Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli.

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

Rispondi
NomaJean
Ultramaratoneta
Messaggi: 1772
Iscritto il: 17 set 2009, 15:29

Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da NomaJean » 28 mag 2011, 14:10

Ciao a tutti, apro questo thread per condividere la mia attuale esperienza con questo tipo di infortunio nel caso possa essere utilie a qualcuno che ci incappi. E' una specie di diario a partire da oggi (giorno di diagnosi) a quando sarà guarito e potrò ricominciare a correre. Includo anche le spese che ho dovuto/dovrò affrontare cosi che ci si possa fare un'idea.
Incominciamo:
1° maggio: prima volta che il dolore appare è stato a metà della maratona di VeRcelli, la mia seconda maratona nonché seconda nel giro di 3 settimane ](*,) , più che dolore una sensazione che qualcosa non fosse a posto nel ginocchio. Al termine mi trovo con il ginocchio sinistro bloccato e un dolore decisamente forte nella parte esterna.
11 maggio: riposo fino a questa data (il dolore era scomparso del tutto in un paio di giorni) e faccio un'uscita tranquilla di circa 8Km passo tranquillo (5/km). Durante la corsa ok, fine corsa ginocchio si riblocca di nuovo.
14 maggio: ecografia mostra solo un versamento da sforzo, tendini e muscoli a posto.
21 maggio: risonanza che non mostra nulla di particolare se non segni di affaticamento
21 maggio: riprendo a correre con la 10km di monza....stessa storia, durante la corsa ok al termine dolore.
28 maggio (oggi): fisioterapista. Sono stato fortunato a trovarne uno veramente bravo ed in più corre anche lui. Controlla le lastre, la postura, la mobilità e questo è il verdetto. Sindrome della bandelletta ileotibiale.
Vi riporto le MIE cause: il lato sinistro del corpo è leggermente più corto (mi ha detto di non preoccuparmi è comune) e pertanto la forza scarica tutta sulla fascia lata. In più risulto completamente contratto, infatti stendendomi sul lettino e facendo pressione sulle parti che andrebbero stirate il dolore era veramente acuto, in modo particolare al gluteo sinistro, bacino lato sinistro, tutta la fascia esterna e pianta del piede.
Terapia: Prima di tutto laser o tecar per disinfiammare la zona dove è ancora presente un versamento,dovrò fare sedute di stretching giornaliere per decontrarre tutto, plantari per l'appoggio in quanto il mio piede non aiuta molto nel compensare il mio difetto.
Tempi di recupero: mi ha detto che dipende da individuo, potrei essere pronto tra 2 settimane come tra un mese o più ma la buona notizia è che è una patologia dalla quale si esce.

Costi ad oggi:
Ecografia: 50€
Risonanza: 35€ di ticket (premetto che tramite un'amicizia mi è stata fatta praticamente senza attesa in ospedale, capisco che per appuntamento ufficiale l'attesa sarebbe stata maggiore, o il costo molto più alto come visita privata)
Fisioterapista: 45€ (trattamento un pò di favore credo)
Totale ad oggi: € 130 purtroppo a salire.

Aggiorno appena inizierò la terapia con laser o tecar (avete suggerimenti ?)
Ciao a tutti
Every yard that i take i deserve

You want to know how I did it? This is how I did it. I never saved anything for the swim back
lore87
Mezzofondista
Messaggi: 53
Iscritto il: 4 apr 2011, 21:15
Località: Firenze

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da lore87 » 29 mag 2011, 18:51

Penso di essere incorso nel tuo stesso problema...
Oggi durante la deejayten ho sentito dopo 5 km circa una fitta al ginocchio destro nella parte esterna. Non era fortissima sicchè ho continuato fino alla fine (quindi per altri 5km). Tornato a casa il male è aumentato. Ho applicato pomate e ghiaccio ma non diminuisce. Mi fa male molto se piego la gamba; se sto steso non sento nulla!

In settimana penso di andare a fare una visita dal fisioterapista. Te cosa mi consigli?
Inizio a correre...primi Marzo 2011

PB Deejay Ten 10km: 51.46
Avatar utente
MarcelloS.
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 20549
Iscritto il: 26 mag 2010, 22:45
Località: Erba (CO) e Arezzo

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da MarcelloS. » 29 mag 2011, 19:15

Ciao... in bocca al lupo :rambo:
Avuta anch'io ad agosto 2008 e incredibilmente è stato il mio Primo e Ultimo infortunio finora...

Ma all'epoca l'ho trascurata con cure sbagliate (iniezioni, plantari, ecc.) per troppo tempo (per mia stupidità) e ho continuato a correre fino a fine novembre 2008 (lento, per pochi km e male, con sempre fastidio). Ovviamente adesso mi comporterei in modo totalmente diverso, ma allora ero inesperto. ](*,)

A inizio dicembre 2008, dopo finalmente una visita medica corretta, feci qualche seduta laser (ma non utile perchè troppo tardivo, già lo ipotizzava il fisioterapista) e poi da metà dicembre a oltre metà gennaio feci una dozzina di tecarterapie. Nessun effetto fino all'Epifania 2009 ma poi miracolosamente ogni seduta successiva mi ha fatto molto bene. Verso il 20 gennaio (quasi a fine ciclo di tecar) ricominciai a correre e a marzo 2009 tornai già alle gare.

