[Diario] di un pallido Kenyano

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, elisa udine, Andybike

Rispondi
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

[Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 17 nov 2017, 22:54

Benvenuti voi che passerete a curiosare tra queste righe.
16/11/2017 :
Sulla tabella c'è scritto lungo 12 k. Il cielo è nuvoloso.Infilo tights, manicotti, maglietta, scarpe e scendo con al polso un semplicissimo cronometro.
Inizio la sessione prolungando la stessa corsa blanda che mi ha portato fino al mio solito percorso.
Respirazione facile, sforzo minimo: sto sui 6' scarsi a km. L'effetto è un po' quello di una passeggiata di piacere.
Condivido la strada con altri runners, camminatori/trici e quasi senza accorgermene arrivo al 3° km.
Decido quindi di alzare un po' il ritmo, mentre minuscole gocce di pioggia sulla faccia allietano ulteriormente questa già piacevolissima uscita.
Piccole gioie della corsa all'aria aperta.
In questa fase centrale mi ritrovo un po' più concentrato a girare sui 5'30" circa.
Più o meno quando il crono segna 31' mi ritrovo a pensare :
" certo devo ancora recuperare la forma.. forse oggi 8 km bastano.. che sia presto per le mezze?.. e se mi perfezionassi prima sui 10.000?.. "
Una leggera stanchezza, dovuta anche ad una impegnativa mattinata di lavoro, mi sta lavorando ai fianchi e cerca di spingermi all' angolo del ring.
Neanche 10 minuti dopo( tra il 7° e l'8° km) eccomi invece decidere di correrne altri due.
L'andatura è nuovamente sveglia e le endorfine prepotentemente in circolo mi tolgono qualsiasi dubbio.
Ritrovo brillantezza nel passo e una certa cura nel gesto. Questi ultimi km mi ritrovo a farli all' incirca sui 5'.
Insomma.. è venuto fuori un 10km in progressione tra lentissimo e lento, chiuso in 55' 02".
Non volevo crederci ma.. finalmente nessun dolore alla solita caviglia! Soddisfatto: dall'inizio alla fine ottime sensazioni..
Dopo gli acciacchi dell'ultimo periodo, ritrovata una certa fiducia.. e anche una bella serenità.
Voglia di correre STRARIPANTE! Come sempre..
Ultima modifica di WhiteKenyan il 30 nov 2017, 21:10, modificato 1 volta in totale.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
axl03
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 737
Iscritto il: 4 feb 2015, 11:48
Località: Trezzo sull'Adda

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da axl03 » 17 nov 2017, 23:22

Complimenti bel racconto[emoji106]

Inviato dal mio LG-M160 utilizzando Tapatalk
mi chiamo Alessandro
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 18 nov 2017, 9:44

(Grazie dei complimenti axl03 )
17/11/2017: La mia tabella dice 10 x 400m. Escluse quelle di qualche giorno fa, è da settembre che non faccio ripetute.
Sono le 15.00, il cielo è limpido e la giornata è calda. Metto svolazzini, canotta, scarpe,crono e scendo.
Appena uscito dal portone inizio già il riscaldamento.
In strada, tra la gente che cammina, alcuni sono avvolti nei piumini ed è forte il contrasto con il mio abbigliamento.
Verso la fine degli undici minuti di corsa blanda inserisco qualche variazione di ritmo e dopo un leggero stretching eccomi sulla linea di partenza. È ora. Mi aspettano 10 ripetute di 400m e recuperi di 200 a ritmo lento.
Per fortuna la "pista" è abbastanza libera e uno dopo l'altro vado ad "inanellare" questi tempi:
1'27" - 1'21" - 1'20" - 1'24" - 1'24" - 1'25" - 1'26" - 1'24" - 1'26" - 1'21" .
È evidente che devo riprendere la mano con questo tipo di allenamento: la seconda e la terza le ho fatte troppo "sparate".
Comunque buone impressioni, nessun dolore ed estrema cura di appoggio e gesto.
Con le gambe legnose ( sarò pazzo, ma adoro questa sensazione) sudato ed ancora ansimante vado a ritagliarmi qualche minuto di stretching per poi ripartire verso casa con una corsa morbida e defaticante.
Puro godimento.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 19 nov 2017, 15:33

