Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Esperienze, discussioni, consigli per distanze oltre i 42.195 m

Moderatori: fujiko, franchino, Doriano, gambacorta

Rispondi
MatteoHF
Novellino
Messaggi: 33
Iscritto il: 3 lug 2017, 18:58

Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da MatteoHF »

Ho 43 anni corro da pochissimo (poco più di un anno) e mi sono ritrovato a fare kilometraggi che, secondo quanto leggo in giro, sono abbastanza fuori norma non solo per le classiche 10k e mezze ma anche per chi prepara i 42km che io non ho mai fatto.

Giusto per dare 2 dati, faccio normalmente 4 o 5 uscite settimanali tra i 18k ed i 30/32k ritmi (adesso con un po’ più di caldo) che vanno dai 4:50 quando non voglio forzare fino ai 4:20 (ma sempre su distanze di 20km almeno), quando ho tempo dal lavoro magari dopo un’ uscita da 20km in pausa pranzo ce ne attacco una seconda da 12-14km alla sera. Arrivo senza grandi drammi a farmi piacevolmente da 80 a 100km alla settimana ma senza essere incarognito per arrivare a chissà quale stato di forma o di prestazione, esco, metto le cuffie e corro sorridendo dentro e fuori (qualcuno mi avrà preso per ormai paralizzato dalla fatica ma non è così) e vado fino a che non finisce il tempo a disposizione.

Poi leggo in giro e sembra che fare il bigiornaliero è sconsigliato, che se superi tot km poi ti rompi, che devi mettere periodi di recupero completamente fermo che farsi una mezza al giorno è da invasati fuori di testa, ripetute ammazzacuore da 300/400m e gente che per fare 30km sembra che stia preparando il tor des geants (ma che alla fine ha dei tempi su mezza e mara di tutto rispetto).

La domanda alla fine è sbaglio qualcosa ? Finirò che con troppi km davvero non riuscirò più a correre per non si sa bene quali patologie a muscoli e tendini ? Oppure se mi va di farlo lo faccio e buona notte ? Ovvero se sto bene davvero devo mettere un 10k di qulità e poi un lento di recupero e poi chessò un medio al posto di farmi 24km per 3 giorni di fila ?

Mi piacerebbe avere pareri di chi, evidentemente, trova più soddisfazione nel kilometraggio piuttosto che nell’ ammazzarsi per togliere 10 secondi sui 10k per poi morire se dai 10k uno ne fa 14k.
5k - 19:29
10k - 39:36
21,1k - 1:26:46
Avatar utente
mb70
Top Runner
Messaggi: 9433
Iscritto il: 17 feb 2013, 20:59
Località: lucca

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da mb70 »

Ciao Matteo, anche io ho iniziato a 43 anni e sono sempre stato attratto dal macinare km su km. I miei tempi sono sempre stati lenti. Evidentemente non ho la cilindrata del motore per essere appena più veloce ma neanche il fisico longilineo che pure aiuta a correre.
Ma il punto non è questo, a mie spese ho capito che le cartilagini e le articolazioni non hanno una durata infinita e si consumano col tempo e soprattutto con i km.
Sarebbe meglio non "spararsi" tutte le cartucce in un triennio e provare ad amministrarsi.
Poi ci sono grandi esempi anche qui nel forum di ultramaratoneti che reggono alla grande. Però una riflessione io la farei...

Inviato dal mio SM-G928F utilizzando Tapatalk
9/2014 10K 50'51"
10/2014 Mezza di Arezzo 1h53'53''
10/2015 Munchen Marathon 4h46''
08/2018 ricostruzione lca
10/2019 5k 24'28"
Meglio correre il rischio di non farcela che rimpiangere di non aver avuto il coraggio
Avatar utente
mbuto
Maratoneta
Messaggi: 323
Iscritto il: 21 mag 2014, 16:47
Località: Roma

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da mbuto »

