Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli.

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
SimoneFisioterapista
Novellino
Messaggi: 11
Iscritto il: 15 apr 2018, 18:01
Località: Firenze

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da SimoneFisioterapista » 16 apr 2018, 22:10

Concordo con quanto detto da Peppe Pro.
Se la dismetria è poca non utilizzare i plantari. Migliora il più possibile la tecnica di corsa, appoggio del piede, cadenza, ecc ecc.
fredyguarin14
Novellino
Messaggi: 29
Iscritto il: 23 feb 2018, 11:12

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da fredyguarin14 » 17 apr 2018, 10:20

Allora a livello di postura qualche beneficio l'ho avuto, anche perché il plantare con rialzo a destra non è correttivo, ma compensativo e non ha rialzo eccessivo. Solo che a livello di corsa sento che benefici ce ne sono pochi, forse mi rallentano pure. Ho corso 5 mesi 3 o 4 volte a settimana senza avere problemi di bandelletta. Se la dismetria era accentuata assai non avrei dovuto avere fastidi prima? E se li usassi nella vita quotidiana e poi per correre li levassi? Accetto suggerimenti.
Avatar utente
pangiagio
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 5 nov 2017, 14:30
Località: Tradate(Va)

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da pangiagio » 17 apr 2018, 11:50

Io ho avuto problemi con la bandelletta per parecchi mesi. Le ho provate praticamente tutte : riposo , ginocchiera Zamst, stretching, etc... ma purtroppo non avuto nessun miglioramento evidente.
Circa un mese fa la svolta: ho fatto una seduta dall'Osteopata di circa un'ora e da allora come per incanto è sparito il dolore.

L'Osteopata ha "lavorato" sulla schiena, sul muscolo della fascia lata e sulla tibia, che risultava effettivamente "non in asse" (non so se il termine è corretto). Mi ha anche consigliato di fare una visita medica dal podologo, poiché il tutto potrebbe nascere da un problema ai piedi. Mi ha anche consigliato di fare sempre stretching pre e post allenamento, nonché dei semplici esercizi che vanno a rinforzare il gluteo medio.

Da allora ho ripreso a correre anche distanze per me lunghe (22-25 Km) senza particolari problemi, ho anche deciso di andarci una volta al mese giacché male non fa sicuramente, anzi....

Questa naturalmente è la mia esperienza.
21K 26/11/2017 Milano21 Half Marathon 1.53.28
25K 22/04/2018 Sarnico-Lovere 2.15.20
luca74
Mezzofondista
Messaggi: 104
Iscritto il: 27 dic 2015, 11:26

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da luca74 » 18 apr 2018, 10:58

Ciao a tutti, vi faccio una breve sintesi della mia situazione prima di farvi una domanda: correvo circa 40/50km alla settimana (4/5 sedute) fino a Gennaio poi ho cominciato a soffrire di questa patologia. Fatta risonanza (che non ha evidenziato altre lesioni) e visitato dal dottor Migliorini (ortopedico e medico della nazionale di Triathlon per chi non lo conoscesse), dopo 2 mesi e mezzo di stop completo dalla corsa (fatto bici che non mi dava dolore) 2 infiltrazioni di acido ialuronico e due sedute laser ho ripreso a correre per circa un mese fino ad arrivare a 3 allenamenti settimanali di max 10km senza alcun fastidio e poi, qualche giorno fa il problema si è ripresentato (a riposo tra l'altro) e quindi nuovo stop dalla corsa e vediamo cosa mi dirà la prox visita.
Domanda: qualcuno ha sostenuto l'operazione di detensione della bandelletta? E' un intervento in anestesia totale e quali sono i tempi di ripresa soprattutto si riesce a guarire definitivamente?
Grazie
Avatar utente
SimoneChesi
Novellino
Messaggi: 8
Iscritto il: 17 apr 2018, 20:38

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da SimoneChesi » 18 apr 2018, 12:04

luca74 ha scritto:Ciao a tutti, vi faccio una breve sintesi della mia situazione prima di farvi una domanda: correvo circa 40/50km alla settimana (4/5 sedute) fino a Gennaio poi ho cominciato a soffrire di questa patologia. Fatta risonanza (che non ha evidenziato altre lesioni) e visitato dal dottor Migliorini (ortopedico e medico della nazionale di Triathlon per chi non lo conoscesse), dopo 2 mesi e mezzo di stop completo dalla corsa (fatto bici che non mi dava dolore) 2 infiltrazioni di acido ialuronico e due sedute laser ho ripreso a correre per circa un mese fino ad arrivare a 3 allenamenti settimanali di max 10km senza alcun fastidio e poi, qualche giorno fa il problema si è ripresentato (a riposo tra l'altro) e quindi nuovo stop dalla corsa e vediamo cosa mi dirà la prox visita.
Domanda: qualcuno ha sostenuto l'operazione di detensione della bandelletta? E' un intervento in anestesia totale e quali sono i tempi di ripresa soprattutto si riesce a guarire definitivamente?
Grazie
Buongiorno, ma prima di arrivare all'intervento non conviene scoprire la causa e lavorare su questa? Altrimenti rischi che dopo l'intervento si possa ripresentare comunque il problema. Se si sovraccaricato la bandelletta vuol dire che c'è qualcosa di meccanicamente sbagliato nella corsa, è veramente molto raro che ci sia una problematica strutturale della bandelletta che necessita l'intervento.
Nel mio blog troverai molti consigli utili! Cercami!
luca74
Mezzofondista
Messaggi: 104
Iscritto il: 27 dic 2015, 11:26

