Piscina [2]

Rinforza il tuo motore con gli sport alternativi

Moderatori: Doriano, fujiko, gambacorta, franchino

Rispondi
Avatar utente
Louis
Ultramaratoneta
Messaggi: 1005
Iscritto il: 1 set 2012, 20:22

Re: Piscina [2]

Messaggio da Louis » 10 lug 2018, 9:23

Ieri sono riuscito a fare una vasca con 11 cicli, ma durante i 2km di ripetute ero ben oltre i valori dell'altro giorno: 14 o addirittura 15, forse di più... non sono certo.
Che sbagli l'ingresso? Eppure non facevo molte bolle quando ho guardato... Che faccia poca presa? Poi c'è il discorso che le gambe quasi non le muovo, quindi può essere che stiano un po' inclinate.

Le ripetute erano 2x (2x200m + 6x100m). I 200m a 4' e i 100m a 2'. Ho recuperato 1' tra le due serie. Quasi tutte le virate fatte.
Ho percorso 3,5km in tutto l'allenamento.

È frustrante pensare che con una tecnica migliore potrei andare molto più forte.
I 100m sparati in 1'20" qualcuno li fa qui dentro? Io sono sicuramente sub 1'30".
Alla fine tutta questa tecnica dovrebbe servirci per andare più forte, no? (non prendetela come sfida/atto di vanità, mi piace confrontarmi con i numeri)
Anche con 1'10" rimaniamo mezze calzette nei contesti che contano. [emoji23]
Uno dei miei sogni è fare 100m sotto il minuto. Chissà se ci riuscirò un giorno... mi ricorderò di questo post? [emoji38]

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk










«My feet are getting tougher, I can run farther every day. I have to trust my body to know what to do.» (Jake Sully, Avatar)

PB | 10k 37'57" 16-07-17 Gara | 15k 59'51" 16-06-12 All. | Mezza 1h27'46" 22-06-12 All.
Avatar utente
El_Gae
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1330
Iscritto il: 20 ago 2014, 13:24
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da El_Gae » 10 lug 2018, 14:54

Guarda, l'ideale sarebbe farsi cronometrare da qualcuno perché per fare un 100 fatto bene, con tuffo e tutto, i secondi che spendi per accendere e spegnere il cronometro rischi che si notino molto (5 secondi minimo, ma direi anche di più, se conti che una partenza dal blocco richiede una sistemazione non compatibile con l'accensione di un cronometro sul polso.
Io con partenza dall'acqua e con cronometro al polso sono sugli 1'35"/1'40". Sono una mezza sega però nel tuffo (faccio veramente schifo) e nella virata con capriola (ne becco una su tre fatta bene). In entrambi i fondamentali non ho palle di mettermi ad impararli come si deve perché, a ben guardare, non ho in previsione gare di nuoto in vasca e quando vado in piscina preferisco nuotare. In sostanza temo che non mi schioderò facilmente da quel tempo lì.
Posso dirti però che una gambata efficace (e perché sia efficace tocca allernarla come si deve) butta giù secondi che è uno spettacolo.
Complimenti perché sub 1'30" è un signor tempo, da amatore che non sia ex agonista. Sub 1', parere mio, siamo su un altro pianeta; tieni presente che ci sono gare master dove nemmeno il primo scende sotto il minuto. Ma se ci riesci fammi sapere che il post te lo ricordo io :beer:
"Quando mi chiedono che tempo prevedo per la gara rispondo sempre che spero ci sia il sole"
https://lafolgorante.wordpress.com/
Avatar utente
Louis
Ultramaratoneta
Messaggi: 1005
Iscritto il: 1 set 2012, 20:22

Re: Piscina [2]

Messaggio da Louis » 10 lug 2018, 15:07

Alla piscina da 50m abbiamo gli orologi con una croce fatta da quattro lancette di colori diversi. Quindi, quando una delle quattro passa dallo zero, parti. All'arrivo basta alzare la testa rapidamente... credo si perdano 2 secondi al max. Comunque, con i master si cronometra, ma non abbiamo mai fatto un 100 tirato in allenamento. In allenamento sui 50m riesco a fare a volte 37-38-39-40s. Tenendo conto di un differenziale di 5s, in gara da riposato, con l'adrenalina, ecc... teoricamente potrei fare 37"+42"=1'19", ma sarebbe il massimo. L'anno prossimo qualche gara dovrei farla, se mi fanno entrare in squadra. ;)

Un 100 tirato per i fatti miei prima o poi lo faccio, ma non nella vasca corta dove mi alleno ora. Per la vasca lunga devo aspettare ottobre quando riapre.

In effetti, non ha senso imparare bene la virata se non fai gare, soprattutto velocità. A volte mi sembra di fare prima aggrappandomi al bordo per forzare l'inversione di marcia, anche se è più faticoso. Con una capriola fatta bene, alla distanza giusta, ti ritrovi con piedi perfettamente posizionati e le gambe piegate con l'angolo giusto. Quindi, puoi spingerti subito e forte facendo poi uno scivolamento decente che ti fa risparmiare forze per qualche secondo prima dello sprint finale.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk





«My feet are getting tougher, I can run farther every day. I have to trust my body to know what to do.» (Jake Sully, Avatar)

PB | 10k 37'57" 16-07-17 Gara | 15k 59'51" 16-06-12 All. | Mezza 1h27'46" 22-06-12 All.
Avatar utente
El_Gae
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1330
Iscritto il: 20 ago 2014, 13:24
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da El_Gae » 10 lug 2018, 15:20

