[DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatore: Doriano

Rezael87
Mezzofondista
Messaggi: 101
Iscritto il: 28 apr 2016, 12:55
Località: Lecco

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da Rezael87 »

HeadCleaner ha scritto:Ciao, scusa la curiosità e l'off topic rispetto al forum... è da un pò che vorrei iniziare coi droni ma non so da dove, sapresti darmi qualche consiglio?
Dipende cosa vuoi fare con i droni.. se vuoi solo fare qualche video in posti isolati e sicuramente non in citta puoi comprarne uno, fare una polizza assicurativa per stare tranquillo (non obbligatoria ma caldamente consigliata) e volare.
Io lo uso principalmente in montagna e si riescono a.fare delle belle riprese!

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
Le mie gare: Bellagio Skyrace 16' . Monte Barro Running 17' . ResegUP 17'. Giir Di Mont 17' . Bellagio Skyrace 17' . Gran Trail Orobie 18'
Seguimi su Strava. Davide Colombo
Avatar utente
HeadCleaner
Mezzofondista
Messaggi: 80
Iscritto il: 9 ago 2015, 18:21

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da HeadCleaner »

non serve prendere un patentino? io vorrei usarlo professionalmente (sono un cartografo), ma per iniziare va bene anche in modo amatoriale
Ultima modifica di Andybike il 7 mag 2018, 8:51, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non quotare il messaggio immediatamente precedente
Rezael87
Mezzofondista
Messaggi: 101
Iscritto il: 28 apr 2016, 12:55
Località: Lecco

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da Rezael87 »

Ecco appunto.. se lo usi in modo professionale serve patentino, anche se è tutto in via di sviluppo e dal 2018 entreranno in vigore le nuove normative europee, quindi ti consiglio di attendere quelle prima di fare qualunque cosa..
Per l uso amatoriale non serve patentino ma ci sono dei limiti esempio distanza massima, drone sempre a vista etc etc. Tutte cose per cui dovrebbe bastare il buon senso.. ovviamente è vietato volate sopra a persone e città.
Ultima modifica di Andybike il 7 mag 2018, 8:51, modificato 1 volta in totale.
Le mie gare: Bellagio Skyrace 16' . Monte Barro Running 17' . ResegUP 17'. Giir Di Mont 17' . Bellagio Skyrace 17' . Gran Trail Orobie 18'
Seguimi su Strava. Davide Colombo
Avatar utente
HeadCleaner
Mezzofondista
Messaggi: 80
Iscritto il: 9 ago 2015, 18:21

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da HeadCleaner »

grazie mille! quindi come "allenamento" diciamo che posso iniziare così. Qualche parere su modelli da tenere in considerazione/evitare? Vorrei anche non comprare un drone molto costoso, almeno all'inizio, per evitare che in caso di schianto del suddetto seguisse uno schianto della carta di credito
Ultima modifica di Andybike il 7 mag 2018, 8:51, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Non quotare il messaggio immediatamente precedente
Rezael87
Mezzofondista
Messaggi: 101
Iscritto il: 28 apr 2016, 12:55
Località: Lecco

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da Rezael87 »

Dipende sempre da cosa cerchi da un drone, se vuoi riprese di qualità e magari in 4k esistono poche alternative dai 600€ in su.
Parti dal presupposto che il 90% dei drone sono della DJI marca leader nel settore, puoi orientarti su modelli diversi, se cerchi portabilità:
Mavic pro (camera in 4K - è quello che uso per i miei video se vuoi farti un idea della qualità) da €1100 in su per la versione con + batterie ecc ecc
Spark (camera FUllHd) da €600 in su sempre per versione + accessoriata

Oppure se le dimensioni non sono un problema:
La serie Phantom 3 qui con i prezzi parti da €350 per il 3 standard (camera a 2.7k) a €600 circa per la nuova versione Phantom 3 SE (camera in 4k) in tutto simile al vecchio e ormai fuori produzione P3 professional (ottimo davvero per questo prezzo)
Oppure ancora i Phantom 4 in versione Advanced o PRO ma qui di prezzo saliamo sopra i €1000.
Insomma ce ne per tutti i gusti e più o meno tutte le tasche.
Ultima modifica di Andybike il 7 mag 2018, 8:52, modificato 1 volta in totale.
Le mie gare: Bellagio Skyrace 16' . Monte Barro Running 17' . ResegUP 17'. Giir Di Mont 17' . Bellagio Skyrace 17' . Gran Trail Orobie 18'
Seguimi su Strava. Davide Colombo
Rezael87
Mezzofondista
Messaggi: 101
Iscritto il: 28 apr 2016, 12:55
Località: Lecco

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da Rezael87 »

Dopo aver letto il racconto di Enrico mi sono ricordato di avere un diario. :shock:
E quindi eccomi ad aggiornarlo.
Ho chiuso il 2017 con la mia ultima gara a fine ottobre dopo alcuni mesi di buon allenamento, la Bellagio Skyrace da 27km e 1900m d+ , solita bella gara, solito tempo brutto almeno alla partenza e decisamente migliore in vetta al monte san primo e poi all'arrivo.
Questa gara mi piace e solo un anno fa è stata la mia esperienza di corsa in montagna, il percorso è duro ma corribile, la chiudo con circa 8 minuti in meno rispetto all'anno precedente ma c'è stata una modifica al percorso quindi non conta.

