Pubalgia

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli

Moderatori: F-lu, grantuking, Hystrix, gian_dil

Avatar utente
fratris
Maratoneta
Messaggi: 374
Iscritto il: 27 mar 2011, 23:02
Località: Foggia

Re: Pubalgia

Messaggio da fratris »

Vorrei non doverti rispondere perchè le mie notizie non sono incoraggianti.

- non è ancora passata. Siamo all'ottavo mese di infiammazione.
- a detta di molti, con una pubalgia si può star fermi anche un anno.
- nessuna terapia è servita.
- serve molto allungare e decontrarre la muscolatura
- un lieve miglioramento, nel corso di tutto questo tempo, c'è stato, ma non ancora definitivo. In altre parole, prima avevo dolori anche solo camminando, ora non più.

Se hai altre domande, sono qui :-)
Io faccio il bene e faccio il male. Sono come il vento. Soffio in tutte le direzioni.
marycarmy
Novellino
Messaggi: 16
Iscritto il: 13 dic 2011, 16:26

Re: Pubalgia

Messaggio da marycarmy »

arrivo io ora a fare domande :D
non ti lascio mica sola con la tua pubalgia eh (ps a parte gli scherzi come stai?)
io sto appena iniziando a "correre" nel senso che faccio 5 km e poco piu in 40-45 minuti ed esco 2 volte alla settimana..cosi poco xkè al di la del tempaccio e degli impegni mi viene questo strano dolore inguinale x cui devo stare ferma qlke giorno prima di uscire nuovamente..
leggendo qua e la su internet i sintomi somigliano a quelli della pubalgia ma premetto che non ho ancora fatto visite mediche dato il dolore leggero che, prima di sapere tutto cio, sottovalutavo..
praticamente faccio stretching qlke minuto, cammino circa 6 minuti e poi inizio a correre col mio passo blando...nella fase finale della corsa inizia leggermente il dolore,
qndo torno a casa, stretching, addominali, doccia calda e il dolore è lieve ma c è sempre...a letto il muscolo disteso sento che tira un pò..
il giorno dopo il dolore è molto più intenso, cammino ma con dolore...
Sono preoccupata perchè ho appena iniziato, mi sta piacendo moltissimo, e ho ne ho bisogno xke son ferma da parecchio e la cellulite mi sta gonfiando qndi ne necessito anche x motivi di salute...
forse dovrei fare un ecografia....?
Avatar utente
gemon
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 927
Iscritto il: 2 mag 2011, 15:20
Località: prov.roma

Re: Pubalgia

Messaggio da gemon »

ti racconto la mia: giocavo a calcio, e la pubalgia specie sui carichi di lavoro è frequentissima quanto maledettissima, me la sono portato dietro più di un anno... volevo del tutto smettere di giocare al calcio, conitnui riposi ghiaccio tens, foresi, non ricordo neanche il nome delle mille cose che ho fatto. Poi così per caso sono andato da un fisioterapista (a Roma, un mio caro amico), che praticando la fisioterapia posturale globale mi ha rimesso al mondo in un mese... si un mese.... io ero arrivato al punto che la mattina per scendere dal letto mi dovevo rotolare giù... poi dopo queste sedute di fisioterapia (senza alcun macchinario, solo le sue sante mani, ed il mio minutino tutte le sere) ho risolto alla grandissima ed ora posso dire dopo u paio di anni che non ho avuto più alcun tipo di problema pubalgico!!!!! quindi non vi abbattete bisogna solo cercare la soluzione giusta per il problema.... poi per caritù ognuno reagisce a suo modo, ma io sono rinato!
10km 38:08 (miguel gen 2019)
21km 1:26:55 (fiumicino nov 2017)
Avatar utente
Ale57
Top Runner
Messaggi: 6017
Iscritto il: 23 nov 2009, 11:03
Località: Cazzago San Martino (BS)

Re: Pubalgia

Messaggio da Ale57 »

Ragazzi.... sono molto interessato a questo 3d.
Grazie per i consigli che avete dato.
Ebbene sì, ci son dentro anch'io anche se finora i sintomi sono, come dire? sopportabili.
Oggi inizio dal fisioterapista.

