Il metodo Albanesi

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: Doriano, fujiko, franchino, gambacorta

Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 8433
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da maarco72 » 26 gen 2019, 10:53

no no tranquillo non.ho frainteso :thumleft:
:beer: :beer: :batman:
Avatar utente
pippotek
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2869
Iscritto il: 3 dic 2014, 19:20
Località: Torino
Contatta:

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da pippotek » 26 gen 2019, 13:01

Pablo70 ha scritto:
25 gen 2019, 23:05
… da non confondere con il lento rigenerante che deve essere corso anche senza GPS …
Quoto a mia volta Pablo :D grazie per aver citato il rigenerante perché me l'ero dimenticato. :beer:
Albanesi distingue nettamente il fondo lento dal fondo rigenerante ("notate la finezza, rigenerante, non allenante" da "Correre per vivere meglio, ed. tecniche nuove").
È considerato utile per il top ma non tanto per l'amatore, che non fa mai 7 su 7 e ha tempo di rigenerarsi nei giorni in cui non si allena.
Si può essere d'accordo o meno, come su tutto il resto (e su ogni metodo), ma l'alba-pensiero è sostanzialmente questo.

A me ad esempio il rigenerante piace, max 7-8 km e con tratti di cammino. Poiché è una seduta che ha senso solo il giorno dopo un allenamento di qualità, è un modo per testare la natura dei doloretti, con un po' di esperienza si riescono a distinguere quelli fisiologici "benefici" da eventuali campanelli d'allarme che possono aiutarci a prevenire o anche gestire problemi più noiosi, specie se trascurati.
Inoltre muovendo le gambe si favorisce la circolazione del sangue, che è sostanzialmente il modo con cui il nostro corpo rimuove le schifezze e rintuzza le infiammazioni.
10k 40'06" TuttaDritta 2017
21k 1h30'18" Mezza di Varenne 2019
42k 3h18'39" Turin Marathon 2018
____________________________________
My ukulele channel:
https://www.youtube.com/channel/UCmBw_v ... tZYVdqX4Iw
Avatar utente
riccardoyaya
Guru
Messaggi: 2253
Iscritto il: 25 feb 2014, 17:26

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da riccardoyaya » 27 gen 2019, 8:22

@Pablo70 non ho capito a che allenamento o a che cardine di Massini ti riferisci, lui per es. Il giorno dopo un Lungo mette un DA (Day After) cioè un allenamento di fondo lento da circa 12km (in questo caso +90" rispetto VR) con all'interno delle variazioni da 100/200m a ritmo mezza, allenamento molto sensato!

Cmq una piccola critica mia ad Albanesi, se il programma è rivolto ad un amatore ai primi approcci alla maratona non vedo il senso del lungo bigiornaliero, cioè già che un amatore fa meno che un pro a questo punto piuttosto metterei un altro lungo da 32..34 con una qualifica finale.

Per i lenti io la penso così, cioè a me non interessa il ritmo del lento, mi sento bene vado un pelo di più, sono stanco.. ho lavorato molto in giornata, oppure non ho ancora smaltito la qualità dei giorni prima vado anche a 5.20 con VR3.30....
Il lento è un mezzo per mettere km. nelle gambe che devono essere di supporto, base e recupero agli allenamenti impegnativi. In questo modo se ti gestisci bene arrivi da un giorno di qualità all'altro con km nelle gambe, senza assilli cronometrici, riposato e pronto a spaccare di nuovo... Almeno io la vedo così :D
10'000.. 34'58" 10'000 Viadagola (10/02/2019) FIDAL
Mezza.. 1h18’52'' Ferrara Half Marathon (30/09/2018) FIDAL
Mezza.. 1h18'39'' Pescara Half Marathon D'Annunziana (21/10/2018) UISP
Maratona.. 2h45'01'' Verdi Marathon (24/02/2019) FIDAL
Avatar utente
Pablo70
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1437
Iscritto il: 10 nov 2012, 21:13
Località: Imola (Bo)

