[DIARIO] di un RunWalker....Allenarsi alla Galloway!

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, Andybike, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
Pacio
Maratoneta
Messaggi: 399
Iscritto il: 7 giu 2017, 22:31
Località: Bologna
Contatta:

Re: [DIARIO] di un RunWalker....Allenarsi alla Galloway!

Messaggio da Pacio »

calcatreppola ha scritto:Bello tutto... mi pare che la prendi nel modo migliore, Pacio


Az én iPhone készülékemről küldve a Tapatalk segítségével
Come mi insegnava la mia adorata Nonna Friulana (che mi ha tirato su)....sempre bene non può andare ma neanche sempre male...l'importante è l'impegno che ci metti!
Gente tosta i friulani...burberi ma dal cuore d'oro e determinazione d'acciaio :rambo:
Avatar utente
Utente donatore
d1ego
Ultramaratoneta
Messaggi: 1757
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [DIARIO] di un RunWalker....Allenarsi alla Galloway!

Messaggio da d1ego »

Dall'alto della mia scarsissima esperienza di running e 0 di maratona, ti dico che sono d'accordo sull'importanza dei lunghi. A maggior ragione se è la prima. Può darsi che ciò non ottimizzi il risultato cronometrico, per il quale sono probabilmente più utili lavori di qualità, soprattutto per il maratoneta esperto. Per noi che siamo dilettanti e debuttanti invece, sempre IMHO, I lunghi sono importanti per terminare "in salute" la gara ed agevolare il recupero.
Avatar utente
Pacio
Maratoneta
Messaggi: 399
Iscritto il: 7 giu 2017, 22:31
Località: Bologna
Contatta:

Re: [DIARIO] di un RunWalker....Allenarsi alla Galloway!

Messaggio da Pacio »

Dopo tanto tempo (soprattutto a causa di eventi fisici extra-corsa) ho deciso di provare a correre di nuovo una Maratona...quella di casa...Bologna 1/3/2020, ovviamente senza nessuna velleità di tempo, PB o altre amenità del genere [-X
Prima di decidere ho effettuato alcuni lunghi di prova (13 km -15 km -17 km) per vedere come reagiva un pò la baracca e decidere Ritmo-Gara e come strutturare gli Intervalli al passo... 6'/km e 1,5 km Run + 100 m al passo...

Lo schema base degli allenamenti è molto semplice e progettato solo per arrivare in fondo...
A) Due uscite infrasettimanali di mantenimento di 50'-60' a Ritmo-Gara (seguendo lo schema 1,5 k run + 100 m walk), variando ogni tanto il ritmo nella fase di corsa e aggiungendo un qualche allungo finale
B) Allenamento Specifico del fine settimana: alterno Ripetute sul Miglio e Lunghi Lenti (19 Km - 21 Km - 23 km - 26 km - 29 km - 32 km - 35 km - 38 km)

Come sedute opzionali di Cross-training sto effettuando (se non sono stanco!!!):
1) Bici: 1 seduta di 60'-90' prettamente di scarico il giorno dopo i lunghi (se fa freddo uso senza problemi la cyclette e mi vedo un bel film)
2) Nuoto: 1 seduta di tecnica (seguo un corso) anch'essa con finalità di scarico (della durata di 80')
3) Yoga: 1 volta a settimana seguo un corso e devo dire che mi sta facendo capire com'ero ridotto male...na tavola de legno....duro come er marmo! ](*,)

Appuntamento fisso invece in palestra (3 sedute) per tonificare la parte alta (parte debole) e per ricostruire per bene la muscolatura della gamba sinistra (quadricipiti in primis) che ha avuto una diminuzione di massa dopo la rottura del piede dell'anno scorso! :cry:
Per ottimizzare i tempi dopo la palestra effettuo subito le due corse di mantenimento di 50'-60'...nel caso di meteo orribile uso senza problemi il tapis roulant...noioso ma con un pò di musica alle orecchie si sopporta :mrgreen:

Ogni sera Stretching a profusione :smoked:

Non so come andrà....come al solito si naviga a vista...tra lavoro, famiglia, malattie e contrattempi vari...ricordando il detto che l'impresa non è finire una Maratona ma completarne la Preparazione!!! :rambo:
Vi saprò dire...
Rispondi

Torna a “Storie di corsa”