Ah, in bocca al lupo a tutti voi, anzi a tutti NOI.
:salut:
Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Mi sveglio sempre allegro (Krily)
marycarmy
Novellino
Messaggi: 16
Iscritto il: 13 dic 2011, 16:26

Re: Pubalgia

Messaggio da marycarmy »

grazie per i pareri sempre molto utili...
io ieri sono andata dal medico e mi ha detto di non fare ulteriori accertamenti in quanto per lei è in realtà uno stiramento del quadricipite qndi applico pomata e via...mi vieta di fermarmi percio penso di fare un po di esercizi e riprendere pero camminando per vedere come va...poi nel menter cerco un programma di allenamento adatto nelle altre discussioni..
crepi il lupo x tutti ;)
Avatar utente
max1974
Novellino
Messaggi: 31
Iscritto il: 6 nov 2011, 17:48

Re: Pubalgia

Messaggio da max1974 »

Ciao ragazzi.....
nell'inferno della pubalgia ci sono caduto anchio purtroppo...........
la mia storia e semplice credo che sia partito tutto dopo la maratona di Milano .... finita malissimo dovuta alla giornata da 30° in aprile una fortuna sfacciata!!!! praticamete ho fatto gli ultimi 5 km in preda ai crampi dovuti sicuramente ad una eccessiva sudorazione di cui non ero abituato i n quanto ho fatto tutta la preparazione al freddo......
invece di un meritato riposo da li ad un mese e mezzo ho corso tre mezze maratone l'ultima a giugno e i primi segnali sono arrivati... un dolore al'inguine andava e veniva....poi e arrivata la stagione estiva dove ho rallentato e il male e passato ma poi quando a settembre ho ricominciato l'attivita agonistica il
dolorino e diventato sempre piu forte fio al crack di fine novembre....
da allora sto in questo inferno tre mesi e non si vedono miglioramenti ..... strecing....posture .... e una volta alla settimana dal fisioterapista.....
tutti mi dicono che devo avere pazienza ma la cosa e molto frustrante.....
l'unica fortuna e che a me il fisioterapista mi a detto di continuare a correre no come prima 6 giorni a settimana con giorno dedicato ale ripetute ma 3-4 volte e non piu di 40 minuti......
Avatar utente
Taminog
Mezzofondista
Messaggi: 55
Iscritto il: 1 nov 2011, 18:39

Pubalgia

Messaggio da Taminog »

Ho già postato in altre sezioni del Forum la mia esperienza, ma visto che ritenete interessante tutto ciò che riguarda la pubalgia di seguito la mia diagnosi medica post ecografica del Gennaio 2012:

"L'indagine ecografica evidenzia edenopatie ovalari con aspetto reattivo delle dimensioni medie di 1 cm.
Dismogeneità strutturale, ipoecogena, in corrispondenza dei muscoli adduttori compatibili con esiti traumatici.
Pervi i vasi iliaci-femorali superficiali"

Praticamente è confermato lo strappo al muscolo tendineo dell'inguine.

Cure indicate dal medico di base: riposo assoluto e pomata all'arnica, o tipo Voltaren.

Il problema è iniziato nel "lontano" Agosto del 2011 e da allora ho fatto due stop da circa un mese per volta.

Si lo so è strano, ma fortunatamente più che un dolore è un fastidio, il quale mi ha permesso di fare una 100 km (Ottobre 2011) e il mese scorso una 45 km in montagna.

Proprio oggi dopo il secondo stop di circa 35 gg ho rimesso le mie scarpette per farmi il mio giretto da 10 km .... In tutta serenità :)

Quando corro non avverto dolori, anche perché è da mesi che oramai l'andatura è sui 5 min/km di media, ma il "famoso" fastidio che prima era proprio come dice l'ecografia, nella zona inguinale, ora è come se si fosse spostato più su sempre sulla parte sinistra, ma in coincidenza degli addominali inferiori.

A Marzo ho la visita medico sportiva, e accennerò la cosa al medico sportivo. Nel mentre visto che stando fermi il problema non si è risolto del tutto, mi allenerò con estrema cautela, evitando sessioni di allenamento (tipo ripetute, staccate) faticose.

Concludo presumendo solo, che la causa di tutto ciò possa essere stata un'errato modo di allenarsi, senza riscaldamenti e senza stretching ne tantomeno alcuna ginnastica alternativa adatta al potenziamento della fascia addominale.
Equipment Garmin Forerunner 310XT - SW Mac Ascent -

PB Maratona: 03:15:30
PB Mezza: 01:29:02
PB 100 km: 11:07:30

----------------------------------------------------------------
Avatar utente
megatony99
Ultramaratoneta
Messaggi: 1201
Iscritto il: 9 set 2010, 13:32
Località: Oderzo

