Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli.

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

Rispondi
PeppeTro
Novellino
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 mag 2016, 10:54

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da PeppeTro » 28 feb 2018, 12:07

robert1910 ha scritto:Da anni soffro di questo problema (ginocchio sx). Per la prima volta nel 2011, risolto con del potenziamento muscolare, ma ricompare frequentemente. Circa un mese fa, avverto una fitta nel ginocchio dx (quello sano) durante una corsa leggera di fine allenamento. Nelle ore successive nessun problema, il giorno dopo completamente zoppo ma ginocchio sgonfio. Due giorni dopo il dolore spariva totalmente, ma dopo pochi metri di corsa, il dolore compariva ed era impossibile continuare. Dopo 2 settimane di riposo, la situazione non è migliorata, nessun dolore al ginocchio dx, ma dolore fortissimo dopo pochi metri . Prenoto l'ecografia e il referto è il seguente:
L'indagine ha evidenziato bilateralmente una condizione di entesite della bendelletta ileo tibiale modicamente più accentuata a destro e, sempre bilateralmente, la presenza di modesto versamento nella loggia sottoquadricipitale di entità maggiore a sinistra.

I dolori che provo sono completamenti diversi, il fastidio al ginocchio sinistro è tipico della bendelletta mentre il dolore al ginocchio destro compare dopo pochi metri ed è talmente forte da impedire il proseguo della corsa.

è possibile che l'ecografia sia sbagliata? mi consigliate una risonanza?
Allora, per il potenziamento attento perché io avevo problemi anche per un'ipertrofia del vasto laterale. Riguardo la risonanza sì, per questo problema il medico mi ha consigliato di farla perché dovrebbe essere l'esame che meglio diagnostica il problema.
charlie
Novellino
Messaggi: 18
Iscritto il: 30 nov 2017, 17:58

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da charlie » 6 mar 2018, 19:00

Ciao a tutti, purtroppo penso di essermi imbattuto in questo maledetto infortunio...stavo preparando Roma e venerdì scorso ho sentito una fitta al ginocchio dx esterno, sono a riposo ma anche il giorno stesso dell'infortunio non avevo dolore a scendere o salire le scale (cosa che mi dicono avvenga). Sono iscritto alla strasimeno voglio tentare di farla a costo di saltare Roma.Secondo voi sbaglio? faccio un tentativo di corsa venerdì speriamo bene.
Dimenticavo...può essere che ho le scarpe scariche (ghost 10 con 560 km?)
42.195 km - 2:58:43 - Maratona di Ravenna - 12/11/2017
21.097 km - 1:23:15 - Maratonina dei Magi (San Benedetto del Tronto) -06/01/2018
micvis
Mezzofondista
Messaggi: 92
Iscritto il: 19 lug 2014, 18:29

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da micvis » 12 mar 2018, 19:48

charlie ha scritto:Ciao a tutti, purtroppo penso di essermi imbattuto in questo maledetto infortunio...stavo preparando Roma e venerdì scorso ho sentito una fitta al ginocchio dx esterno, sono a riposo ma anche il giorno stesso dell'infortunio non avevo dolore a scendere o salire le scale (cosa che mi dicono avvenga). Sono iscritto alla strasimeno voglio tentare di farla a costo di saltare Roma.Secondo voi sbaglio? faccio un tentativo di corsa venerdì speriamo bene.
Dimenticavo...può essere che ho le scarpe scariche (ghost 10 con 560 km?)
Nel dubbio io le scarpe le butterei subito. Non so quanto pesi e come corri ma a 560km il loro lo avranno già dato di sicuro

Inviato dal mio Mi A1 utilizzando Tapatalk
charlie
Novellino
Messaggi: 18
Iscritto il: 30 nov 2017, 17:58

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da charlie » 13 mar 2018, 10:46

La fiosioterapista mi ha detto che non è la bandelletta ma un risentimento del menisco esterno...anche perchè giovedì e venerdì ho fatto 16 km + 16 km senza forzare e non ho sentito dolore sabato ho fatto una tecar e domenica 30 km senza dolore...boh speriamo bene
42.195 km - 2:58:43 - Maratona di Ravenna - 12/11/2017
21.097 km - 1:23:15 - Maratonina dei Magi (San Benedetto del Tronto) -06/01/2018
lorenzino79
Novellino
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 gen 2018, 19:35

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da lorenzino79 » 8 apr 2018, 15:17