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da Pablo70 » 27 gen 2019, 9:55

Ciao Riccardo,
mi riferisco alla citazione che fa Massini nel numero di Gennaio di Runnerworld:

https://www.runnersworld.it/fast-run-al ... p-carousel
esattamente al punto 3 (a cosa serve), mi sembra di capire lo metta dopo il day after.
Come la pensi tu sui lenti è sensatissimo ed è quello che l'allenatore della mia società fa fare agli agonisti allievi, la chiama corsa cardio in pratica il passo viene determinato dalla Fc e non supera i 12 km.
Lo adotto anche io a volte lontano da una preparazione specifica oppure nella settimana di scarico, notai nelle sedute dopo di allenamento un "adagiamento" su ritmi comodi e la Fc tende ad alzarsi.
Pablo
MP (Mejor Personal )
5k 0:20:18 (Pista Imola 2014) - 10k 0:41:54 (Lugo (Ra) 2018) - 21k 1:28:57 (Castelmaggiore (Bo) 2018) - 42k 3:42:42 (Firenze 2015) - Sarnico Lovere '19 1:58:39


:beer: Immagine :beer:
Avatar utente
Nico82
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2203
Iscritto il: 7 nov 2011, 11:27
Località: Hitchin (UK)

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da Nico82 » 28 gen 2019, 15:18

Doriano ha scritto:
24 gen 2019, 23:18

(ciao Nico!)
(ciao Doriano!!)

Io comunque il lento troppo veloce ci provo ma faccio fatica a farlo, saro' io che sono una pippa...e corro solo 3 volte a settimane per question familiari (due figli fra l'anno e mezzo e i 5 in giro per casa...). La mia VR e' circa 4'15'' (basata su gara da 10 km fatta 3 mesi fa, simpaticamente ondulata), e correre a VR = 50" il martedi' alle 6 del mattino io ci provo ma non ci riesco. Sara' che a quell'ora sono un tronco, ma quando corro a VR = 60" mi sento piu' che soddisfatto. Poi i LL li faccio bello spedito, ma forse e' solo che 1) di solito parto fra le 7 e le 8, 2) sono 'psicologicamente' piu' motivato e 3) ho piu' tempo per carburare.

La CL e' il martedi, i lunghi o CLS (Pizzolato dixit) sono la domenica, e io comunque preferisco un LL o una CLS piu' brillante che una CL troppo veloce se poi gli allenamneti chiave sono troppo una passeggiata. Cioe' fare un LL a VR + 50"-60" mi sembra insensate considerato che il ritmo maratona dovrebbe essere 30"-40" piu' lento della VR (e 40" e' un limite negativo).
PB:
10 km: 39:01 (In Gir A La Cava 24/11/13)
21.097 km: 01:28:39 (Via Francigena HM 20/05/12)
30 km: 02:17:50 (Cortina-Dobbiaco 02/06/13)
42.195 km: 3:18:16 (Maratona di Padova 27/04/14)


"The world is a stage where we all can play!"
Avatar utente
pippotek
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2869
Iscritto il: 3 dic 2014, 19:20
Località: Torino
Contatta:

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da pippotek » 28 gen 2019, 16:26

Dipende un po' a seconda delle caratteristiche di ognuno. Al nostro livello credo sia molto teorico stabilire un ritmo maratona partendo dal RG sui 10 km.
Meglio fare una 21 e moltiplicare x 2,2. Tanto chi vuole correre la maratona, dalla mezza ci deve passare.