Re: Pubalgia

Messaggio da megatony99 »

ciao a tutti
per mia sfortuna mi sto interessando a questo 3d a causa di alcuni dolori che sono comparsi nelle ultime settimane.
la zona interessata è quella dell'interno coscia alta e il basso pube (la zona dove si sente l'osso pubico appena sopra a "willy" per capirci :emb: )
il dolore compare nei primi passi di corsa; man mano che mi scaldo nel giro di 1 km cala ma non del tutto e resta lì a dare fastidio, senza costringermi a fermarmi ma starei meglio senza.
se faccio una pausa il dolore cessa, così come cessa quando finisco la corsa. salvo ripresentarsi un po' più intenso dopo essermi raffreddato. i giorni successivi ad una da 25km e un'altra tranquilla di 12km ho avuto dolore appena alzato la mattina e poi a calare nel corso della giornata. oggi è il secondo giorno di stop dopo la 12km e non sento quasi niente. so che probabilmente se mi metto a correre si ripresenterebbe il dolore.
faccio esercizi di test senza dolori particolari, sia a caldo che a freddo (per es.seduto a gambe piegate, con i piedi appaiati sulle piante e facendo resistenza sulle gambe mentre cerco di chiuderle verso l'alto; oppure da disteso portando il ginocchio verso il petto si dovrebbe sentire dolore invece niente; o ancora facendo funzionare gli adduttori con esercizi mirati).
non so se pensare ad un "semplice" sovraccarico (sto preparando Roma e proprio domani dovrei fare un LL da 30-35 km), gli allenamenti al freddo intenso delle settimane di gennaio/febbraio,...... o se parlare proprio di pubalgia. e non so a che medico o fisioterapista rivolgermi.
un fisioterapista potrebbe già dare indicazioni affidabili o occorre un'ecografia?
grazie a tutti
ciao
06.11.11 NYCM 3:36:58
07.10.12 Chicago 3:08:54
15.04.13 Boston 3:13:32
29.09.13 Berlino 3:09:24
28.02.14 Tel Aviv 3:08:41
28.02.16 Tokyo 3:05:22 (ultima delle 6 major!)
28.03.16 Unesco Cities Marathon 2:58:56
Avatar utente
Emiliano
Mezzofondista
Messaggi: 70
Iscritto il: 28 apr 2009, 11:36
Località: Scorzè (VE)

Re: Pubalgia

Messaggio da Emiliano »

Ciao a tutti,

purtroppo nel “tunnel” della pubalgia ci son caduto anch’io e faccio fatica ad uscirne; ho trovato molto interessanti i vs messaggi e volevo raccontarvi la mia esperienza, sperando di ottenere anche qualche consiglio…
A fine settembre 2011 faccio l’ultimo triathlon sprint della stagione, una bella domenica di fine estate.
Il lunedì però mi sveglio con un dolore abbastanza intenso alla coscia sx; ritengo si tratti di uno stiramento o qualcosa del genere, provo a rimanere fermo qualche giorno (che poi diventa qualche settimana…); passa così il dolore muscolare ma ne sento un altro più profondo che a riposo non si fa sentire ma che si presenta quando faccio “leva” per alzarmi dalla sedia, o quando mi alzo da letto, ecc… Provo a correre (siamo a novembre) ma dopo pochi m sento delle fitte intense ed profonde tra coscia ed inguine e devo fermarmi…Vado così da un medico sportivo, che mi dice che ho il tendine dell’adduttore sx infiammato, cioè una forma di pubalgia; mi dice che l’unica soluzione è stare a riposo dalla corsa per almeno 2-3 mesi ().
Resto così fermo, faccio solo un po’ di nuoto (stile e dorso ma senza fare gambe) e provo a fare un po’ di bici leggera; ben presto però decido di smettere pure con la bici anche perché sento dei dolori fra le cosce, come quando c’è il classico sfregamento, anche se mi rendo conto poi che non si tratta di sfregamento ma di un dolore più profondo ai muscoli e tessuti di quella (delicata) zona.
Mi viene consigliato da amici un osteopata/fisioterapista molto bravo: mi visita e mi conferma la pubalgia, mi da anche una “raddrizzata” alla postura (cosa che ha subito i suoi effetti perché mi spariscono dei dolori che avevo anche ai bassi muscoli addominali) e mi consiglia di fare subito un’ecografia per capire l’entità di questa pubalgia.
Riporto di seguito la diagnosi dell’ecografia:


In corrispondenza della regione dolente alla radice della coscia di sinistra sul versante mediale ed in regione inguinale omolaterale si evidenzia ispessimento ipoecogeno di 12 x 6 mm in sede di entesi pubica del muscolo adduttore lungo; tale ispessimento tissutale presenta minute calcificazioni laterali e scarsa vascolarizzazione al color doppler, da enteropatia cronica.
Il ventre muscolare dell’adduttore lungo appare ispessito e assai poco comprimibile, da contrattura antalgica; tale aspetto si rileva in misura assai più ridotta anche contro lateralmente.
Con manovra di potenzamento si assiste a breve penetrazione di tessuto adiposo nel canale inguinale di sinistra, tipo punta d’ernia.
Non significative linfoadenomegalie.
Conclusioni: pubalgia sinistra; punta d’ernia sinistra.


