[DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, Andybike, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
stella66
Aspirante Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 962
Iscritto il: 8 apr 2014, 11:48

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da stella66 » 28 set 2017, 15:58

A questo punto. ..albicocche x tutti!
A dir la verità le mangio quando vado in montagna a camminare insieme alla frutta secca, ma non ho mai provato a prenderle quando corro, ci proverò!
Avatar utente
piccio
Guru
Utente donatore
Messaggi: 3005
Iscritto il: 7 feb 2012, 22:49
Località: Modena

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da piccio » 5 ott 2017, 10:49

...ma ora che le albicocche sono finite che facciamo??
van bene anche quelle secche?
5 km: 22.45-TRI Sprint Rimini 07/05/16
10 km: 46.11 - Soliera 10k 23/10/16
HM: 1.38.12 Soliera 23/10/16
14 HM, 8 TRI sprint, 7 olimpici, 1 duathlon
70.3 Pescara 2016

32k Parma
Maratonina di Cremona 2018 #885
Avatar utente
Miro 69
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 13341
Iscritto il: 15 nov 2010, 11:12
Località: Fidenza (PR)

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Miro 69 » 5 ott 2017, 13:50

21,097 Km -1h56'07"- Garda Trentino HM 2013
29 Km -2h57'18"- Corsa del Principe 2017
42,195 Km -4h43'13"- XXXIII Firenze Marathon 2016

l'unico tempo che ti dà la felicità è quello che merita di essere vissuto.
Miro


Immagine
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1152
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Pescanoce » 5 ott 2017, 19:38

Devono essere secche, così il loro potere è concentrato!
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1152
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Pescanoce » 9 ott 2017, 17:41

Teniamo aggiornato il diario per registrare anche i momenti di stanca, così la prossima volta che ricapita un periodo simile mi ricorderò che, appunto, può capitare e si supera (lo spero!).
A volte mi domando se non sono fatta di una pasta più moscia rispetto alla media delle persone. In ogni caso le ultime settimane mi stanno mettendo molto alla prova, tra lavoro (per ora ancora full time), corsi serali, ecc. Sabato ho anche partecipato a un bellissimo festival aka convegno, una splendida esperienza ma che ovviamente mi ha chiesto un po’ di lavoro in più. In ogni caso c’è un po’ di stanchezza, fisica e mentale, e subito mi cominciano i bubù: mal di gola, noie digestive... ho rovinato la mia notte convegnosa in relais di lusso :bleargh: per colpa di una bruschetta con patè di olive. Così imparo a fare finta di essere giovane e mangiare nei pub! Il brodino ci vuole!
Corro poco e male. Oggi ho fatto una cinquantina di minuti, 7 km o poco più. Tuttavia credevo che dopo gli ultimi 7 giorni di fuoco non ce l’avrei fatta ad andare a correre, quindi anche ‘sta schifezzuola che mi è uscita oggi è, in un certo senso, tutto grasso che cola. E poi sarebbe stato inutile sforzarmi un sacco, fare la performance della mia vita e poi russare sonoramente stasera a lezione.
Però a volte vedo, qui su instagram e sul forum, persone che hanno ritmi mille volte più impegnativi dei miei e preparano maratone, con velocità che io non terrei nemmeno se fossi inseguita da un serial killer (forse potrei essere così veloce solo se il serial killer fossi io). Perché io invece sono così fighetta :cry: Ovviamente questi paragoni non hanno senso, perché allora perché non paragonarsi ai colleghi che 7 km li fanno forse in 7 mesi e che mi prendono pure un po’ in giro perché sono sempre lì che corro?

Alla fine della fiera, capisco benissimo che ci sono dei periodi più di pausa. Avevo anche messo in conto un mese di cazzeggio dopo tutto l’impegno messo per preparare la mezza. Spero solo che, quando finalmente i miei impegni torneranno più vivibili e adatti alla mia fibra da mollacciona, riesca a recuperare e ritornare al livello di, che ne so, un mese fa.
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
cicciofuser
Maratoneta
Messaggi: 423
Iscritto il: 1 giu 2017, 14:45
Località: Milano

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da cicciofuser » 9 ott 2017, 17:54

Ma tu hai chiuso una mezzamaratona da poco, hai corso per 2 ore ininterrottamente, che paragonato a me meriti una statua solo per la volontà e ti preoccupi per un periodo un pò così ?
Hai raggiunto un obiettivo e ci sta un pò di "relax", soprattutto se gli impegni della vita di tutti i giorni prendono e rubano parecchie energie.
Ripartirai, tranquilla =D> :thumleft:
Adidas Supernova Glide Boost 8
1km: 4:12 - 5km: 24:44 (08/04/2018) - 10km: 50:39 (08/04/2018) - km max: 16
Avatar utente
Miro 69
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 13341
Iscritto il: 15 nov 2010, 11:12
Località: Fidenza (PR)

