Quando è cross-training e quando no?

Rinforza il tuo motore con gli sport alternativi

Moderatori: fujiko, franchino, Doriano, gambacorta

Avatar utente
Lasombra
Maratoneta
Messaggi: 304
Iscritto il: 20 dic 2011, 21:21
Località: Veneto

Re: Quando è cross-training e quando no?

Messaggio da Lasombra »

Nico82 ha scritto:Ciao compari! :D
La mia non so se è una domanda o cosa. Cioè: leggendo sul forum le storie degli esordienti anche relativamente giovani vedo che molti fanno comunque fatica ad iniziare, cioè ci mettono un pò ad arrivare a correre un'ora di fila. Quando ho iniziato a correre un anno e mezzo fa, pesando ben più di adesso, sono riuscito a correre mezzora e a fare più di 5 km, e in meno di un mese correvo 10 km sui 50 minuti.

Inizialmente pensavo che tutto fosse perché ero un testardone, e mi sfasciavo di fatica piuttosto che fermarmi, e questo mi avevo aiutato a tenere duro quando il fegato urlava di dolore.

Adesso mi è venuto in mente che, ormai da 2 anni abbondanti, mi spupazzo tutti i giorni della settimana (lavorativi) tranne quando piove, ben 24 km o più di bicicletta per andare/tornare dal luogo di lavoro. E tuttora è così. Magari corro la mattina, e poi 12 km per andare in ufficio (45 minuti circa, considerati i semafori e le macchine che mi trovo sul cammino...devo attraversare Milano!!).

La domandona è: ma questo è qualcosa che si può considerare in qualche modo cross-training, oppure assolutamente no? Non per altro, giusto per sapere...mi piacerebbe farmi qualche uscita in bici ogni tanto ma avendo il tempo contato è un pò difficile e sapere che già andando al lavoro sto facendo qualcosa sarebbe bello :D

Se così non fosse, mi attrezzerò...
Beh non sono pochi anche se fatti con l'andatura da passeggiata! A mio avviso l'arrivare prima o dopo a certi traguardi dipende sia dalla forza d'animo, ma anche dalla "storia atletica"
Io faccio ancora fatica a correre per più di 8 km a ritmo costante però da 20 anni di scatti e salti ancora stacco da terra 70 cm. Ho le gambe che sono un fascio di fibre bianche e quindi se prolungo il lavoro oltre la mezz'oretta ne accuso parecchio.
Letale sulle corte distanze!!
Avatar utente
Nico82
Guru
Messaggi: 2244
Iscritto il: 7 nov 2011, 11:27
Località: Hitchin (UK)

Re: Quando è cross-training e quando no?

Messaggio da Nico82 »

Lella ha scritto:Boh guarda... Io appartengo al club di quelli che hanno fatto fatica a fare il test del moribondo, e dopo un mese da che avevo iniziato a correre credo che al massimo facevo 20' di corsa continua. Ma non avevo nessun "background" di sport aerobico, pur essendo normopeso... Giusto facevo pesi in palestra. Credo che possa essere stata la bici! O magari sei particolarmente predisposto! Ma da quanto vai al lavoro pedando? Da novembre voglio iniziare anche io ad andare al lavoro in bici (il percorso, sempre attraversando milano, saranno 9,5km a andare e idem a venire a casa)!!!! Spero che non mi investano :) anzi se ottengo dei risultati anche solo paragonabili ai tuoi che vedo che scrivi, faccio un giro piu' lungo :)
Curiosità: Il pedalare x andare al lavoro non ti stanca x le corse? Intendo, quando magari piove e vai al lavoro in auto o coi mezzi, non sei piu' fresco al lomento di correre?
Curiosita' nr2: che bici hai?
Ciao
Non mi stanca particolarmente, anzi... molte volte corro alla mattina presto quindi non ho problemi, ma le volte che corro la sera dopo la pedalata ho le gambe belle calde! Certo, poi a sera sono un pò cotto, però in fondo ne vale la pena... la mia è una city bike a 6 velocità, semplice semplice. Il vantaggio è che faccio anche potenziamento delle braccia per portarmela a braccio su al 4° piano che se la lascio in cortile sparisce in 5 minuti...
PB:
10 km: 39:01 (In Gir A La Cava 24/11/13)
21.097 km: 01:28:39 (Via Francigena HM 20/05/12)
30 km: 02:17:50 (Cortina-Dobbiaco 02/06/13)
42.195 km: 3:18:16 (Maratona di Padova 27/04/14)


"The world is a stage where we all can play!"
Rispondi

Torna a “Cross Training”