Si, anche dove mi alleno io c'è l'orologio a croce ma è quasi sempre fermo :D
La virata ed il tuffo penso siano fondamentali per fare tempi sulle distanze brevi. Io non è che non so come si fa, se mi concentro la faccio senza problemi. Non è un automatismo e finisco per fare più fatica che a non farla. Probabilmente basterebbero un paio di sedute a provare e riprovare. Ma, appunto, manca la motivazione.
"Quando mi chiedono che tempo prevedo per la gara rispondo sempre che spero ci sia il sole"
https://lafolgorante.wordpress.com/
Avatar utente
Louis
Ultramaratoneta
Messaggi: 1005
Iscritto il: 1 set 2012, 20:22

Re: Piscina [2]

Messaggio da Louis » 10 lug 2018, 15:31

Eh sì, farle sempre ti porta ad affinarle.
Con i master negli scatti si parte con il tuffo... più problematico evitare l'acqua nelle lenti che altro. La virata ti costringi a farla nel fondo sempre e comunque così gli addominali ne escono rinforzati pure per la corsa. Anche i polpacci, mi sa... unisci l'utile al dilettevole. :)

Per l'orologio fate una colletta! [emoji38]

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk


«My feet are getting tougher, I can run farther every day. I have to trust my body to know what to do.» (Jake Sully, Avatar)

PB | 10k 37'57" 16-07-17 Gara | 15k 59'51" 16-06-12 All. | Mezza 1h27'46" 22-06-12 All.
Avatar utente
El_Gae
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1330
Iscritto il: 20 ago 2014, 13:24
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da El_Gae » 13 lug 2018, 16:14

Oggi, complici quel quarto d'ora in più a disposizione, ho fatto 2500 metri. Inizialmente volevo provare a fare i 3000 tutti a stile ma dopo una ventina di vasche mi ero letteralmente rotto le balle e allora ho inframezzato con un dieci vasche tra rana e dorso. La cosa interessante è che nei 750 mt fatti dopo le vasche miste ero bello tonico e mi sentivo scivolare bene, stando sostanzialmente sui tempi dei primi 1500 e garantendo comunque la possibilità di un buon allungo nelle ultime 8 vasche. Mi sono chiesto quanto facciano di riscaldamento i nuotatori che partecipano a gare brevi o medio lunghe (fino ai 1500, per capirci). Non necessariamente agonisti e olimpionici; anche solo qualche master o gara open. Qualcuno lo sa?
"Quando mi chiedono che tempo prevedo per la gara rispondo sempre che spero ci sia il sole"
https://lafolgorante.wordpress.com/
Avatar utente
Louis
Ultramaratoneta
Messaggi: 1005
Iscritto il: 1 set 2012, 20:22

Re: Piscina [2]

Messaggio da Louis » 13 lug 2018, 16:28

Con i master io faccio 1-1.2km di "riscaldamento".

Prime centinaia di metri nuoto a ritmi aerobici, poi tecnica, gambe. Quando si fa velocità, c'è la cosiddetta attivazione che somiglia molto agli allunghi nella corsa.
Penso che nel pre gara le gambe e la tecnica vengano sostituite da altro, non saprei. Poi ci sarebbe il riscaldamento a secco che non ho mai fatto in vita mia.

Anche a me capita di andare a regime dopo 1km di ripetute o più.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk



«My feet are getting tougher, I can run farther every day. I have to trust my body to know what to do.» (Jake Sully, Avatar)

PB | 10k 37'57" 16-07-17 Gara | 15k 59'51" 16-06-12 All. | Mezza 1h27'46" 22-06-12 All.
Avatar utente
bogianen
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 194
Iscritto il: 23 nov 2017, 12:47
Località: Torino

Re: Piscina [2]

Messaggio da bogianen » 13 lug 2018, 17:32

In una sessione di 3000- 3500 m io faccio 5-600 m di riscaldamento, in pratica faccio vasche in scioltezza, infilandoci anche magari 100-200 m rana, non dorso perchè non l'ho mai sopportato.

Da ragazzo (purtroppo alcuni decenni fa) prima dell'allenamento facevamo forse 10 minuti di esercizi a secco di attivazione e mobilità articolare per spalle, addominali e dorsali, e un po' di jumping jacks. Ogni tanto penso che non sbaglierei a farli nemmeno oggi, ma normalmente entro in acqua subito.
Avatar utente
bogianen
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 194
Iscritto il: 23 nov 2017, 12:47
Località: Torino

Re: Piscina [2]

Messaggio da bogianen » 17 lug 2018, 11:09

Restando in tema esercizi fuori dall'acqua, poichè alterne vicende mi impediranno di nuotare più di una volta, forse due nei prossimi 10 gg, ho cercato un po' di esercizi "a secco".

Questi con la palla non sono male
https://www.active.com/triathlon/articl ... g-strength

Ne faccio anche altri usando la banda elastica, per tricipiti e spalle, soprattutto. Poi si sa, niente è meglio dell'originale, ma in attesa di farmi una nuotata vera, cerco di non arrugginire troppo.
Avatar utente
monzarun
Ultramaratoneta
Messaggi: 1501
Iscritto il: 8 set 2014, 11:00

Re: Piscina [2]

Messaggio da monzarun » 17 lug 2018, 11:17

Ho provato a concentrarmi sui cicli da 15 (nuotando normalmente) a 10-11 scivolando molto, a scapito del tempo ovviamente.
Rispondi

Torna a “Cross Training”