Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
mentorex
Maratoneta
Messaggi: 367
Iscritto il: 14 dic 2010, 9:21

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da mentorex »

Ciao ex-podista, spero che il tuo post intervento prosegua senza problemi e ti auguro una pronta guarigione.
Io ormai vado a mille, e Haglund è solo un brutto ricordo. Domenica ho fatto 10000 a 3,50 min/km.
Il dott. S.F. ci sa fare con i piedi.

p.s. per chi è interessato, credo, se non ricordo male, che nei miei post precedenti c'è anche la lastra del mio calcagno e altre foto che documentano
la mia situazione all'epoca dell'intervento
Personal Record
- 10km-34'
- 21,097km-1h15'
- 42,195km-2h44' (Parigi-Venezia), ho fatto 21 maratone tutte sotto le 3 ore
- 50 km-3h28' (50 km di Romagna), 4h08' (Pistoia-Abetone)
- 60km-4h34' (60km del Trasimeno)
- 100km-9h14' (100km del Passatore)
ex podista
Novellino
Messaggi: 8
Iscritto il: 13 mar 2019, 19:51

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da ex podista »

Ieri sono stato dal dott. che mi ha operato per visita di controllo, mi dice che tutto procede per il meglio : a suo dire il tendine e' quasi guarito del tutto mentre per il calcagno, la zona dolente causa Haglund, devo essere "paziente" ovvero per circa 3/4 mesi di pedalare e correre non se ne parla. Le mie sensazioni a 20 gg. dall'intervento:
ogni giorno che passa riesco a muovere il piede sempre di piu' , piu' a lungo e sentendo sempre meno dolore; tengo le scarpe quasi (scarpe da running con la conchiglia posteriore rimossa e con un rialzo di circa 4/5 cm. all'interno)tutto il giorno,pero' appena posso mi siedo togliendomi la scarpa, metto il ghiaccio il piu' possibile. Il piede si presenta un poco gonfio sul calcagno esterno mentre i lividi sono scomparsi. Salgo le scale facilmente mentre per scenderle devo fare uno scalino per volta, ovvero provo dolore nel piegare il piede come pure non posso caricare il peso sulla punta del piede operato,durante tutta la giornata mi prendono delle fitte piu' o meno dolorose, cammino ininterrottamente per circa 500m., domenica ho provato a pedalare per 10' su una spin bike......... e' stato complicato credo proprio cosi' come mi ha detto il dottore che devo aspettare. Mi ha anche consigliato di dedicarmi al nuoto Vorrei mettere delle foto ma devo chiedere aiuto a mio figlio in quanto sono imbranato con il pc, e mio figlio ha sempre qualcosa di meglio da fare. Saluti
Avatar utente
mentorex
Maratoneta
Messaggi: 367
Iscritto il: 14 dic 2010, 9:21

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da mentorex »

Devi avere pazienza e non accelerare i tempi. Tieni conto che nel mio caso il tendine non aveva alcun problema e mi è stato fresato solo l'osso. Per questo il mio recupero è stato relativamente veloce.
Personal Record
- 10km-34'
- 21,097km-1h15'
- 42,195km-2h44' (Parigi-Venezia), ho fatto 21 maratone tutte sotto le 3 ore
- 50 km-3h28' (50 km di Romagna), 4h08' (Pistoia-Abetone)
- 60km-4h34' (60km del Trasimeno)
- 100km-9h14' (100km del Passatore)
ex podista
Novellino
Messaggi: 8
Iscritto il: 13 mar 2019, 19:51

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da ex podista »