In pratica con le cure giuste (e molto tardive) mi è guarita in un mese e mezzo circa. Mai più avuto problemi simili da quel momento. :wink:
Forza Nomajean, aspettiamo news positive :rambo: :thumleft: :thumleft: :thumleft:
PB:
21,097km:1:22:50 ('11) - 42,195km:2:59:49 ('12)
60km:4:58:08 ('13) - 100km:8:57:38 ('18) - 6h:65,963 ('17)
12h:121,724 km ('16): 1°classificato 12h Reggio Emilia
24h:200,920 km ('17)
Nove Colli Finisher 202,4 km ('18)
Maratone:20+1eco - Ultra:57,5
Forrest75
Top Runner
Messaggi: 5836
Iscritto il: 10 ago 2010, 12:11

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da Forrest75 » 29 mag 2011, 20:52

questa sindrome si cura principalmente con il riposo.
fermandosi ai primi sintomi per un mese e mezzo (statisticamente basta anche meno) il problema va via anche senza tecar o altre terapie strumentali.
ci sono passato già un paio di volte e non ho visto mai un fisioterapista...
Corri Forrest, corri !!!

"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita"
Avatar utente
Edoardo
Novellino
Messaggi: 10
Iscritto il: 17 mag 2010, 21:43
Località: Como
Contatta:

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da Edoardo » 29 mag 2011, 22:00

Vorrei chiedervi un parere visto che da quello che leggo siete molto informati su questo tipo di infortuneo.
Io non so se quello che sento sono i sintomi iniziali. Ogni tanto dopo la corsa, oppure dopo ore sento una sorta di scossa/indolenzimento nella parte esterna del ginocchio, anche se fatico ad individuare il punto esatto. Dopo la mezze di qualche settimana fa nulla. Il mio dubbio è che siano le scarpe che uso in allenamento mi fanno questo scherzo.
I miei PB:

Mezza Maratona Cremona 2011 1h 30'
Maratona di Reggio Emilia 2014 3h 22'
StraLugano 2014 30km 2h 20''
DeejayTen 2011 42'44''

Twitter: @EdoAndRun
NomaJean
Ultramaratoneta
Messaggi: 1772
Iscritto il: 17 set 2009, 15:29

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da NomaJean » 30 mag 2011, 11:03

lore87 ha scritto:Penso di essere incorso nel tuo stesso problema...
Oggi durante la deejayten ho sentito dopo 5 km circa una fitta al ginocchio destro nella parte esterna. Non era fortissima sicchè ho continuato fino alla fine (quindi per altri 5km). Tornato a casa il male è aumentato. Ho applicato pomate e ghiaccio ma non diminuisce. Mi fa male molto se piego la gamba; se sto steso non sento nulla!

In settimana penso di andare a fare una visita dal fisioterapista. Te cosa mi consigli?
Ciao Lore, ti consiglio prima di tutto riposo e guarda se è stato solo affaticamento, in caso contrario una visita io la farei se il dolore continua.
MarcelloS. ha scritto:Forza Nomajean, aspettiamo news positive
Grazie Marcello, spero vivamente di risolvere tutto in un mese, mese 1/2 per ricominciare a allenarmi e preparare Carpi a ottobre. Dai che se va tutto bene ci vediamo ancora in qualche gara!! Ovviamente prima e alla fine, durante "ti lascio" andare :smoked:
Edoardo ha scritto:Vorrei chiedervi un parere visto che da quello che leggo siete molto informati su questo tipo di infortuneo.
Io non so se quello che sento sono i sintomi iniziali. Ogni tanto dopo la corsa, oppure dopo ore sento una sorta di scossa/indolenzimento nella parte esterna del ginocchio, anche se fatico ad individuare il punto esatto. Dopo la mezze di qualche settimana fa nulla. Il mio dubbio è che siano le scarpe che uso in allenamento mi fanno questo scherzo
Edoardo, io sono tutto tranne che esperto ma volevo condividere il mio percorso in termini di tempo/spese per dare una vaga indicazione a chi ne dovesse soffrire. Nel caso fossero i sintomi iniziali io ti consiglio di fare stretching (puoi trovare il thread qui nel forum) e vedere se risolvi prima di cambiare scarpe.
Forrest75 ha scritto:questa sindrome si cura principalmente con il riposo.
fermandosi ai primi sintomi per un mese e mezzo (statisticamente basta anche meno) il problema va via anche senza tecar o altre terapie strumentali.
ci sono passato già un paio di volte e non ho visto mai un fisioterapista...
Forrest sono d'accordo che il riposo è fondamentale, ho deciso di fare visite e quant'altro per due motivi: non ne ho mai sofferto e il dolore può essere confuso con problemi al menisco e volevo esserne certo, e inoltre ho pensato "e se dopo 1 mese non mi è passato quanto tempo anora devo perdere?". Secondo motivo è che sono un asino in certe cose ](*,) quindi non sentendo dolore duante il giorno (si presenta solo alla fine della corsa) sono sicuro che non sarei riuscito a resistere e sarei andato a correre dopo 1 settimana. In poche parole ho bisogno di qualcuno che mi dica e imponga di stare fermo. Di certo non sono troppo felice se penso a quanto dovrò spendere!