18/11/2017: Talvolta la voglia di correre è così incontenibile che scegli di rimandare al giorno dopo il riposo previsto e decidi di concederti una bella 6 km medio/veloce da fare in progressione.
Ore 14.00, esco da casa ed inizio il riscaldamento.
Incrocio ben tre runners che tornano dal prato e procedono nella direzione opposta alla mia: data l'ora è abbastanza evidente che stiano tornando alle proprie abitazioni per pranzare.
Questo mi fa ipotizzare che troverò la "pista" deserta ( cosa non disprezzabile ), ma non sarà così. È sabato!
Una volta ben caldo allungo un po' i muscoli e, dopo qualche respiro profondo sulla solita linea di partenza, al "bip" del crono inizia la mia sessione.
Aspettative: voglio fare la prima parte a 4'50", la seconda a 4'30" e l'ultima a 4'10".
Lo sforzo è di media intensità, la respirazione piuttosto facile. Arrivo sui primi 500 metri in 2'15": devo rallentare.
Modero leggermente la velocità ma arrivo comunque troppo presto al 1° km: 4'37"; cerco dunque di correggere ulteriormente il passo e arrivo al 2° km in 4'43".
Ecco, adesso provo a spingere un po', ma inspiegabilmente al 3° km giungo in 4'40".
Aumento allora la spinta e la respirazione si fa più impegnata, sorrido ad una bimba che sulla bici con le rotelle fa inversione a "U" per togliersi dalla mia traiettoria: 4° km in 4'35". Bene, ultima parte da fare più veloce.
Il 5° in 4'21" e il 6° in 4'10. Il crono segna 27'10" totali.
Abbastanza soddisfatto nonostante avrei potuto essere più preciso sulle andature.
Adesso stretching quanto basta, corsetta defaticante verso casa e sorriso stampato sul viso.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
corriFabriCorri
Maratoneta
Messaggi: 337
Iscritto il: 31 ott 2013, 11:12
Località: Acireale (CT)

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da corriFabriCorri » 19 nov 2017, 19:54

Bell'allenamento :thumleft: :thumleft: :thumleft:
10 Km - 44'33" - Elephant Run 2017
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 20 nov 2017, 23:03

(Grazie corriFabriCorri)
20/11/2017: lunedì. La tabella dice CL 12 k. :study:
Esco di casa cercando di non pensare a niente e con una corsa leggera mi porto sul tracciato di sempre.
Il sole delle 15,50, con i suoi raggi obliqui, illumina la strada, gli edifici, i ruderi nel prato e mi infonde un certo ottimismo. 8)
Aspettative: mantenere ritmo costante sui 5'30".
Inizio la sessione con dei respiri lunghi e profondi cercando di regolare il ritmo a "sensazione".
Estremamente preciso il passaggio sui primi 500 metri: 2'43". Mantenendo la stessa andatura proseguo soddisfatto.
I tempi sul crono:
1° km 5'27", al 2° 10'50", al 4° 21'40", al 6° 33'03", 8° 44'20", 10° 55'05" e chiudo il 12° a 66'40".
Tra il 6° e l'8° perdo qualche secondo a zig-zagare tra bimbi&genitori all'uscita della scuola (praticamente un muro umano). :asd2:
Poco prima, a metà sessione, piacevolmente sorpreso saluto una cara amica impegnata con esami di scuolaguida. =D>
Nota negativa: qualche acciacco a fine allenamento e, come si può notare, ultimi due km in calo.
Ora riposo e recupero energie, affinché quello di domani sia un turno brillante. :salut:
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 22 nov 2017, 22:31

22/11/2017: ieri ho preferito riposare, quindi le 10x400 previste le ho fatte oggi.
Dopo il consueto riscaldamento e stretching, sotto un cielo nuvoloso, questi i tempi di esecuzione:
1'33" - 1'27" - 1'26" - 1'25" - 1'28" - 1'23" - 1'25" ' 1'20" - 1'23" - 1'20".
Nella prima parte ho cercato di conservarmi, poi nella seconda ho dato qualcosina in più.
"Pista" pressoché libera, condizione ideale per i lavori veloci.
Durante uno dei recuperi, subito dopo aver accidentalmente calpestato qualcosa che sembrava un pannolino chiuso e gonfio, una donna mi ha chiesto indicazioni stradali che le ho concesso perché di semplice elaborazione.
Oltretutto la zona è legata alla mia infanzia e la conosco più che bene.. ma credo di averle rivolto uno sguardo incredulo e non proprio benevolo alla sua richiesta.
Acciacchi non del tutto passati, ma emersi solo a fine sessione.
La speranza è quella di arrivare a domenica in buone condizioni.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 27 nov 2017, 16:38

25/11/2017: Dopo due giorni senza allenamenti, una volta ritirato il pettorale per la gara del giorno dopo, eccomi iniziare una CL 7k.
Poco più di un km e mi giunge una fitta al ginocchio dx, esternamente. Mi fermo un attimo, una tastatina e decido di ripartire.
Il problema sembra rientrato: riesco a correre al giusto ritmo. Anziché 7 ne faccio 6, al termine dei quali ecco riaffacciarsi il dolore.
Torno camminando verso casa, sconfortato e preoccupato per la competitiva 10km che mi aspetta l'indomani.