Dato che nel mondo della corsa ci sono tutti i tipi possibili (gente che inizia a correre e fa la maratona dopo pochi mesi, e chi non ci arriva proprio mai pur provandoci), credo che sia solo fondamentale ascoltare il proprio corpo: se non hai dolori, stanchezze, e se di testa reggi, non vedo motivi per negarsi il piacere della corsa.
Posso solo consigliarti, nonostante tutto, di cambiare le scarpe al loro massimo chilometraggio (intorno agli 800Km), tenedo in un foglio di calcolo quanti ne hanno fatti.
Io ho avuto problemi alle gambe solo quando ho esagerato nell'uso delle scarpe, non quando ho corso più frequentemente.
2013 "Mezza di Roma" - 2h 4min 41sec
2014 "Per antiqua itinera" - 50min 3sec
MatteoHF
Novellino
Messaggi: 33
Iscritto il: 3 lug 2017, 18:58

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da MatteoHF »

mbuto ha scritto:Posso solo consigliarti, nonostante tutto, di cambiare le scarpe al loro massimo chilometraggio (intorno agli 800Km), tenedo in un foglio di calcolo quanti ne hanno fatti.
Io ho avuto problemi alle gambe solo quando ho esagerato nell'uso delle scarpe, non quando ho corso più frequentemente.
Questo sicuramente si, già purtroppo sperimentato a novembre, grazie alle scarpe scariche mi sono preso una bella infiammazione al tibiale anteriore sx, ghiaccio a quasi 2 settimane fermo. Purtroppo (per il portafogli) non ero ad 800km ma solo a 600km (Altra Torin 2.5) e con il paio successivo (Altra Torin 3.0) ho cominciato ad avere spiacevoli sensazioni (affaticamento) già con soli 520km.

Adesso, dopo aver fatto fuori anche atri 2 paia di Altra (Paradigm 3.0 ed una altra Torin3.0), mi sono innamorato delle Hoka Clifton 4 wide che ho preso a fine Aprile, sono a poco più di 200km (le alterno con delle Bondi 5 wide che pero' non mi piacciono e che sicuramente non comprerò) speriamo che siano un po' più durature anche se sotto in zona metatarso sono già abbastanza rosicchiate.
5k - 19:29
10k - 39:36
21,1k - 1:26:46
MatteoHF
Novellino
Messaggi: 33
Iscritto il: 3 lug 2017, 18:58

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da MatteoHF »

mb70 ha scritto:Ciao Matteo, anche io ho iniziato a 43 anni e sono sempre stato attratto dal macinare km su km. I miei tempi sono sempre stati lenti. Evidentemente non ho la cilindrata del motore per essere appena più veloce ma neanche il fisico longilineo che pure aiuta a correre.
Ma il punto non è questo, a mie spese ho capito che le cartilagini e le articolazioni non hanno una durata infinita e si consumano col tempo e soprattutto con i km.
Sarebbe meglio non "spararsi" tutte le cartucce in un triennio e provare ad amministrarsi.
Poi ci sono grandi esempi anche qui nel forum di ultramaratoneti che reggono alla grande. Però una riflessione io la farei...
Ecco questo è il punto, io sicuramente sono avvantaggiato per costituzione fisica, peso 58/59kg per 1.74m e problemi seri non ne ho. Ho avuto appena iniziato qualche problema di SBIT con le mizuno WR20 con cui non riuscivo a capire come mai mi venisse così strano correre ma poi sono passato a drop più contenuti ( Altra e Hoka) e, gradualmente sono passato dall' essere felice di aver finito la mia prima mezza (in allenamento) in 1h58m in marzo 2017 a farmi almeno una mezza al giorno in 1h35m.

Il dubbio però di esagerare (non tanto perchè non mi senta bene ma solo per paragone con altri amici) ce l' ho, penso che poi mi trovero' con giocchia, caviglie o chissà cosa devastati, poi vedi gente come Olmo che a 70 anni galoppa come ragazzino e chissà quanti migliaia di km ha macinato (certo è uno su quanti ?), anche solo qui nel forum (in questa sezione) c'è chi si fa gare che, se non sei abituato a fare tantissimi km, non potresti mai portare a termine anche se ti ammazzi di ripetute, progressivi, fartlek, medi o quello che ti pare se hai un range di 10/15km forse puoi spingerti una tantum (ovvero trovandoti con le gambe di legno per 3 giorni) a fare 25 massimo 30km, se ne fai 60 poi strisci (anzi per me nemmeno li finisci).

