BPM: Running vs Nuoto

Rinforza il tuo motore con gli sport alternativi

Moderatori: fujiko, franchino, Doriano, gambacorta

Rispondi
T-Rez
Novellino
Messaggi: 4
Iscritto il: 6 gen 2013, 17:42

BPM: Running vs Nuoto

Messaggio da T-Rez »

Ciao a tutti,
spero di aver azzeccato la sezione :thumleft:
Seppur sia un forum di running vorrei approfondire questo dilemma con voi:

Per la quale astrale motivo a parità di intensità di sforzo i BPM sono più bassi
nuotando che correndo o facendo altri sport a secco?
Il nuoto, coinvolgendo tutto l'apparato muscolare, non dovrebbe sfruttare maggiormente il sistema cardio-circolatorio, ergo avere BPM più alti nell'esecuzione?
Potremmo prendere in considerazione anche la gravità, la posizione orizzontale, il cambio repentino di temperatura a contatto con l'acqua.

Credete che alternare la corsa con sedute di nuoto, oltre che essere obbiettivamente salutare, apporti migliorie al fiato?

Mi devo preparare per un concorso militare, e al momento sto effettuando 3days corsa+ 2 nuoto + 1 bar training.
A me interessa la resistenza e il fiato. IMC è ottimo, 174 x 75 Kg.
Supinatore.
Scarpe sto usando delle kalenji 200 da trial, sull'asfalto :rambo: :rambo: ehehhe
Spero nelle cumulus a breve, money permettendo! Anche mizuno mi piace molto.

Grazie a chi mi aiuterà :)
Dany79

Re: BPM: Running vs Nuoto

Messaggio da Dany79 »

T-Rez ha scritto:Ciao a tutti,
spero di aver azzeccato la sezione :thumleft:
Seppur sia un forum di running vorrei approfondire questo dilemma con voi:
no la sezione giusta è cross training
T-Rez ha scritto: Per la quale astrale motivo a parità di intensità di sforzo i BPM sono più bassi
nuotando che correndo o facendo altri sport a secco?
[/quote]

hai fatto misurazioni scentifiche a riguardo?

T-Rez ha scritto: Il nuoto, coinvolgendo tutto l'apparato muscolare, non dovrebbe sfruttare maggiormente il sistema cardio-circolatorio, ergo avere BPM più alti nell'esecuzione?
Potremmo prendere in considerazione anche la gravità, la posizione orizzontale, il cambio repentino di temperatura a contatto con l'acqua.
io credo anche in altre forme di vita intelligenti nello spazio
T-Rez ha scritto: Credete che alternare la corsa con sedute di nuoto, oltre che essere obbiettivamente salutare, apporti migliorie al fiato?
dipende che cosa devi fare, qual'è il tuo obiettivo sportivo
T-Rez ha scritto: Mi devo preparare per un concorso militare, e al momento sto effettuando 3days corsa+ 2 nuoto + 1 bar training.
A me interessa la resistenza e il fiato. IMC è ottimo, 174 x 75 Kg.
Supinatore.
Scarpe sto usando delle kalenji 200 da trial, sull'asfalto :rambo: :rambo: ehehhe
Spero nelle cumulus a breve, money permettendo! Anche mizuno mi piace molto.

Grazie a chi mi aiuterà :)
se devi fare solo il test sulla corsa lascerei perdere il nuoto e correrei solamente, ora non so in cosa consiste di specifico il test, ma se nuoti per migliorare la corsa, corri e basta

per la scarpa mi farei consigliare da qualcuno in qualche negozio che ci capisca qualcosa, cia cia
Avatar utente
ChippZ
Top Runner
Messaggi: 6187
Iscritto il: 9 dic 2011, 17:23
Località: Vignate - Milano

Re: BPM: Running vs Nuoto

Messaggio da ChippZ »

Ciao! Le variabili sono innumerevoli. Come fai a capire che una certa intensità di sforzo nuotando corrisponde ad una certa intensità di corsa?
Magari le differenze stanno anche nel fatto che nel nuoto si è sostenuti dall'acqua , mentre nella corsa è tutto un moto che non si può fermare.

Inoltre dipende da quanto si sono praticati questi sport e ancora una volta vedere come valutare le due intensità di sforzo. Metti caso di un corridore esperto (con molti anni di corse) , riesce a correre ad una velocità sostenuta senza far troppa fatica. Però magari lo stesso non è allenato abbastanza nel nuoto e per fare due bracciate fa una fatica incredibile.

Queste sono solo mie opinioni , però posso dirti che la corsa aiuta nel nuoto ed il nuoto può aiutare nella corsa. Quindi potresti ricevere migliorie praticando entrambi gli sport. Però se il tuo obiettivo è eseguire un test di corsa , allora ti consiglio di correre e basta. Magari usando il nuoto come "relax o scarico".

Se invece vuoi puntare ad altro , allora come già detto entrambi possono aiutarsi a vicenda.