26/11/2017: Run for Autism. Sono in ritardo: praticamente mi cambio sul trenino mentre chiacchiero con un atleta più anziano e un passeggero che volutamente si distrae dal libro che sta leggendo. Arriviamo alla fermata "campi sportivi" a soli 20 minuti dalla partenza.
Con una corsetta leggera raggiungo lo stadio e lascio la borsa. Poi di nuovo fuori, altra corsetta e pipì.
Quando torno già diversi atleti si sono schierati e mi inserisco nella griglia.
Ho in mente di cominciare piano questa gara, per poi farla in progressione. Come non detto, allo start parto praticamente a "cannone".
Forse sarà per via dell'adrenalina, ma non sento nessun fastidio.
Abbastanza presto il gruppo si dirada e il mucchio iniziale si trasforma in un serpentone del quale mi illudo di vedere l'inizio, la testa della corsa.
Mantengo pressoché lo stesso ritmo per tutta la competizione, evitando il calo finale che ha caratterizzato quella precedente.
Tracciato certamente impegnativo, con "feroci" sali-scendi e un paio di curve a gomito.
Gara divertente, clima festoso, e la possibilità di vedere, nei vari "biscotti", il passaggio degli atleti che precedono e quelli che seguono.
(Proprio in uno di questi passaggi mi sento chiamare e saluto una cara amica che anni fa mi ha dato tanti consigli da runner. )
Assolutamente niente male il finale su tartan, un po' di sollievo per i piedi e faccio gli ultimi 200 m in sprint. Chiudo in 40'33" e.. bentornato dolore.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 1 dic 2017, 22:35

1/12/2017:
Quinto giorno senza correre. Sono estremamente evidenti i benefici che il mio fisico trae da questo stop e per la prima volta non soffro la mancanza della corsa. La caviglia sembra aver finalmente recuperato e sento meglio anche il ginocchio.
Con tutta probabilità ricomincerò dopo quello che si preannuncia un weekend all'insegna del maltempo (un ottimo deterrente oltretutto).
In questi giorni ho fatto lavorare gli addominali e un po' tutta la parte alta della muscolatura, che talvolta tendo a trascurare.
Ho deciso di dedicarmi alle 10000 e ricominciare da una tabella per questa distanza.
Rimando il discorso " mezza": lo faccio a malincuore, perché avevo già messo gli occhi su un evento a Dicembre, ma la mia attuale condizione mi impone di attendere ancora.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Avatar utente
WhiteKenyan
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 13 ott 2017, 23:46
Località: Roma

Re: [Diario] di un pallido Kenyano

Messaggio da WhiteKenyan » 3 dic 2017, 14:42

3/12/2017:
Il maltempo tanto annunciato dalle previsioni meteo si traduce in un innocuo cielo coperto. Certamente temperature non calde e qualche soffio di vento.
Sento forte il richiamo della strada da calpestare. Guardo le scarpe nell'armadio: capiscono, hanno un "fremito".
Scendo dopo aver indossato tights, maglietta, manicotti e le mie amate pegasus. Al polso il polar m200.
Davvero non vedevo l'ora di tornare ad allenarmi.
Mi porto sul solito tracciato con un riscaldamento fatto a 5', allungando il giro per fare almeno un paio di km e dopo il consueto stretching inizio la sessione vera e propria.
So già che farò 6 km e l'aspettativa è quella di farli rimanendo nel 75% della fc.
Respirazione comoda, guardo il gps che segna un'andatura a 4'40" e decido di mantenere questo ritmo.
I km di asfalto scorrono sotto i miei piedi come un tappeto. Lo sforzo è sempre aerobico.
Avere l'indicazione del passo mi permette di rimanere concentrato sul gesto, mi toglie lo scomodo lavoro di calcoli continui, sopratutto dopo aver constatato una notevole precisione del gps: procedo sereno.
Mai in affanno, copro 5 km con lo stesso ritmo tenuto sin dall'inizio e lo stesso ottimo feeling.
Devo fare l'ultimo km, sento che ho tanta energia. Sensazione irresistibile, aumento progressivamente l'andatura.
Quasi mi stupisco della facilità di corsa, sono ben caldo e le gambe girano.
Arrivo a fine tracciato e questi sono i numeri che il polar ha registrato:
Km 6,03 in 27'52" - andatura media 4'38" - andatura max - 3'27" - fc media 158 - fc max 178.
Sessione soddisfacente, il sorriso stampato lo porto fin dentro la doccia.
Link del mio diario: viewtopic.php?f=16&t=52482
10.000 :39'33" (3'57"/km) - Vola Ciampino 25/3/2018 -
21.097 :1h29'36" (4'14"/km) - RomaOstia halfmarathon 11/03/2018 -
Rispondi

Torna a “Storie di corsa”