturbo che dovrei cercare di risolvere . Cosa ne pensi del passamontagna tipo da ciclisti? Ho acquistato questo:
https://www.decathlon.it/passamontagna- ... 81392.html
non l'ho ancora collaudato, per cui non so se ho speso bene questi 9,95€ :D
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8319
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: alternative al running esterno

Messaggio da davide1977 » 17 dic 2015, 18:54

Io schiatterei di caldo con quello :wacko: ma provalo,e se ti trovi bene ,perchè no ? :thumleft:
ispanico
Novellino
Messaggi: 11
Iscritto il: 16 dic 2015, 15:44

corsetta all'alba e sintomi influenza

Messaggio da ispanico » 3 giu 2019, 17:57

Cari amici, a causa di una brutta influenza i cui sintomi non accennano a diminuire, mi vedo costretto a rinunciare alla corsetta del mattino, per via dell'umidità che non fa bene alle vie respiratorie. Ho provato a correre col passamontagna, ma non ce la faccio, non riesco a respirare.

Ho pensato allora di fare attività cardio indoor: stamattina per esempio ho fatto 40 minuti di fila di corsetta sul posto calciata dietro, su un tappetino insonorizzante, perchè fare solo corsetta sul posto, senza tecniche particolari, era troppo blando e non mi appagava. Ho provato nei giorni scorsi anche la cyclettte ma non mi ha appagato. Il mio problema, vi sembrerà strano, è che ho l'intestino pigro e la motilità intestinale è favorita solo dal ritmo della corsetta: in assenza di questa, ormai ho constatato che l'intestino lavoro molto peggio rispetto a quando corro, e questo comporta dei fastidiosi sintomi di gonfiore che mi porto appresso tutto il giorno.

A parer vostro la corsa calciata dietro protratta per così tanto tempo (nel mio caso 40 minuti), può essere dannosa per i tendini delle ginocchia? Che alternative posso valutare se la corsa calciata non va bene? Saltelli sul posto? Saltare con la corda?
Avatar utente
Doriano
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 24030
Iscritto il: 12 gen 2012, 9:22
Località: Milano Turro...ma anche Mantova e l'Emilia

Re: corsetta all'alba e sintomi influenza

Messaggio da Doriano » 4 giu 2019, 15:07

non saprei risponderti nello specifico, ma quello che mi chiedo è perchè ti presti a fare 40 minuti di attività indoor e non invece una corsetta all'esterno; parli di umidità, e comprendo, ma credo sia una situazione superabile
PB:
10k: 43.03 (Alpin Cup 2015)
21k: 1.33.22 (Novara 2016)
42k: 3.34.48 (Pisa Marathon 2016)

fai correre anche tu il porcellino :pig: di Running Forum, scopri qui come! www.runningforum.it/viewtopic.php?f=102&t=46765
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”