Buona fortuna, Ciao!
Il mio nuovo blog, raccolta di interviste di atletica: https://paroledicorsa.blogspot.it/
800m = 2':16" 2017
1.5km = 4':43" 2014
3km = 10':22" 2014
5km = 17':39" 2014
10km = 37':40" 2014
Mezza = 1h:26':27" 2015
T-Rez
Novellino
Messaggi: 4
Iscritto il: 6 gen 2013, 17:42

Re: BPM: Running vs Nuoto

Messaggio da T-Rez »

T-Rez ha scritto: Per la quale astrale motivo a parità di intensità di sforzo i BPM sono più bassi
nuotando che correndo o facendo altri sport a secco?
hai fatto misurazioni scentifiche a riguardo?
Ho provato personalmente, ma anche su internet si trova qualcosa.
T-Rez ha scritto: Il nuoto, coinvolgendo tutto l'apparato muscolare, non dovrebbe sfruttare maggiormente il sistema cardio-circolatorio, ergo avere BPM più alti nell'esecuzione?
Potremmo prendere in considerazione anche la gravità, la posizione orizzontale, il cambio repentino di temperatura a contatto con l'acqua.
io credo anche in altre forme di vita intelligenti nello spazio

:smoked: E qui mi duole ravvisarla che commette un evidente errore. Ho solo la prova empirica, non scientifica di questo!
T-Rez ha scritto: Credete che alternare la corsa con sedute di nuoto, oltre che essere obbiettivamente salutare, apporti migliorie al fiato?
dipende che cosa devi fare, qual'è il tuo obiettivo sportivo

L'obbiettivo concorsuale, non mi spaventa. 1000 m in 3'50 circa. però per ogni sec in -, +0.20 di punteggio.
Sinceramente ho un obbiettivo ben superiore di uno concorsuale. Arrivare a un ottima forma fisica.
T-Rez ha scritto: Mi devo preparare per un concorso militare, e al momento sto effettuando 3days corsa+ 2 nuoto + 1 bar training.
A me interessa la resistenza e il fiato. IMC è ottimo, 174 x 75 Kg.
Supinatore.
Scarpe sto usando delle kalenji 200 da trial, sull'asfalto :rambo: :rambo: ehehhe
Spero nelle cumulus a breve, money permettendo! Anche mizuno mi piace molto.

Grazie a chi mi aiuterà :)
se devi fare solo il test sulla corsa lascerei perdere il nuoto e correrei solamente, ora non so in cosa consiste di specifico il test, ma se nuoti per migliorare la corsa, corri e basta
sto facendo il corso di Salvamento con la SNS, ergo mi necessita! :rambo:

per la scarpa mi farei consigliare da qualcuno in qualche negozio che ci capisca qualcosa, cia cia[/quote]

Vedrò, grazie mille!
Dany79

Re: BPM: Running vs Nuoto

Messaggio da Dany79 »

quello che hai trovato su internet lascia il tempo che trova, bpm del nuoto e corsa come l'hai tu posto è a dir poco semplicistico e approssimativo.

Il corso di salvamento rientra nel test militare? Non capisco, io purtroppo essendo ignorante non so se il test preveda il salvamento di cui tu parli, in caso negativo confermo il mio pensiero sull'inutilità del nuoto per prepararti al test.

Cia cia
_Roberto_
Mezzofondista
Messaggi: 56
Iscritto il: 8 apr 2012, 0:06
Località: San Giorgio di Nogaro

Re: BPM: Running vs Nuoto

Messaggio da _Roberto_ »

T-Rez ha scritto:Ciao a tutti,
spero di aver azzeccato la sezione :thumleft:
Seppur sia un forum di running vorrei approfondire questo dilemma con voi:

Per la quale astrale motivo a parità di intensità di sforzo i BPM sono più bassi
nuotando che correndo o facendo altri sport a secco?
Il nuoto, coinvolgendo tutto l'apparato muscolare, non dovrebbe sfruttare maggiormente il sistema cardio-circolatorio, ergo avere BPM più alti nell'esecuzione?
Nuoto e corsa sono diversi in molte cose.
E' vero che il nuoto coinvolge tutto l'apparato muscolare, ma 3 stili su 4 coinvolgono sopratutto la parte superiore del corpo, che ha muscoli molto più piccoli di quelli che vengono coinvolti dalla corsa: questi ultimi sono molto più affamati di ossigeno, richiedono un maggiore afflusso di sangue e quindi un maggiore lavoro da parte del cuore. Per questo motivo la corsa tendenzilamente genera un ritmo cardiaco più veloce rispetto al nuoto.
Considera che più ti alleni a nuoto, più i muscoli della parte superiore del corpo si rafforzano, quindi aumenta la loro richiesta d'ossigeno e la loro capacità di mettere sotto stress il cuore.
Poi c'è anche il discorso della tecnica: se non riesci a mettere forza in acqua oppure se la respirazione è difficoltosa, difficilmente riuscirai ad avere un ritmo cardiaco elevato.
Questo è valido in linea generale: per un nuotatore agonista potrebbe valere il contrario.
Credete che alternare la corsa con sedute di nuoto, oltre che essere obbiettivamente salutare, apporti migliorie al fiato?
Secondo me la cosa migliore per allenare il fiato è la corsa. Oppure, in generale, attività che coinvolgano in modo gravoso il maggior numero possibile di gruppi muscolari, a partire da quelli più grossi. Quindi va bene anche ciclismo (coinvolge solo le gambe, ma in modo molto impegnativo) o il remoergometro (coinvolge sia busto che gambe in modo impegnativo).
Poi chiaramente tutto aiuta ed un allenamento in più di nuoto è senz'altro più utile di starsene seduti a casa...
Rispondi

Torna a “Cross Training”