periostite tibiale

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli.

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

Rispondi
ju4444
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 23 gen 2018, 9:39

Rimedi per periostite tibiale

Messaggio da ju4444 » 25 gen 2018, 10:58

Buongiorno a tutti,
scusate se apro un topic magari inutile , in merito a quanto in oggetto (ce ne sono già parecchi aperti).
Dopo aver provato praticamente tutto (alimentazione, esercizi, scarpe adeguate all'appoggio , evitare la discesa, correre piu' forte, correre piu' piano, stretching prima e dopo la sessione...) contro la periostite tibiale, prima di smettere con questo sport vi chiedo, qualcuno di voi ha provato a risolvere con i tutori o i booster (cioe correre con un qualcosa che comprime la zona) ??
Io sono giunto alla conclusione che non sono fatto per correre tre volte la settimana....
Grazie a tutti
Avatar utente
gemon
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 833
Iscritto il: 2 mag 2011, 15:20
Località: prov.roma

Re: Tibiale posteriore dolorante

Messaggio da gemon » 12 mar 2018, 11:35

Tex1979 ha scritto:Buongiorno a tutti
Scrivo nel disperato tentativo di trovare una soluzione ler il problema che mi attanaglia ormai da tempo...il :cry: tibiale posteriore!
Problema arci noto e pluri trattato qui, peró a me accade qualcosa di insolito che non sono riuscito a risolvere nonostante abbia fatto 2 sedute dal fisioterapista, il quale a suo avviso sostiene che dovrei fare allenamenti piú veloci onde evitare una presunta rotazione dell'anca...
Vengo al dunque..3/4 uscite a settimana di 10km circa andatura 4:45, scarpe saucony ride 9 e/o jazz 18 (usate prima del dolore per circa 700km), dopo circa 2.5km di corsa avverto un dolore sul lato interno della tibia a circa 10cm di altezza dalla caviglia, a volte riesco a procedere altre devo per forza fare uno stop per poi riprovare a ripartire e concludere a fatica la sessione!.
Finita la sessione non avverto il minimo dolore in nessun movimento! Solo se palpo la parte interessata avverto un discreto dolore, per il resto salgo e scendo scale, cammino senza problemi etc...
N.B Le scarpe, ivi comprese quelle con 700km alle spalle, non presentano segni anomali di usura.
Spero vivamente di poter trovare una soluzione a questo problema che mi sta totalmente demoralizzando [-(

Grazie ciao Ivan

TEX1979 hai risolto il tuo problema al tibiale posteriore? Io ho gli stessi tuoi sintomi.. :afraid:

ho trovato il tuo post anche in un altro forum :D

sto cercando risposte un pò ovunque... mi sembra solo di stare a perdere tempo!
10km 38:25 (b.w. dic 2017)
21km 1:26:55 (fiumicino nov 2017)
Avatar utente
sandrez
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 585
Iscritto il: 27 dic 2014, 16:46
Località: verona

Re: Rimedi per periostite tibiale

Messaggio da sandrez » 12 mar 2018, 12:27

@ju4444

l'unica è fermarsi, lasciarla passare e ricominciare pian piano.

continuare a correrci sopra, con aggeggi vari e non, non serve a niente.
bisogna fermarsi e guarire, poi si riprende.
There is nothing wrong with dedication and goals, but if you focus on yourself, all the lights fade away and you become a fleeting moment in life.
Pete Maravich
Avatar utente
Iacopo
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 206
Iscritto il: 9 feb 2013, 13:42

Re: periostite tibiale

Messaggio da Iacopo » 12 mar 2018, 15:30

sandrez ha scritto:@ju4444

l'unica è fermarsi, lasciarla passare e ricominciare pian piano.

continuare a correrci sopra, con aggeggi vari e non, non serve a niente.
bisogna fermarsi e guarire, poi si riprende.
È una dura realtà, ma sono d’accordo con sandrez


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
ju4444
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 23 gen 2018, 9:39

Re: periostite tibiale

Messaggio da ju4444 » 19 mar 2018, 15:17

Ok d'accordo...ma fermarsi e ricominciare è una soluzione riscorsiva.
Voglio dire ...io inizio a correre e molte volte , causa "non allenamento" mi viene la periostite....
Se per risolverla io mi devo fermare 1 mese va da se che dopo mi ritorna....
Cioè bho non è tanto il fermarsi, quanto entrare in un loop continuo...che di fatto nno ti permette di allenarti con costanza....
Avatar utente
sandrez
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 585
Iscritto il: 27 dic 2014, 16:46
Località: verona

Re: periostite tibiale

Messaggio da sandrez » 19 mar 2018, 18:00

ma quando ricominci, non puoi tornare a correre di punto in bianco.

rinforzo muscolare, camminata via via sempre più spedita, esercizi propedeutici alla corsa, stretching.
poi test della scala e se va tutto bene quando si va a camminare si comincia a corricchiare un po' (1 minuto o 100 metri ogni tanto)
se poi va tutto bene, alla volta dopo si aumenta di un po', ma sempre gradualmente.

dopo un infortunio, la ripresa graduale è quel che conta.