Due settimane di stop, foam roller, stretching, esercizi core... dopo 3 km ricomincia il dolore :( almeno prima dello stop ne correvo 5... Che amarezza!
A questo punto mi verrebbe voglia di cambiare scarpe
tabs78
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 553
Iscritto il: 27 lug 2012, 15:29

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da tabs78 » 10 apr 2018, 21:40

Ripropongo qui: ho fatto risonanza e risulta una condropatia, un versamento e bandeletta.
Tralasciando per un attimo che ho dolori in parti in cui non sembra esserci nulla vorrei chiedervi se è possibile che la sindrome della bandeletta vada a manifestarsi in una zona molto limitata in prossimità dell’osso?me ne accorgo alla digito pressione e perché alla fine il dolore è localizzato in un cm circa
fredyguarin14
Novellino
Messaggi: 29
Iscritto il: 23 feb 2018, 11:12

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da fredyguarin14 » 16 apr 2018, 9:19

Ragazzi ciao. Un mesetto fa dopo allenamento di 10 km inizio ad avvertire fastidio alla bandelletta. Premetto che ho incrementato il carico di allenamento all'improvviso. Comunque, a parte questo, sono stato fermo 20 giorni, ma il piccolo fastidio non è passato. ho ripreso a correre per due giorni alternando camminata e corsettina per mezzora, quindi niente di che. Il ginocchio non faceva male, ma sentivo che sottotraccia il fastidio c'era. Ieri ho iniziato a toccare la fascia lata e ci ho anche messo ghiaccio, ma sembra che ho peggiorato la situazione. Non è una condizione invalidante, ma non vorrei che il fastidio leggero poi si trasformi in dolore. Secondo voi debbo riposarmi ancora dopo quei 20 giorni? A parer vostro posso dedicarmi un po' alla bici? Accetto suggerimenti.
Avatar utente
SimoneFisioterapista
Novellino
Messaggi: 11
Iscritto il: 15 apr 2018, 18:01
Località: Firenze

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da SimoneFisioterapista » 16 apr 2018, 10:41

fredyguarin14 ha scritto:Ragazzi ciao. Un mesetto fa dopo allenamento di 10 km inizio ad avvertire fastidio alla bandelletta. Premetto che ho incrementato il carico di allenamento all'improvviso. Comunque, a parte questo, sono stato fermo 20 giorni, ma il piccolo fastidio non è passato. ho ripreso a correre per due giorni alternando camminata e corsettina per mezzora, quindi niente di che. Il ginocchio non faceva male, ma sentivo che sottotraccia il fastidio c'era. Ieri ho iniziato a toccare la fascia lata e ci ho anche messo ghiaccio, ma sembra che ho peggiorato la situazione. Non è una condizione invalidante, ma non vorrei che il fastidio leggero poi si trasformi in dolore. Secondo voi debbo riposarmi ancora dopo quei 20 giorni? A parer vostro posso dedicarmi un po' alla bici? Accetto suggerimenti.
Ciao, purtroppo non basta solo il riposo per uscire dalla famosa sindrome della bandelletta ileotibiale. Dovresti cercare soprattutto di individuarne la causa, come ad esempio un primo contatto di tallone, un passo troppo lungo, una cadenza bassa od una instabilità muscolare del bacino che portano ad avere un sovraccarico del ginocchio. Un pò di cross training con la bici può aiutare, senza però esagerare con dislivello e distanza.
fredyguarin14
Novellino
Messaggi: 29
Iscritto il: 23 feb 2018, 11:12

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da fredyguarin14 » 16 apr 2018, 11:17

SimoneFisioterapista ha scritto:
fredyguarin14 ha scritto:Ragazzi ciao. Un mesetto fa dopo allenamento di 10 km inizio ad avvertire fastidio alla bandelletta. Premetto che ho incrementato il carico di allenamento all'improvviso. Comunque, a parte questo, sono stato fermo 20 giorni, ma il piccolo fastidio non è passato. ho ripreso a correre per due giorni alternando camminata e corsettina per mezzora, quindi niente di che. Il ginocchio non faceva male, ma sentivo che sottotraccia il fastidio c'era. Ieri ho iniziato a toccare la fascia lata e ci ho anche messo ghiaccio, ma sembra che ho peggiorato la situazione. Non è una condizione invalidante, ma non vorrei che il fastidio leggero poi si trasformi in dolore. Secondo voi debbo riposarmi ancora dopo quei 20 giorni? A parer vostro posso dedicarmi un po' alla bici? Accetto suggerimenti.
Ciao, purtroppo non basta solo il riposo per uscire dalla famosa sindrome della bandelletta ileotibiale. Dovresti cercare soprattutto di individuarne la causa, come ad esempio un primo contatto di tallone, un passo troppo lungo, una cadenza bassa od una instabilità muscolare del bacino che portano ad avere un sovraccarico del ginocchio. Un pò di cross training con la bici può aiutare, senza però esagerare con dislivello e distanza.

