aneurismi e corsa

Discussioni sui vari tipi di appoggio e stile di corsa

Moderatori: F-lu, elisa udine

Rispondi
rodrigotardegardo
Novellino
Messaggi: 11
Iscritto il: 19 gen 2015, 9:00

aneurismi e corsa

Messaggio da rodrigotardegardo »

dovrei chieder un parere ai cardiologi presenti tra di voi:

la bicuspidia congenita della valvola aortica, che paradossalmente era rimasta silente per quasi 40 anni durante i quali ho fatto gli allenamenti e le gare più logoranti (correvo in bici, dilettanti prima granfondo poi), appena mi son semi-sedentarizzato m'ha provocato dilatazioni sia all'aorta ascendente (45mm) che al ventricolo sinistro, per cui m'han messo sotto A.C.E.inibitori e al prossimo controllo ecocolor valuteremo la sostituzione valvolare. Secondo voi faccio bene a correre? Sto abbondantemente sotto la soglia, credo, però mi dò da fare, almeno una cinquantina di km settimanali. Circa a 5'/km, perchè la drastica perdita di capacità aerobica me li fa sembrare i 3'40" di quand'ero ragazzo.
Lo domando perchè finora tra chi mi ha in cura e i vari siti tipo "medicorisponde" ho avuto i pareri più disparati, qualcuno ritiene che l'evoluzione del quadro clinico sia del tutto indipendente dagli sforzi che faccio (molto più dipendente, invece, da eventuali fumo,alcool,alimentazione scorretta etc.), altri mi spaventano con i peggiori spettri, con la conseguenza che poi magari finisco per sedentarizzarmi di nuovo e i fattori di rischio tipo ipertensione arrivano davvero..
Io nel dubbio per ora ho scelto di non viver da invalido per paura di diventarlo. Voglio dire, ci ricordiamo i grandi campioni ma forse per trovar forza e coraggio ci servirebbe di più ricordare l'immenso Saverio Pallucca che pesticciava i sentieri per i boschi umbri, facendo diventare sempre più vivo e gigantesco il cuore che aveva avuto in dono e che moltiplicò per noi meschini cagasotto!!!

bona..
Rispondi

Torna a “Biomeccanica”