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Miro 69 » 9 ott 2017, 22:19

Simonaaa ! è un complimento in veneto :-$ :D
Io in giugno causa culo quadrato al lavoro ho mollato completamente, per un mese mi son messo il cuore in pace bon.
Ho ripreso il 1 Luglio in pausa sotto il sole, pareva non avessi mai corso, mi sentivo un pachiderma con l'asma.
Un pachiderma curioso che si chiedeva rantolando : e io dovrei correre la Patatona di Parma il 15/10 ? MMMMUUUUAAAAAAAHHHHH !!!
Domenica sarò alla partenza della ParmaMarathon.
Piano piano il runner inside ha preso il posto del pachiderma e con quelle gradevoli temperature tra Luglio ed Agosto a scarpinare (Luna torna !) fino a chiudere settembre con 200 km.
Ci sono periodi di stanchezza che non vanno sottovalutati, ci si può accontentare di un brodino ogni tanto e starsene un pò sul divano a leggere.
Tanto ormai ci sei dentro , i muscoli hanno memoria, ricordati ! :D
Tu sei ancora giovincella quindi ti riprenderai presto e non ti arrovellare guardando i tempi degli altri, ognuno ha il suo motore, qualcuno ha più tempo di altri per allenarsi, è sempre tutto molto soggettivo.
Certamente se mi fossi messo a farmi delle paranoie per i tempi delle Maratone altrui non sarei riuscito a farne 3, migliorando sempre un pochino, perché anche l'esperienza ha la sua importanza.
Vabbè ascolta, si fa sera...
21,097 Km -1h56'07"- Garda Trentino HM 2013
29 Km -2h57'18"- Corsa del Principe 2017
42,195 Km -4h43'13"- XXXIII Firenze Marathon 2016

l'unico tempo che ti dà la felicità è quello che merita di essere vissuto.
Miro


Immagine
daffi
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 170
Iscritto il: 15 feb 2017, 12:36

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da daffi » 10 ott 2017, 10:08

Ciao Pesca, leggo sempre con piacere il tuo diario...
ma scusa come fai ad avere il dubbio di essere di pasta piu' moscia rispetto alla media delle persone :shock: ?? già il fatto di correre in maniera costante ti mette in una piccolissima minoranza... non so tu, ma tra tutte le amiche/conoscenti che ho, sono l'unica che corre o che fa sport in maniera regolare :pale:, quindi penso che i tuoi risultati siano di tutto rispetto!

le albicocche secche le ho provate solo una volta facendo scialpinismo, non le ho proprio digerite, ieri le ho comprate e ora voglio provare a vedere che effetto fanno con la corsa :mrgreen:
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1152
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Pescanoce » 10 ott 2017, 17:26

Davvero GRAZIE degli incoraggiamenti e dell’aiuto a inquadrare le cose in una prospettiva più ampia. Non siamo fatti (solo) di acciaio, e forse periosi di vacanza anche dai propri hobby possono servire per apprezzarli poi di più. Credo sia capitato un po’ a tutti i runner che conosco che per un periodo di corsa poco o nulla. Anche se so già che un po’ di pachidermume non me lo leva nessuno (lasciamo perdere che quando sono stanca “a volte” mi concedo qualche golosità in più.
E la memoria dei muscoli... credo che i miei si ricordino benissimo il divano, ma proveremo a ricordare loro anche le mezze.
Per la pasta più moscia: mi sembra in generale di stancarmi più facilmente degli altri, che mi sembrano invece sempre sul pezzo nonostante ritmi stressanti. Poi, ovviamente, come si sentano davvero è un altro discorso. Purtroppo, da dopo che sono stata male, sono anche un po’ più fragile: certe porte, ahimè, una volta aperte non si chiudono più del tutto. Ma anche lì, basta conoscersi per evitare il problema.

In ogni caso credo che tutto nasca dal fatto che non ho più comprato albicocche secche, dovrò fare incetta presto.
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
Avatar utente
Miro 69
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 13341
Iscritto il: 15 nov 2010, 11:12
Località: Fidenza (PR)

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Miro 69 » 10 ott 2017, 17:50

basta conoscersi per evitare il problema.
Oh ! Finalmente hai fatto caso alla mia firma ! :D
Io da quando sono stato male ho acquisito consapevolezza, tanto che alla fine di Agosto incontro il mio psyco e gli dico; Doc ! Qui è il caso di alzare le dosi, stà arrivando la tempesta...
Infatti nell'ultimo colloquio ha alzato le mani, se hai bisogno chiama mi ha detto.
Forse non bisognerebbe ridere su certe cose, io invece l'ho sempre fatto, forse perché è un altro modo di vedere le cose.
C'era una volta il 3d "Il bicchiere mezzo pieno" ecco; penso che sarebbe potuta andare molto peggio, invece saltarci fuori mi ha dato forza, gli strumenti per potermi monitorare e sopratutto non aver paura di chiedere aiuto quando se ne ha bisogno.
Beh questo poi mi ha sempre fatto molto ridere.
Lamictal tratta anche il disturbo bipolare.
Le persone con il disturbo bipolare (chiamato anche maniaco depressivo) hanno improvvisi cambiamenti dell'umore estremi, con periodi di mania (eccitazione o euforia) che si alternano a periodi di depressione (profonda tristezza o disperazione). Negli adulti di età pari o superiore a 18 anni, Lamictal può essere utilizzato, da solo o con altri medicinali, per prevenire i periodi di depressione che si presentano nel disturbo bipolare. Non è ancora noto come Lamictal agisca nel cervello per avere questo effetto. :lol:

Bellissimo !
Scusa per i pipponi galattici e forza prima che arrivi la nebbia ! :afraid: :D
21,097 Km -1h56'07"- Garda Trentino HM 2013
29 Km -2h57'18"- Corsa del Principe 2017
42,195 Km -4h43'13"- XXXIII Firenze Marathon 2016

l'unico tempo che ti dà la felicità è quello che merita di essere vissuto.
Miro


Immagine
Rispondi

Torna a “Storie di corsa”