La strategia di ritorno deve essere intelligente e basata su livelli graduali di test.
https://www.albanesi.it/medsport/infort ... igione.htm
There is nothing wrong with dedication and goals, but if you focus on yourself, all the lights fade away and you become a fleeting moment in life.
Pete Maravich
Avatar utente
Iacopo
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 206
Iscritto il: 9 feb 2013, 13:42

Re: periostite tibiale

Messaggio da Iacopo » 19 mar 2018, 19:30

Esatto. Non puoi pensare, o almeno io non l’ho fatto, di stare fermo un mese e poi ritornare a correre 10k di punto in bianco. Io mi sono fermato un mese COMPLETAMENTE, al massimo facevo qualche passeggiata in montagna, poi ho cominciato ad andare in mtb, sempre in maniera graduale, poi ho incominciato ad alternare corsetta e camminata in montagna e poi gradualmente ho ripreso a correre. Ce l’ho stampato bene in testa: ho preso coscienza di dovermi fermare il 27 gennaio 2016 e ho ripreso a correre considerandomi guarito il 28 agosto. Non ti nascondo che sia stata durissima e frustrante e molte volte ho pensato “non correrò più, non tornerò al livello che avevo raggiunto”. E invece da allora ho migliorato di molto i miei personali sia in mezza che in maratona e non ho piu sofferto di periostite


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pippotek
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2517
Iscritto il: 3 dic 2014, 19:20
Località: Torino

Re: periostite tibiale

Messaggio da pippotek » 19 mar 2018, 19:55

@Iacopo, il tuo post andrebbe stampato e incorniciato. Certo che per fare come hai fatto tu ci vuole una saggezza tendente all'infinito
10k 40'06" TuttaDritta 2017
21k 1h30'42" Mezza di Abbiategrasso 2017
42k 3h18'39" Turin Marathon 2018
____________________________________
"Chi flanella non tarella"
tabs78
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 555
Iscritto il: 27 lug 2012, 15:29

Dolore tibia

Messaggio da tabs78 » 20 apr 2018, 19:23

Dopo quasi due mesi fermo per dolore al ginocchio ho ricominciato con uscite molto soft. Purtroppo dopo 5 o 6 uscite mi ritrovo con dolore ad entrambe le gambe praticamente all'attacatura interna della tibia.
Sto andando avanti ad arnica e ghiaccio, camminando nessun dolore ma correndo si soprattutto i primi minuti.
Prossima settimana ho il test podobarometrico perché credo che tutti questi problemi abbiano un'origine meccanica.
Speranze che questo dolore tibiale sia per poco allenamento poche?in passato mi capitò che dolori passassero senza smettere ma questo potrebbe essere lo stesso?
xam4033
Novellino
Messaggi: 15
Iscritto il: 19 nov 2018, 8:13

Dolori prossimità Tibia..

Messaggio da xam4033 » 19 nov 2018, 10:20

Ciao a tutti ,

Leggendo altri vostri post mi sono in parte riconsociuto al tipico caso della periostite tibiale....vi racconto:

circa 10gg ho accusato per circa 2gg un leggerissimo risentimento a livello collo caviglia e in parte tibia ...un dolorino durante la camminata

al 3gg vado a correre...sento subito appena parto un certa diffciltà nel fare la falcata...ma poi diminuisce, mi fermo più volte e riprendo e dopo circa 7km decido di fermarmi....quando torno a casa il dolore risulta evidente tanto da non poter camminare regolarmente... gradualmente nei giorni successivi si gonfia (non in modo eccessivo) parte della caviglia e parte dello stinco...ho fatto ghiaccio, antidolorifici, pomate ,impacchi...argilla verde...ma nulla... ora riesco a camminare ma non come prima sempre con un fastidio e il gonfiore a volte si attenua a volte no...di correre non se ne parla nemmeno appena faccio 20 metri sono costretto a fermarmi..

Dal dottore che non è riuscito ad inquadrare la cosa..(giovedi settimana scorsa) , mi ha detto di proseguire con il brufen ed avevamo notato una "news" ovvero due specie di punture di insetto/ragno...(mah..) che mi danno fastido e rossore localizzato con gonfiore..(ora con il gentalyn beta si è ridotto molto..)

al momento ho dolori alla palpazione osso e non... ma in pratica se cammino per 10 minuti comincio a fare fatica e mi fa male sempre il collo alto del piede..e con le calze si vedono bene i segni delle stesse che creano delle fossette ben evidenti a circa 15cm sopra la caviglia...quindi ancora gonfiore generale...che al mattino tende ad essere meno evidente...in ogni caso quando schiaccio la frizione della macchina sento questo fastidio/dolore...inoltre se fletto il piede verso di me e metto la mano sulla tibia sento proprio muoversi come dei fili interni con dei grumi (sembrano delle piccole bolle d'acqua in cui scorrono questi "fili")...in avanti e indietro (sono tendini o nervi o altro??), se faccio la stessa cosa nell'altra gamba non sento nulla di particolare...poi c'è il mistero di queste punture d'insetto (ma che sono) uscite successivamente...

ultima cosa: prima di tutto questo l'unico evento che mi ha fatto pensare è stata una discesa da un muretto di 30cm con la MTB in cui mi era sembrato di avere sentito qualcosina in una delle due gambe...ma che poi non avevo dato caso..

...faccio presente che ultimamente stavo usando delle scarpe un pò scariche...ma non avevo fatto allenamenti particolarmente usuranti...

Grazie per i vs. suggerimenti...
Rispondi

Torna a “Infortuni e terapie”