Certo l' età non aiuta, ma non so se sia peggio allenarsi ed abituare il corpo a lavorare in condizioni di normalità (gradualmente) con carichi anche elevati oppure se stare indietro per poter correre con piacere per molti anni ancora.
5k - 19:29
10k - 39:36
21,1k - 1:26:46
Avatar utente
jasha
Mezzofondista
Messaggi: 54
Iscritto il: 14 dic 2017, 8:32
Località: Cesena
Contatta:

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da jasha »

Ciao! Io se fossi in te continuerei per sempre a farmi 140 km a settimana a 4:30 come stai facendo :shock: senza pensare troppo.
Io sono ancora nella fase di voler limare a tutti i costi sui 10 km ma sono pieno di dubbi sull'utilità di questa mia fissa :(
Immagine
10 km 42:06 Misano 2019
Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 9128
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da maarco72 »

140km a settimana a 4'30 è da fenomeni
:beer: :beer: :batman:
MatteoHF
Novellino
Messaggi: 33
Iscritto il: 3 lug 2017, 18:58

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da MatteoHF »

ALT non esageriamo (almeno per ora) , 4 o 5 uscite su 20k sono da 85km a 100/110km settimanali e confermo che il passo è pressapoco quello, quando faceva più fresco (fino a Marzo) stavo tra i 4:15 ed i 4:30/4:35 adesso che fa un po' più caldo (esco in pausa pranzo con percorso all' 80% al sole pieno) sono più lento di circa 15sec/km (4:25/4:30- 4:45/4:50).

Le ultime 2 settimane (compresi i 21k di oggi)
https://www.dropbox.com/s/lae827qdrkjcj ... 9.jpg?dl=0

Marzo (con il fresco)
https://www.dropbox.com/s/q3tozl9b9vyyg ... 6.jpg?dl=0

Ma alla fine andro' sempre un po' meglio di giorno in giorno o arrivati ad un bel momento collasserò e mi toccherà andare in giro con il girello ?
5k - 19:29
10k - 39:36
21,1k - 1:26:46
Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 9128
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da maarco72 »

Non è che cambia molto..se esci sempre quei ritmi facendo la media di 20km ad uscita,rimane una cosa per pochi,soprattutto perché non ti alleni ma corri e basta...e solo.da un.anno
:beer: :beer: :batman:
MatteoHF
Novellino
Messaggi: 33
Iscritto il: 3 lug 2017, 18:58

Re: Limite kilometraggio - corsa e piacere. Pareri.

Messaggio da MatteoHF »

Di fatto il mio allenamento è più orientato all' aumento del chilometraggio, sto alzando dai 20k verso i 22-24k ad uscita con punte 2/3 volte al mese di 30/32k (senza spingere troppo diciamo 4:40-4:50) con l' intenzione di poter uscire anche il giorno successivo anche solo per 18k senza sentirmi un sopravvissuto, o facendo le scale la sera come se fossi caduto in ginocchio dal terzo piano.

La velocità mi interessa relativamente, quella che viene con l' aumento dei km bene ma non mi piace correre soffocato con 170bpm di media e sentirmi uno zombie il giorno dopo e poi mi devo relazionare con l' età, iniziando a correre a 43 anni arriverei ad un massimo "mediocre" (relazionandolo con quello che avrei potuto fare 10 anni fa) e tra 10 anni nonostante tutto l' impegno del mondo sicuramente sarò un po' più lento di ora.

Mi piace molto e mi da molta soddisfazione l' idea di riuscire ad arrivare dove (in termini di distanza) mai avrei pensato o addirittura osato pensare, e invece piano piano, giorno dopo giorno, uscita dopo uscita sto arrivando oltre, magari un giorno arriverò ultra ma dovrà essere un piacere (come lo è ora) perchè se diventa un lavoro sicuro mi stancherò.

Il tutto sperando che muscoli, tendini ed articolazioni ad un bel momento non presentino il conto.
5k - 19:29
10k - 39:36
21,1k - 1:26:46
Rispondi

Torna a “Ultramaratona - Allenamento”