Allora, vi ringrazio per la risposta e sarò breve: qualche mese fa dopo allenamento intenso ho avvertito dolore alla bandelletta. Mi sono allenato per 5 mesi senza fastidi. Mi hanno prescritto i plantari in quanto mi hanno riscontrato dismetria arto inferiore destro. Ho portato plantari, quello destro con leggero rialzo, per 3 mesi, ma benefici ne avevo pochi. La postura era migliorata a dire il vero, ma sentivo che le ginocchia e l'appoggio dei piedi erano "strani". Il ginocchio non faceva più male, ma ho caricato sul sinistro e la bandelletta, dopo allenamento spudorato di 10 km, si è spostata all'altro lato. Ho deciso di non mettere più i plantari perché i mesi prima e per tutta la vita precedente non ho mai avuto dolori alle ginocchia. Ho 27 anni. Adesso ho deciso di stare a riposo finchè non passa la bandelletta. Cosa posso fare nel frattempo?
PeppeTro
Novellino
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 mag 2016, 10:54

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da PeppeTro » 16 apr 2018, 12:47

fredyguarin14 ha scritto:
SimoneFisioterapista ha scritto:
Ciao, purtroppo non basta solo il riposo per uscire dalla famosa sindrome della bandelletta ileotibiale. Dovresti cercare soprattutto di individuarne la causa, come ad esempio un primo contatto di tallone, un passo troppo lungo, una cadenza bassa od una instabilità muscolare del bacino che portano ad avere un sovraccarico del ginocchio. Un pò di cross training con la bici può aiutare, senza però esagerare con dislivello e distanza.

Allora, vi ringrazio per la risposta e sarò breve: qualche mese fa dopo allenamento intenso ho avvertito dolore alla bandelletta. Mi sono allenato per 5 mesi senza fastidi. Mi hanno prescritto i plantari in quanto mi hanno riscontrato dismetria arto inferiore destro. Ho portato plantari, quello destro con leggero rialzo, per 3 mesi, ma benefici ne avevo pochi. La postura era migliorata a dire il vero, ma sentivo che le ginocchia e l'appoggio dei piedi erano "strani". Il ginocchio non faceva più male, ma ho caricato sul sinistro e la bandelletta, dopo allenamento spudorato di 10 km, si è spostata all'altro lato. Ho deciso di non mettere più i plantari perché i mesi prima e per tutta la vita precedente non ho mai avuto dolori alle ginocchia. Ho 27 anni. Adesso ho deciso di stare a riposo finchè non passa la bandelletta. Cosa posso fare nel frattempo?
Ciao, io ho fatto un po' di functional training, che ti aiuta a tenerti in forma mentre non sovraccarichi la bandelletta (si acuisce col movimento continuo della corsa, e quindi non si presenta col funzionale), ti lascio un link tanto per capire di che si tratta: https://www.youtube.com/watch?v=0Rv_blEHkBc

Nel frattempo ghiaccio e foam roller, quest'ultimo fatto come spiegato in questo video: https://www.youtube.com/watch?v=5YYb9vyj6zQ&t=208s
In sostanza dice di focalizzarsi maggiormente sul tfl, quindi sui muscoli più che sul tendine, perché il tendine è così duro e spesso che anche col foam roller gli fai il solletico praticamente. Puoi agire solo sui muscoli, rilassandoli. I muscoli della "catena" sono il tfl, in parte il vasto laterale e poi il tibiale anteriore. Agisci su questi, dovresti trovare la cosa dolorosissima, segno che funziona.

Infine, per ricominciare, ti suggerisco questa routine prima di correre: https://www.youtube.com/watch?v=CuRhjYqOjz0&t=358s

Finora per me ha funzionato, e ci sono passato per entrambe le ginocchia. Un'altra cosa da curare tantissimo è la meccanica di corsa. Cerca di studiare il movimento e vedi se c'è qualcosa da correggere. Spero di non essermi dilungato troppo :D
Rispondi

Torna a “Infortuni e terapie”