Dopo circa 40 gg. dall'intervento riscontro quanto segue:
riesco a camminare per circa 1000m.,scendo correttamente le scale,uso scarpe aperte dietro(conchiglia posteriore asportata) nelle scarpe ho sempre una soletta alta circa 3 cm., non posso tenere per molto tempo le scarpe, metto il ghiaccio il piu' possibile,il piede e' ancora un poco gonfio all'esterno in prossimita' del malleolo e zona calcagno tendine achille, il dolore che lamentavo sul calcagno all'interno e' ancora presente alla palpazione, tutto il calcagno mi fa male compreso il malleolo esterno, oggettivamente stavo meglio prima di operarmi, spero che tutto migliori con il tempo e che i dolori siano causati dal post operazione.
La cosa che mi preoccupa e' il perdurare del dolore all'interno del calcagno, ovvero il punto che mi faceva male e per il quale mi hanno rimodellato il profilo dell'osso. Io credevo che rimossa la causa l'ifiammazione della borsa il dolore doveva cessare, i dolori nuovi li giustifico ma quello solito mi preoccupa tantissimo, inoltre forse a causa di un modo anomalo di camminare ho il ginocchio (ho un menisco in meno con conseguente contropatia) che mi fa davvero male. Conto di tenervi aggiornati a breve
tombor
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 27 lug 2019, 21:41

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da tombor »

Salve a tutti, sono un podista amatoriale che purtroppo da circa 6 mesi convive con una dolore al tendine di Achille sx dopo aver provato di tutto dal riposo alla fisioterapia, ginnastica eccentrica sono passato alle terapie fisiche ( tecar, onde d’urto ) sempre con scarsi risultati. Ho visto anche un podologo e fatto dei plantari per correggere dei difetti posturali. Ciò nonostante Il dolore mi accompagna sempre tutto il giorno specie a freddo al mattino oppure dopo un po’ che sto fermo...ho provato anche un trattamento più invasivo che si chiama EPTE e consiste nel inserire un ago da agopuntura sotto guida ecografia e far passare della corrente a basso voltaggio.. il tutto con lo scopo di “sciogliere” quelle dannate calcificazioni sulla zona di inserzione del tendine. Ma anche con quest’ultimo trattamento non ho avuto grandi miglioramenti..ho fatto un RMN che documenta un quando di tendinosi con presenza di calcificazioni ed un profilo calcaneare che appare in conflitto con il tendine. Premesso che non capisco come mai dopo 15 anni di corse senza problemi su tutte le distanze dai 10 km fino ai 100 km il tutto sia esploso quasi all’improvviso dopo un breve periodo di inattività in seguito ad un infortunio muscolare, a breve ho deciso di sottopormi all’intervento che faro a Milano. Il chirurgo mi ha proposto la tecnica con il taglio tradizionale che a suo giudizio permette una migliore visione e garantisce una pulizia delle calcificazioni che non sarebbe possibile in artroscopia in più farà una resezione dell’esostosi calcanerae.
Mi ha parlato di 6 mesi di stop e poi piano piano secondo lui si torna a correre anche lunghe distanze...
Da quello che leggo qui non mi sembrano tutte rose fiori...vi terrò aggiornati mi opero a settembre
Avatar utente
mentorex
Maratoneta
Messaggi: 367
Iscritto il: 14 dic 2010, 9:21

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da mentorex »

Io, prima di essere operato, ho aspettato tanto affinchè si affinasse la tecnica artroscopica e avessi così potuto evitare l'intervento tradizionale, pensa un po'.
In bocca al lupo.
n.b. Se utilizzasse occhiali da vicino per vederci meglio forse sto medico riuscirebbe ad operarti anche in artroscopia.
Personal Record
- 10km-34'
- 21,097km-1h15'
- 42,195km-2h44' (Parigi-Venezia), ho fatto 21 maratone tutte sotto le 3 ore
- 50 km-3h28' (50 km di Romagna), 4h08' (Pistoia-Abetone)
- 60km-4h34' (60km del Trasimeno)
- 100km-9h14' (100km del Passatore)
ex podista
Novellino
Messaggi: 8
Iscritto il: 13 mar 2019, 19:51

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da ex podista »