Sicchè scopro che non basta la pubalgia ma c’è anche un principio d’ernia inguinale!
Soprattutto vi è una calcificazione al tendine che, come mi viene detto, probabilmente si è creata da molto tempo a seguito di gare e allenamenti (ho fatto 10 maratone negli ultimi 5 anni e da un paio ho iniziato a praticare triathlon) fatti probabilmente con una postura errata.

Ora è da 3 settimane e mezza che, su consiglio di questo specialista, sto facendo trattamento con ultrasuoni (ogni sera, a casa, con un dispositivo che ho noleggiato) e una ginnastica (tipo isometria) carponi su un tappetino, che coinvolge intra ed estra rotazioni dell’anca e ischio crurali-psoas + medio e piccolo gluteo; tutto questo, come da programma, deve durare un mese, con l’obiettivo – in parole povere - di far regredire quella calcificazione e dare un po’ più di “elasticità” al tendine.
Ho quasi terminato questa cura: sento solo dei moderati miglioramenti (ma ho pure l’impressione di qualche ricaduta ogni tanto); di questo passo ho come l’impressione di dover andar avanti così ancora per dei mesi…
Devo tornare nei prossimi giorni dall’osteopata e sentiremo che dice.

Sono abbastanza demoralizzato, dopo 6 mesi di assenza dalle corse ho paura che ne servano altrettanti e soprattutto non so cosa aspettarmi per la mia futura attività sportiva…

Ogni consiglio o parere è più che ben accetto; soprattutto, se c’è qualcuno che ha avuto esperienze analoghe o qualche specialista che legge queste righe, apprezzerei molto sapere che terapie mi consiglia.

Un in bocca al lupo a tutti quelli che si trovano nella mia stessa situazione e speriamo di vederci presto in gara! 
Emiliano

--------

10 K: 40m 05s (24/06/11 Mestre)
21K: 1h 33m 30s (10/10/10 Mantova)
42k: 3h 25m 21s (24/10/10 Venezia)


next:
????
Avatar utente
Emiliano
Mezzofondista
Messaggi: 70
Iscritto il: 28 apr 2009, 11:36
Località: Scorzè (VE)

Re: Pubalgia

Messaggio da Emiliano »

fratris ha scritto:Vorrei non doverti rispondere perchè le mie notizie non sono incoraggianti.

- non è ancora passata. Siamo all'ottavo mese di infiammazione.
- a detta di molti, con una pubalgia si può star fermi anche un anno.
- nessuna terapia è servita.
- serve molto allungare e decontrarre la muscolatura
- un lieve miglioramento, nel corso di tutto questo tempo, c'è stato, ma non ancora definitivo. In altre parole, prima avevo dolori anche solo camminando, ora non più.

Se hai altre domande, sono qui :-)
Ciao Fratris,

ho letto i tuoi post e mi sembra che i sintomi assomiglino parecchio ai miei.
Volevo sapere come stavi, se è passato il dolore dall'ultimo post oppure se sei ancora sotto col problema.

Io ho finito pochi giorni fa con gli ultrasuoni, ad un certo punto pareva che ci fossero miglioramenti ma è bastato "muovere" un po' le gambe a nuoto (mi limito a fare solo stile e dorso) e son tornati i dolori con gli interessi.
I miei dolori solitamente sono localizzati abbastanza centralmente sotto i bassi addominali, tipo in corrispondenza dell'osso pubico, ma a volte "camminano" per tutta la regione pubica e me li ritrovo anche in altre zone; oggi ad esempio avevo fastidio esternamente all'anca (sia lato dx che sx!); inoltre ho un fastidio quasi costante sull'interno coscia, per intendersi sulla zona del corpo che si appoggia sulla sella quando si va in bicicletta (bastano 5 min di riscaldamento leggero su cyclette prima di fare stretching, e mi ritrovo con dolori...).
Nel mio caso, stando a quanto mi ha detto l'osteopata, l'ostacolo maggiore è rimuovere la calcificazione che si è creata sul tendine dell'adduttore; a tal proposito ho letto di recenti terapie (dolorose ma efficaci) a base di onde d'urto.
Anche nel tuo caso sono state riscontrate calcificazioni o si tratta "solo" di infiammazione?
Emiliano

--------

10 K: 40m 05s (24/06/11 Mestre)
21K: 1h 33m 30s (10/10/10 Mantova)
42k: 3h 25m 21s (24/10/10 Venezia)


next:
????

Torna a “Infortuni e terapie”