L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Discussioni sui vari tipi di appoggio e stile di corsa

Moderatori: F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
Morgana70
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 660
Iscritto il: 5 ago 2015, 17:06
Località: Poirino

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da Morgana70 »

:hail: :hail: :hail: Grazie infinite! Corsa anarchica e via.
“The pain of running relieves the pain of living.” – Jacqueline Simon Gunn
Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 66
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

Morgana70 ha scritto:
31 ago 2020, 14:19
Buongiorno, dovrei essere nel post giusto. Corricchio da poco, sono pesantina e piedipiatti, e il mio massimo al momento è 7.5 km. in un'ora ad una velocità vergognosa di 8.15'.
Ora ho una nuova paranoia: l'appoggio del piede. Mi sono imbattuta in un tot di video su youtube che spiegano comesideveappoggiareilpiede e stamattina ho fatto caso a come appoggio. Temo di essere una di quelle che "corre come cammina" cioè appoggia il tallone anziché l'avampiede. Ho cercato di correggere ma non è un movimento naturale, mi fanno malissimo le gambe. :nonzo: :nonzo: Poi mi manca del tutto il "richiamo" della gamba, ma andando piano e con passettini di 75 cm. è davvero impossibile. Significa che mi farò malissimo? Perché a sentire l'esperto la corsa con appoggio "di tallone" farebbe malissimo, oltre a essere brutta. A parte l'estetica - che sarà brutta da vedere la mia corsa ma chissenefrega - rischio di farmi male? allo stato, con le mie scarpe stabili (Asics Gt 200 8) non ho fastidi di sorta a ginocchia, anche, caviglie ecc. Che devo fare? Me ne frego e corro come mi viene? O devo trovare qualcuno che mi spieghi come si appoggia bene?
Ti faccio una domanda... inizieresti a nuotare senza saperlo fare e senza prendere lezioni?..credo di no, anche perchè magari rischieresti di annegare.

Nella corsa vale lo stesso principio; è percepito dalla massa come uno sport "facile, alla portata di tutti" ma non è così e l'alto numero di infortunati annuali lo dimostrano.
Al contrario di quanto ti hanno appena suggerito ti consiglio di cercare un istruttore di corsa nella tua zona e prendere qualche lezione.
Se inizi a correre male e prendi subito dei difetti poi ci metti molto a toglierli, se parti con la tecnica giusta sei a posto; considerando anche i tuoi problemi di appoggio a condizioni normali.
Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 66
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

shaitan ha scritto:
31 ago 2020, 14:36
Morgana70 ha scritto:
31 ago 2020, 14:19
Che devo fare? Me ne frego e corro come mi viene?
dal mio punto di vista sì... Corri come ti viene naturale. Se questo non ti crea problemi non c'è alcuna ragione per cambiarlo, in special modo se, al contrario, forzando un appoggio diverso provi dolore.

Il richiamo della gamba etc son cose che arrivano a determinate velocità. Forzarle fine a sé stesse è un inutile spreco di energie. Io ho un accenno di richiamo dai ritmi del miglio in giù (che per me significa da 3.30/km).

Che poi è quello che mi ha detto il mio allenatore quando gli ho girato dei miei video di corsa: "falcata corta ma per avere una bella falcata con la tua altezza dovresti almeno fare i 10km in 35' e al momento non mi pare proprio il caso... pensa ad allenarti e a diventare più veloce, di conseguenza sarai più bello, qualunque cosa significhi" :smoked: :smoked: :smoked:

ti consiglio di cambiare allenatore eh...quei discorsi sulla falcata non si possono sentire.
Non è che la falcata lunga si ha perchè si è molto alti; che tu sia alto o basso la lunghezza della falcata va cercata dietro, non davanti.
Richiamo della gamba idem, si può richiamare bene anche a bassa velocità.
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 5813
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da shaitan »

gomitolo ha scritto:
21 set 2020, 11:11
ti consiglio di cambiare allenatore eh...quei discorsi sulla falcata non si possono sentire.
ti ringrazio del consiglio, ma continuo serenamente così con il mio.
0 infortuni e miglioramenti costanti.