Dopo 80 gg. dall'intervento la mia situazione e' questa: calcagno ancora gonfio, la zona interna sul calcagno molto dolente prima dell'intervento continua a essere molto dolente, anche sfiorandola leggermente, tenere le scarpe e' un grande sacrificio, nello scendere le scale se carico sulla parte anteriore del piede come dovrebbe essere avverto molto dolore per cui appoggio sul tallone, riesco a fare la spesa al supermercato selezionando le corsie altrimenti rischio di sedermi nel carrello,riesco a guidare anche i mezzi industriali con pedale frizione molto dura, faccio uscite in bici molto soft ovviamente da solo, per massimo 2 ore per 50 km., speranze di poter correre al momento assenti,credo che non riuscirei neanche se mi inseguisse un leone, morale non molto alto, sarebbe un traguardo tornare a come stavo prima di operarmi. Per onesta' bisogna considerare che ho 61 anni e per 35 anni ho alternato le scarpe antinfortunistiche con la punta di acciaio e la suola antitaglio alle scarpette per correre, un saluto
tombor
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 27 lug 2019, 21:41

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da tombor »

mentorex ha scritto:
1 ago 2019, 12:10
Io, prima di essere operato, ho aspettato tanto affinchè si affinasse la tecnica artroscopica e avessi così potuto evitare l'intervento tradizionale, pensa un po'.
In bocca al lupo.
n.b. Se utilizzasse occhiali da vicino per vederci meglio forse sto medico riuscirebbe ad operarti anche in artroscopia.
Credo che la scelta sia dettata dalla posizione delle calcificazioni in sede inserzionale.. mi ha spiegato in modo dettagliato del perché di questa scelta ed essendo uno che lavora anche in artroscopia se l’ha esclusa devo fidarmi.. so già che si tratta di un intervento che ha un impatto maggiore sul recupero però dopo aver visto tanti specialisti alla fine bisogna fare delle scelte..piuttosto anche se è presto vorrei sapere nel dettaglio cosa si deve fare dopo il periodo di stop forzato? Che tipo di fisioterapia? Quali esercizi? Insomma se vanno fatte terapie fisiche ( onde d’urto, tecar, ecc) grazie e crepi il lupo!
Avatar utente
mentorex
Maratoneta
Messaggi: 367
Iscritto il: 14 dic 2010, 9:21

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da mentorex »

Io dopo l'intervento non ho fatto niente, nessuna fisioterapia, nè piscina, nè bicicletta. Ho ripreso, dopo circa 75 giorni, a correre alternando corsa e camminata.
Per la cronaca, sabato 3 u.s. ho fatto la mia prima gara ufficiale (9km), intendo con il pettorale, perchè in sede ufficiosa (senza pettorale) avevo già gareggiato.
Mi sono piazzato 1° di categoria, passo medio 3'43"min/km. Che soddisfazione, dopo tanti anni di sofferenza, correre senza problemi al piede. E soprattutto non zoppicare nel post gara.
Auguro a tutti voi di riprendere a correre.
Personal Record
- 10km-34'
- 21,097km-1h15'
- 42,195km-2h44' (Parigi-Venezia), ho fatto 21 maratone tutte sotto le 3 ore
- 50 km-3h28' (50 km di Romagna), 4h08' (Pistoia-Abetone)
- 60km-4h34' (60km del Trasimeno)
- 100km-9h14' (100km del Passatore)
Polina87
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 30 giu 2018, 16:33

Re: Sindrome di Haglund (causa di tendinite insopportabile)

Messaggio da Polina87 »

ciao @Mentorex,

avrei bisogno di un consiglio per mio padre che ha da parecchio tempo questo problema e non riesce piu a correre pur avendo provato di tutto e pare che l'ultima spiaggia sia l'operazione.
io vivo a milano e mi piacerebbe farlo venire qui per un consulto da un bravo specialista, ho letto che tu ti sei trovato molto bene con un medico. posso chiederti il nome e dove opera? se vuoi anche in privato

§Grazie mille
Ultima modifica di F-lu il 13 ago 2019, 10:40, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Ciao, per rispondere al messaggio precedente non serve quotare, basta usare @nomeutente per concatenare la conversazione. Grazie ciao.
Rispondi

Torna a “Infortuni e terapie”