[DIARIO] di corsa lenta

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, elisa udine, Andybike

Rispondi
franz86
Maratoneta
Messaggi: 351
Iscritto il: 30 ago 2017, 14:28

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da franz86 » 9 ott 2018, 17:58

quanti km ti fa fare a settimana al momento? e quant'è il load settimanale?
Avatar utente
phantomfh
Maratoneta
Messaggi: 337
Iscritto il: 17 mag 2018, 9:24

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da phantomfh » 9 ott 2018, 21:00

@franz86: per la settimana in corso TAsO prevede 50km con load=108 (carico settimanale).
Tieni conto che la settimana scorsa ho fatto 52km con load=118 (fatto seguendo poco il programma di TAsO), mentre quella prima è stata di scarico (34km, load=75).
Dopo la corsa di oggi la pianificazione settimanale è cambiata, prevedendo anche una Threshold run e una Repetition run.

p.s.
Se qualcuno legge termini che non gli sono chiari e ha dei dubbi perché non conosce TAsO, chiedete pure che spiego tutto (per quello che posso).
franz86
Maratoneta
Messaggi: 351
Iscritto il: 30 ago 2017, 14:28

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da franz86 » 10 ott 2018, 10:52

urca :O distribuiti su 4 o 5 uscite?
io sono ancora in ripresa lenta del chilometraggio dopo tutti quei mesi di stop .. in un mesetto son passato da 16km settimanali a poco più di 20 previsti per questa. insomma una superpippa -_-' . Nel weekend sono previsti i primi "lunghi" da un'ora.
Avatar utente
phantomfh
Maratoneta
Messaggi: 337
Iscritto il: 17 mag 2018, 9:24

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da phantomfh » 10 ott 2018, 11:27

Nelle ultime settimane faccio 5-6 uscite a seconda di voglia e sensazioni, modifico TAsO di conseguenza e lui adegua il piano.
Tieni conto che faccio anche recuperi attivi, quindi corse brevissime di 15-20 minuti che personalmente preferisco al riposo completo (che comunque faccio almeno un giorno a settimana). Quindi almeno una delle corse settimanali non porta benefici di fitness.
C'è da dire che qui da me è un ottobre splendido che invoglia a correre, l'arrivo del freddo e il cambio dell'ora penso porteranno a una riduzione del carico, vedremo quanta voglia avrò :mrgreen:
franz86
Maratoneta
Messaggi: 351
Iscritto il: 30 ago 2017, 14:28

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da franz86 » 10 ott 2018, 12:15

anche io faccio 2 recuperi attivi (almeno 1 volta a settimana TAsO mi propone l'uscita da 11minuti e anche la seconda non è poi tanto + lunga) e 2 allenamenti più impegnativi. Anche da me è un bell'ottobre, ma purtroppo durante la settimana son costretto a correre quasi sempre con le prime luci dell'alba, quindi è ancora freddino (una decina di gradi). L'inverno mi preoccupa perché ho sempre mollato un po' proprio a causa del freddo mattutino. Spesso il letto caldo è una tentazione imbattibile e provo a spostare gli allenamenti ai rientro dal lavoro. Ma poi le tabelle saltano perché non ho orari fissi sul rientro a casa ...
Avatar utente
Gilles27
Mezzofondista
Messaggi: 115
Iscritto il: 17 ott 2017, 23:04

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da Gilles27 » 10 ott 2018, 22:36

phantomfh ha scritto:
10 ott 2018, 11:27
Nelle ultime settimane faccio 5-6 uscite a seconda di voglia e sensazioni
accipicchia! 5-6 uscite mai fatte da quando ho iniziato a correre (1 anno) quindi mi complimento per l’abnegazione, Phantomfh!
Ora capisco anche i carichi di cui leggevo qualche messaggio prima di questo.
Dal canto mio esco 3-4 volte a settimana.
Dopo la deprimente e frustrante uscita di domenica pomeriggio (13 estenuanti km a 5,49) catalogati come economy run, stasera col freschino ne ho fatti 16 a 5,34 catalogati su TasO come pickup senza finire spompato, tutt’altro. Insomma: il caldo, il ritmo lento incentrato sul cardio o la testa hanno marcato questa sensibile differenza tra le due uscite? Non riesco a comprenderlo
Avatar utente
phantomfh
Maratoneta
Messaggi: 337
Iscritto il: 17 mag 2018, 9:24

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da phantomfh » 11 ott 2018, 8:11

Grazie per i complimenti, ma dipende soprattutto dai ritmi che nel mio caso sono bassi... non a caso questo è un diario di corsa lenta :mrgreen:
Correndo da 6 mesi mi considero ancora in piena fase di costruzione di base, non ho nessuna fretta. Che poi non c'è nessuna abnegazione perché per me non è un sacrificio; finora non mi è mai pesato andare a correre, anzi quando torno dal lavoro non vedo l'ora di svuotare la testa con una corsetta :D
Avatar utente
phantomfh
Maratoneta
Messaggi: 337
Iscritto il: 17 mag 2018, 9:24

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da phantomfh » 14 ott 2018, 19:35

Ecco il consueto riassunto della settimana in forma grafica, come sempre mirato alle zone cardiache più che al passo.

Immagine

Direi un buon allenamento 80/20 con chilometraggio non impegnativo (41 km); ho aggiunto anche una quindicina di km in bici (che non compaiono sul grafico).
Belle le due corse alle quali ho partecipato come staff, una delle quali in notturna. E' un altro modo di vivere la corsa; chiaro che si preferirebbe sempre correre ma se ne avete l'opportunità fate questa esperienza che comunque arricchisce... e così teniamo vive le tapasciate, che vivono solo di volontariato :wink:
franz86
Maratoneta
Messaggi: 351
Iscritto il: 30 ago 2017, 14:28

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da franz86 » 14 ott 2018, 19:49

bravo phantom! questa settimana è più un 90-10 ma va bene così nelle settimane di scarico! Ottimo lavoro =D>
Avatar utente
phantomfh
Maratoneta
Messaggi: 337
Iscritto il: 17 mag 2018, 9:24

Re: [DIARIO] di corsa lenta

Messaggio da phantomfh » 17 ott 2018, 11:20

Ieri era l'ultimo giorno della sagra paesana; ci hanno chiesto di allargare l'allenamento di gruppo del martedì a tutti gli interessati. Quindi mi aspettavo un allenamento molto blando per consentire a tutti di stare nel gruppo. Partenza alle 19:15, eravamo una quarantina fra camminatori e runner. Visto l'orario e il passo previsto di 6:30/km mi metto una giacca leggera antivento con maniche lunghe... "tanto suderò pochissimo"...
Non l'avessi mai fatto! Intanto la temperatura è ancora troppo alta per le maniche lunghe, aggiungiamoci che delle lepri improvvisate :ahahah: hanno subito impostato un passo di tutt'altro tipo, e aggiungiamoci pure che c'è sempre quella punta di orgoglio che non ti fa mollare proprio subito il treno dei più forti... Beh, l'avete capito! Sono arrivato alla fine in un bagno di sudore, tipo sauna finlandese... non ho ovviamente tenuto il passo dei migliori ma ho comunque spinto forte per i miei standard.
Quindi il previsto allenamento lento è diventato un allenamento in soglia a 165 bpm (89% FCmax).
Questi i passi dei 6 km percorsi: 5:26, 5:16, 4:57, 5:06, 5:10, 4:50.
Aspetto negativo: ho sudato come un cinghiale in riserva :pig:
Aspetto positivo: stamattina sto benissimo

Prossimi giorni... corsa lenta! :asd2:
Rispondi

Torna a “Storie di corsa”