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da luca74 » 18 apr 2018, 14:12

SimoneChesi ha scritto:
luca74 ha scritto:Ciao a tutti, vi faccio una breve sintesi della mia situazione prima di farvi una domanda: correvo circa 40/50km alla settimana (4/5 sedute) fino a Gennaio poi ho cominciato a soffrire di questa patologia. Fatta risonanza (che non ha evidenziato altre lesioni) e visitato dal dottor Migliorini (ortopedico e medico della nazionale di Triathlon per chi non lo conoscesse), dopo 2 mesi e mezzo di stop completo dalla corsa (fatto bici che non mi dava dolore) 2 infiltrazioni di acido ialuronico e due sedute laser ho ripreso a correre per circa un mese fino ad arrivare a 3 allenamenti settimanali di max 10km senza alcun fastidio e poi, qualche giorno fa il problema si è ripresentato (a riposo tra l'altro) e quindi nuovo stop dalla corsa e vediamo cosa mi dirà la prox visita.
Domanda: qualcuno ha sostenuto l'operazione di detensione della bandelletta? E' un intervento in anestesia totale e quali sono i tempi di ripresa soprattutto si riesce a guarire definitivamente?
Grazie
Buongiorno, ma prima di arrivare all'intervento non conviene scoprire la causa e lavorare su questa? Altrimenti rischi che dopo l'intervento si possa ripresentare comunque il problema. Se si sovraccaricato la bandelletta vuol dire che c'è qualcosa di meccanicamente sbagliato nella corsa, è veramente molto raro che ci sia una problematica strutturale della bandelletta che necessita l'intervento.
Ho il piede piatto e a quanto detto il problema può essere legato a questo. Fino a 2/3 anni fa utilizzavo il plantare per correre e poi ho cominciato ad usare delle scarpe stabili A4 nella corsa, ora usavo le Mizuno Inspire (anche se essendo iperpronatore dovrei sovraccaricare le parti interne e non quelle esterne del ginocchio e non ho mai capito perchè succeda il contrario). Ho anche programmato una visita con l'osteopata a breve per capire se esistono altri problemi
Avatar utente
SimoneChesi
Novellino
Messaggi: 8
Iscritto il: 17 apr 2018, 20:38

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da SimoneChesi » 18 apr 2018, 15:35

Essendo pronatore sovraccarichi il ginocchio lateralmente perché il piede "cade" all'interno, si porta dietro il ginocchio che cede internamente e quindi si allungano le strutture laterali del ginocchio stesso. A maggior ragione se il problema parte dai piedi è poco utile l'intervento.
Nel mio blog troverai molti consigli utili! Cercami!
tabs78
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 553
Iscritto il: 27 lug 2012, 15:29

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da tabs78 » 26 apr 2018, 8:32

Ciao, mi perdo nella lunghezza della discussione. In concreto per rinforzare i muscoli che esercizi consigliate?
PeppeTro
Novellino
Messaggi: 40
Iscritto il: 17 mag 2016, 10:54

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da PeppeTro » 26 apr 2018, 15:47

tabs78 ha scritto:Ciao, mi perdo nella lunghezza della discussione. In concreto per rinforzare i muscoli che esercizi consigliate?
Io facevo quelli in figura 3 e 4 di questo link http://www.runningwritings.com/2012/02/ ... tions.html per il tensore.
In più aggiungevo il potenziamento del gluteo medio, un esempio potrebbe essere posizione carponi, portare indietro la gamba fino ad essere completamente dritta e parallela al corpo (come un cavallo che scalcia per intenderci); oppure sdraiato supino, gambe piegate a 90°, "spingere" col bacino e alzarlo fino a formare una linea retta tra cosce e busto. In ogni caso cerca su youtube "strenghten glutes", trovi di tutto.
luca74
Mezzofondista
Messaggi: 104
Iscritto il: 27 dic 2015, 11:26

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggio da luca74 » 27 apr 2018, 8:58

SimoneChesi ha scritto:Essendo pronatore sovraccarichi il ginocchio lateralmente perché il piede "cade" all'interno, si porta dietro il ginocchio che cede internamente e quindi si allungano le strutture laterali del ginocchio stesso. A maggior ragione se il problema parte dai piedi è poco utile l'intervento.
Per suffragare quanto detto ho fatto visita con osteopata che, oltre a problemi di scarsa elasticità di schiena e bacino, ha evidenziato che il piede sin è notevolmente più piatto del dx, con quest'ultimo invece riesco a bilanciare abbastanza bene. Con le a4 attuali il piede sin non ha mobilità nella caviglia e scarica tutto su anca/ginocchio, in pratica per l'arto sinistro con le a4 appoggio e scarico tutto sulla parte esterna del tallone, quindi a suo dire le a4 sono da escludere nel mio caso (proprio perchè i miei due piedi sono sensibilmente diversi) e sono da utilizzare le a3 con planatari. Next step sarà quello di trovare nella mia zona (vigevano) un posto dove fare plantare e poi metterlo su a3 che dovrò scegliere
Rispondi

Torna a “Infortuni e terapie”