Aggiornamento: oggi inizierò a fare stretching al termine del mio allenamento in palestra, posterò i progressi.
Ciao a tutti
Every yard that i take i deserve

You want to know how I did it? This is how I did it. I never saved anything for the swim back
Avatar utente
AL 2011
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 188
Iscritto il: 4 giu 2011, 13:58
Località: nisseno

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da AL 2011 » 8 giu 2011, 19:51

Ciao a tutti! Chiedo consigli in materia visto che nel forum ci sono tanti esperti. Sono incappato, dopo qualche leggera e brevissima corsa, per l'ennesima volta, nella sindrome della bandelletta ileo tibiale (gin. sx). Il mio problema però è che dovendo recuperare tono muscolare (quadricipite sx) a causa di un'artroscopia per condropatia rotulea di 1° grado posso effettuare leg extension (0°-30° con carichi leggeri) senza dare problemi nel recupero della bit?
Consigli da dare avendo i problemi esposti sopra?
P.S. Sto facendo stretching ogni giorno della bit e nuoto solo 1 volta a settimana.
Grazie in anticipo!
Forza NomaJean che ce la faremo!!!
Ultima modifica di AL 2011 il 16 set 2011, 17:03, modificato 1 volta in totale.
Forrest75
Top Runner
Messaggi: 5836
Iscritto il: 10 ago 2010, 12:11

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da Forrest75 » 8 giu 2011, 22:16

non ho ben capito con che angolazione lavori alla leg ? cosa intendi per 0° ?
io so che in caso di condropatia rotulea (ne ho sofferto un annetto fa) bisogna lavorare sugli ultimi 30 gradi, meglio tenendo la punta del piede ruotata verso l'esterno (senza esagerare) per attivare maggiormente il vasto mediale.
a queste angolazioni non avrai problemi alla bandelletta (ci soffro purtroppo ciclicamente)
ottimo anche il lavoro di isometria.
cmq le regole base sono: riposo dalla corsa che va dalle 2 alle 4 settimane, stretching della fascia lata 2 volte al giorno, rinforzo degli adduttori, glutei, polpacci ed addominali nella fase acuta (prime due settimane)
poi dovresti gradualmente iniziare con il rinforzo della fascia lata.
quando alleni il quadricipite non puo isolare del tutto la fascia lata.
perchè il nuoto solo una volta a settimana ? consigilio del medico ?
stile e dorso ok, bandita assolutamente la rana.
evita anche la bici.
alla ripresa evita sali-scendi, piste circolari e bordo-strada :wink:
Corri Forrest, corri !!!

"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita"
Avatar utente
AL 2011
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 188
Iscritto il: 4 giu 2011, 13:58
Località: nisseno

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da AL 2011 » 9 giu 2011, 8:25

Grazie Forrest75!
Sono contento che fare la leg extension negli ultimi gradi non stressi la bandellletta.
Per 0° intendo gamba in completa estensione orizzontale. Il nuoto 1 volta alla settimana solo per problemi di tempo/lavoro e faccio solo stile e dorso.
Come si rinforza la fascia lata? E per quanto tempo (minuti) al giorno è necessario?Stessa domanda per l'isometria, quante ripetizioni?
Grazie ancora per il tempo dedicatomi! :D
AL 2011
Forrest75
Top Runner
Messaggi: 5836
Iscritto il: 10 ago 2010, 12:11

Re: Cronoca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da Forrest75 » 9 giu 2011, 10:45

ma il medico che ti ha seguito non ti ha suggerito nulla in proposito ? :nonzo:
sul web trovi diversi esempi di esercizi isometrici...
ad esempio ti linko questa pagina: http://www.msd-italia.it/altre/manuale/ ... 06204.html
visto che vai in palestra chiedi anche ad un istruttore competente :wink:
per la fascia lata puoi fare sollevamenti della gamba tesa con punta del piede estesa stando sdraiato sul tappetino su un fianco
meglio ancora mettiti alla spalliera, attacca sull'ultima stecca l'elastico con cavigliera e fai delle aperture laterali (verso l'esterno ovviamente): eseguile lentamente partendo con 3 serie da 10 aumentando col tempo le ripetizioni.
anche in questo caso puoi chiedere all'istruttore
Corri Forrest, corri !!!

"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita"
Rispondi

Torna a “Infortuni e terapie”