Per i FL, con VR+ 60" sei in albania (da +30" a + 60"), mentre Pizzolato e Massini (e altri) ti striglierebbero con il loro +45"/50".
Alle 6 del mattino +60" va benone, cara grazia, anzi, probabilmente rientri in quella casistica (freddo polare, caldo torrido, locuste…) in cui scatta il bonus +10"
10k 40'06" TuttaDritta 2017
21k 1h30'18" Mezza di Varenne 2019
42k 3h18'39" Turin Marathon 2018
____________________________________
My ukulele channel:
https://www.youtube.com/channel/UCmBw_v ... tZYVdqX4Iw
Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 8433
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da maarco72 » 28 gen 2019, 16:30

io già 1' dal vr sono in.crisi :smoked: ma soprattutto nella cl non ho ritmo,non mi interessa devo andare a sensazione non con paturnie da ritmo....tanto so già che veloce non vado,il più delle volte vedo media..quando ho finito
:beer: :beer: :batman:
Avatar utente
Nico82
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2203
Iscritto il: 7 nov 2011, 11:27
Località: Hitchin (UK)

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da Nico82 » 28 gen 2019, 17:23

ma infatti io quando corro la CL di solito manco lo gaurdo il GPS (tanto col buio che c'e'...), e quando vedo che sono un bradipo imbarazzante non me ne faccio un cruccio, soprattutto se le ripetute o i LL/CLS vengono con dei ritmi decenti.

@pippotek: io fatto i conti che se moltiplico la media delle mie ultime 3 mezze (circa 93 minuti) per 2.2 esce qualcosa come 3:25 di tempo. Se consideri che di quelle 3 mezze due sono state fatte su percorso molto ondulato si puo' serenamente dire che 92' e' una stima migliore, che mi da' un teorico di 3:22 o giu' di li'. Che implica qualcosa tipo 4:45 di passo o simili. Ieri ne ho fatti 15 di km a 4:45 ed ok che il percorso era mosso, per meta' fangoso, pero' francamente forse in gara ne corro 30 e poi mi pianto (non un muro eh: mi fermo proprio tipo che ho dato tutto). Il ritmo gara su cui mi sto cercando di allenare e 4'55'' - 5', con 3 allenamenti non voglio puntare troppo in alto :)
PB:
10 km: 39:01 (In Gir A La Cava 24/11/13)
21.097 km: 01:28:39 (Via Francigena HM 20/05/12)
30 km: 02:17:50 (Cortina-Dobbiaco 02/06/13)
42.195 km: 3:18:16 (Maratona di Padova 27/04/14)


"The world is a stage where we all can play!"
Avatar utente
Doriano
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 24019
Iscritto il: 12 gen 2012, 9:22
Località: Milano Turro...ma anche Mantova e l'Emilia

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da Doriano » 28 gen 2019, 23:08

Pablo70 ha scritto:
24 gen 2019, 23:50
Ciao Doriano come stai?
grande Pablo! ricordo ancora la sverniciata che mi hai dato a Verona!
non c'è male grazie, mi sto riprendendo pian piano.

la formula l'ho capita! :thumleft:
PB:
10k: 43.03 (Alpin Cup 2015)
21k: 1.33.22 (Novara 2016)
42k: 3.34.48 (Pisa Marathon 2016)

fai correre anche tu il porcellino :pig: di Running Forum, scopri qui come! www.runningforum.it/viewtopic.php?f=102&t=46765
Avatar utente
pippotek
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2869
Iscritto il: 3 dic 2014, 19:20
Località: Torino
Contatta:

Re: Il metodo Albanesi

Messaggio da pippotek » 29 gen 2019, 7:33

@Nico, sicuramente bisogna seguire prima le proprie sensazioni e poi qualsiasi metodo. Per me fai benissimo.
Curioso che Albanesi non distingua differenti RG a seconda che ci si alleni 3, 4, 5 o 6 volte alla settimana.
10k 40'06" TuttaDritta 2017
21k 1h30'18" Mezza di Varenne 2019
42k 3h18'39" Turin Marathon 2018
____________________________________
My ukulele channel:
https://www.youtube.com/channel/UCmBw_v ... tZYVdqX4Iw
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”