Scusa se non accetto consigli da chi magari per cercare una tecnica perfetta con falcata ampia, richiamo della gamba etc (stando sul posto perché se poi si va a 7/km come chi ha scritto il messaggio a cui rispondevo, di sicuro non hai 2m di falcata) si rompe il tda per 4 mesi (avampiedista eh immagino) :thumleft:
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 66
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

@shaitan

non è questione di essere avampiedista, è questione di correre bene con la tecnica giusta ( che non prevede il tallone come primo contatto con il suolo).
Ultima modifica di F-lu il 23 set 2020, 22:22, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Ciao, per rispondere al messaggio precedente non serve quotare, basta usare @nomeutente per concatenare la conversazione. Grazie ciao.
Avatar utente
Morgana70
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 660
Iscritto il: 5 ago 2015, 17:06
Località: Poirino

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da Morgana70 »

@gomitolo, grazie per le indicazioni. Io in realtà non mi rendo conto ESATTAMENTE di come appoggio. MI PARE di appoggiare sul tallone o comunque non sull'avampiede. Ma è davvero difficile stabilirlo da soli. Dovrei forse farmi riprendere. Mi sono accorta che se aumento la velocità (intorno ai 6 ai km.) mi viene abbastanza spontaneo alzare di più le gambe e "richiamare", però a 7.5 al km. è proprio innaturale. E i 6 al km li reggo 10 minuti poi scoppio. :D
“The pain of running relieves the pain of living.” – Jacqueline Simon Gunn
Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 66
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

@Morgana70

dovresti farti riprendere o mettere il cell su una panchina e passare davanti.
Comunque non mi focalizzerei sul richiamo della gamba; vedrai che se inizi a correre tecnicamente bene poi i pezzi di incastrano da soli e il richiamo viene di conseguenza (come l'appoggio, la spinta, la cadenza..etc). Per quello ti dico che sarebbe il top farsi seguire da qualcuno, in modo che ti faccia anche un programmino per iniziare ( tipo: corsa 5min..camminata 10'...corsa 5'..etc)finchè non arrivi a correre almeno 30' di seguito.
Cerca su youtube gli esercizi "BASE" da fare prima di iniziare a correre in modo che parti da quelli semmai.

tipo questi esercizi:
https://www.youtube.com/watch?v=YM2p0-Nz6Po

https://www.youtube.com/watch?v=2fHe8iLe6F8
Avatar utente
Utente donatore
The Observer
Guru
Messaggi: 3651
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da The Observer »

al momento corro a 173-183 di cadenza. Sono un lentone (5' - 6') e tuttavia una volta imparato mi è diventato naturale immediatamente: 173-4 in piano, 180 e oltre in salita. Vado più veloce e mi pare di stancarmi molto meno. Anche il fisioterapista mi dice di continuare così, proprio perché recnetemente ho avuto una contrattura, che però non ê da imputare a questo, secondo lui, anzi, ma a cause difficili da dedurre. Prima andavo a 160, "buttandomi" un po' in avanti, pensando di sforzare di meno. Ho l'impressione che molti di quelli che vedo correre "piano" lo pensino.

Per aumentare la cadenza ho eseguito per 10-15 sessioni vari esercizi secondo un piano di allenamento. Poi mi è diventato naturale.
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 5813
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da shaitan »

gomitolo ha scritto:
21 set 2020, 11:44
non è questione di essere avampiedista, è questione di correre bene con la tecnica giusta ( che non prevede il tallone come primo contatto con il suolo).
ripeto, 4 mesi fermo per TDA chi corre con la tecnica "giusta" (peraltro sarebbe giusta per i pistard ma va beh fa niente). 0 infortuni per chi corre con la tecnica sbagliata (il sottoscritto)... ma andiamo avanti così no problem, contento tu contento anch'io

Cioè ragazzi davvero leggere la morale o di cambiare allenatore da chi in passato si è spaccato serio (per un infortunio che è quasi completamente basato sul modo di correre)... internet è davvero un mondo fantastico ahahahahahah
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
Eymerich
Mezzofondista
Messaggi: 133
Iscritto il: 27 set 2012, 11:26
Località: Pontedell'Olio (PC)

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da Eymerich »

gomitolo ha scritto:
21 set 2020, 11:44
@shaitan

non è questione di essere avampiedista, è questione di correre bene con la tecnica giusta ( che non prevede il tallone come primo contatto con il suolo).
Sí? Ne sei assolutamente sicuro? Per tutti, per sempre, a qualsiasi velocità ed in ogni caso?
Perchè quando si parla di tecnica si diventa assolutisti?
"Continua a respirare. Questo è il segreto: respira."

Torna a “Biomeccanica”