Dopo la Bellagio Skyrace la mancanza di obiettivi, il freddo inverno alle porte e le levatacce degli ultimi mesi per allenarsi mi portano a prendermi una lunga pausa, che terminerà soltanto momentaneamente a cavallo delle feste natalizie, dove però dopo solo un paio di uscite i dolori e la mancanza di gamba mi portano a mollare di nuovo.
Sto iniziando il 2018 nel modo peggiore possibile, oziando ed acculando ancora qualche kg di troppo, le settimane passano e inizio a sentire la voglia di uscire sempre più forte, verso fine gennaio metto insieme una trentina di km in 3 uscite in pochi giorni, ma ancora una volta tornano dolori alle ginocchia che mi fanno tornare a riposare per qualche giorno.
Inizio febbraio con altri tentativi che non vanno mai oltre le 2 uscite a settimana, ed a questo punto decido di iscrivermi al GTO 2018, 70km x 4000 e passa m d+, adesso almeno ho un obiettivo, lontano a dire la verità, ma almeno ho qualcosa che mi spinge ad uscire, purtroppo continuano i fastidi, continuo stupidamente a voler correre le Nike streak che usavo l'anno scorso (quando correvo appena sopra i 4.10 al km ed in confronto ad oggi volavo) e mi faccio male ancora... chiudo un uscita a ritmo via crucis e con un piede infiammato, fatico a camminare per qualche giorno.
Finalmente il 23 marzo la ditta dove lavoro si trasferisce più lontano da casa, decido di voler sfruttare la pausa pranzo per i miei allenamenti, inizio con calma, faccio 8 9 km ad uscita, metto insieme qualche buona settimana da 40 50km.
Perdo qualche kg (ne ho ancora parecchi da perdere) e inizio a recuperare uno stato di forma decente.
Arriva la primavera ed anche le prime uscite sui sentieri delle montagne vicino a casa.
Le mie gare: Bellagio Skyrace 16' . Monte Barro Running 17' . ResegUP 17'. Giir Di Mont 17' . Bellagio Skyrace 17' . Gran Trail Orobie 18'
Seguimi su Strava. Davide Colombo
Avatar utente
enricoshark
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 829
Iscritto il: 10 feb 2015, 9:48
Località: Milano

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da enricoshark »

Sono anch’io nella tua stessa situazione a livello di pochi allenamenti e chili presi. Dai che ora con l’entrata nel vivo della stagione agonistica ci riprendiamo ;)
Ho dato un occhio al tuo canale, video spettacolari!
Diario: http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=38175

Gare 2018
1/5 Trofeo Dario & Willy
26/5 Grignone Vertical Extreme
2/6 ResegUp
22/7 Dolomites Skyrace
29/7 Giir di Mont
Rezael87
Mezzofondista
Messaggi: 101
Iscritto il: 28 apr 2016, 12:55
Località: Lecco

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da Rezael87 »

Rieccoci.

E' passata qualche altra settimana di corse, adesso sto meglio rispetto a qualche mese fa, ho recuperato parte della forma fisica andata a farsi benedire grazie al mio ozioso inverno, rispetto allo scorso anno ho perso velocità nella corsa su strada ma almeno in montagna e nelle lunghe distanze sono più o meno allo stesso punto di prima.

Ultimamente come già detto nell'ultimo post sto uscendo principalmente in pausa pranzo 3 volte a settimana (non voglio fare l'errore di caricare troppo e poi dovermi fermare) faccio uscite da 10km in poco più di 45 minuti a ritmo tranquillo e senza tirarmi il collo, non ho in programma nessuna gara su strada e quindi non voglio strapazzarmi per nulla.

Oltre alla strada nei giorni lavorativi nel weekend mi concentro sulle uscite trail, vivo vicino a Lecco ed in pochi minuti arrivo in zone bellissime, nelle ultime 3 settimane sono stato al Pizzo dei 3 signori, partendo da Introbio salendo dal Rif. Grassi e scendendo dal versante a nord ancora pieno di neve su cui correre in discesa. Divertentissimo.

Settimana scorsa ho voluto provare per la prima volta ad abbattere il muro psicologico dei 40 km, ho fatto un bel giro partendo da Moggio, sono sceso a Barzio e poi fino ad Introbio, da qui salita verso la Val Biandino e poi il Rif. Grassi, questa volta però niente Pizzo ma ho proseguito sul sentiero 101 (spettacolare) passando per il passo del toro, poi Piani di Bobbio, sentiero degli stradini fino ad Artavaggio da qui discesa sulla strada verso la Culmine e poi taglio sul sentiero fino a Moggio per chiudere il giro con circa 2500m d+ e 40.1 Km :D

Questo sabato dopo delle buone uscite in settimana ho deciso di fare qualcosa in più come dislivello, quindi metto insieme un altro giro questa volta al contrario ma con più salite discontinue passando anche per la ValVarrone ed i suoi alpeggio, alla fine del giro dopo 40km e 2800m d+ nelle gambe ho in programma di affrontare il primo muro del Bobbio Vertical cosi tanto per vedere come reagisco di fronte alle difficoltà, ci sono arrivato malino il caldo verso mezzogiorno iniziava a farsi sentire ma in qualche modo sono arrivato a destinazione soddisfatto per l'obiettivo raggiunto.
Le mie gare: Bellagio Skyrace 16' . Monte Barro Running 17' . ResegUP 17'. Giir Di Mont 17' . Bellagio Skyrace 17' . Gran Trail Orobie 18'
Seguimi su Strava. Davide Colombo
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Messaggi: 1774
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [DIARIO] di un Runner malato di Tecnologia.

Messaggio da d1ego »

Molto bello. Io vivo in un posto molto più piatto...

Torna a “Storie di corsa”