zona vs dieta classica

Discussioni su alimentazione, diete ed integratori

Moderatori: runningmamy, F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
veviola
Ultramaratoneta
Messaggi: 1352
Iscritto il: 20 set 2010, 16:56
Località: Firenze

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da veviola »

si diciamo che ci vuola la Gigliola Braga che rapporta a alimenti 'italiani' come proporzioni!
valter_gio

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da valter_gio »

Non voglio criticare nessuno, ci tengo a sottolinearlo, ma leggere qualcosa di scritto invece di dirlo a quattrocchi ha un'effetto sul chi ascolta e/o legge assai differente. :asd2:
Ogni tanto spunta qualcuno che cerca di trovare la scorciatoia, vuoi perchè ragionare a fondo di una questione come l'alimentazione "su misura" per ognuno di noi è tecnicamente impossibile... ecco che nascono tutta una serie di persone... più o meno qualificate.. mi riferisco a tutti questi dietologi che sfruttando l'ignoranza dell'utente finale... stesso discorso accade in molti altri settori, uno per tutti i computer.
Il dietista non crediate che sia chissacchì...tutt'alpiù applica una serie di calcoli che ricava da tabelle scritte da qualcun'altro.. e se non convince qualcuno come fà a campare? :nonzo:
Quando poi si associa alimentazione/dieta e sport ecco che si rischia ancora + facilmente di prendere qualche cantonata, mica si muore... percui nessuno può essere additato come responsabile di chissàcheccosa, l'ho scritto volutamente attaccato per rimarcare il concetto.
Da una parte chi propone qualcosa deve farlo per una platea il più ampia possibile,
dall'altra parte purtroppo la realtà è che ogni corpo funziona con le stesse regole ma con proporzioni differenti, e in mezzo tanti di noi che vogliono credere a qualcosa... :wink:
Cambiando alimentazione si ottiene sempre qualche risultato.
Spero di non violare nessun regolamento se posto un link dove qualcuno che ha una preparazione generale può permettersi di dare un giudizio a tutto tondo sulla questione.
http://www.albanesi.it/Alimentazione/diete4.htm
Avatar utente
gab_spencer
Top Runner
Messaggi: 5414
Iscritto il: 11 ott 2011, 14:08
Località: Borgomanero (NO)

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da gab_spencer »

ho fretta quindi rispondo velocemente: già che mi parli di qualcuno che ha una preparazione generale e poi invece di un medico mi posti un ingegnere la cosa non mi torna :nonzo: (tuttalpiù se quell' ingegnere proprio non lo sopporto...ma questa è solo un' aggravante personale)

cmq quell' articolo lo avevo letto ma ti giuro che in internet ci sono migliaia di articoli che parlano bene o male della dieta a zona. Io ho deciso di iniziarla quindi mi hanno convinto sicuramente quelli che ne parlano bene dicendomi che se mi fossi trovato male avrei smesso: i risultati ci sono stati e non mi sono trovato male, anzi...quindi non penso che citare un solo articolo voglia dire che questa dieta non va bene (e prova ne è che molti atleti, anche professionisti, la usano)

quindi ognuno può dire ciò che vuole ma sulla mia pelle ho visto che funziona e quindi continuerò a seguirla finchè è possibile (e dopo un periodo di adattamento non ho nemmeno avuto tutti sti problemi sul carico glicemico o i problemi di cui parla albanesi...)

ciao :beer:
"I'll never be the best, I'll never be the quikiest! It doesn't matter"
Avatar utente
adrian
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 577
Iscritto il: 5 giu 2010, 18:39

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da adrian »

l'unica cosa su cui puo' dare un giudizio albanesi.... è il come fare i soldi con un buon uso della rete... in questo è un genio :beer:
valter_gio

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da valter_gio »

Secondo il mio parere... prima di tutto bisogna giudicare se quello che viene detto entra nel merito o no, indipendentemente dal titolo.
Di persone capaci e di incapaci ce ne sono a volontà, e gli esempi che potremmo portare riempirebbero un server intero..
La moglie di un mio caro amico aveva un problema di pelle, andava da un professorone di quelli che per prendere l'appuntamento c'era la fila, 150 euro a visita :culone: era 1 anno che era in cura... e se ne era fatta una ragione. :(
Gli dissi... vuoi spendere 40 euro dal mio dermatologo, è un semplice dottore che ha l'ambulatorio alla croce rossa..ma a me ha risolto e mi piace molto il suo modo di fare.
é andata e gli ha risolto il problema, .. e tanti saluti al professorone. :culone:
In tutte le professioni ci sono bravi praticanti e pessimi, e spesso per la deontologia evitano di denunciare pratiche scorrette dei colleghiecc ecc, volemose tutti bene....
Quando mi sono operato al menisco chi mi ha indirizzato mi dette un "nome".. e soprattutto mi disse di evitare "caio", e stai attento perchè caio è uno dei soci di maggioranza e tutti ne parlano bene... chiunque si azzardasse a dare giudizi sul suo operato...zot.. in un attimo sei fuori.

Su internet si trova tutto e il contrario di tutto, per capire c'è da perderci un pò di tempo e approfondire per gradi e non fermarsi al primo che guarda caso dice cose positive proprio di quella cosa che interessa a te.

riguardo alle controindicazioni che tu non hai riscontrato ti rispondo che:
1) Non tutto quello che fà male si manifesta nell'immediato.
2) rientriamo nel discorso della soggettività per cui ognuno di noi è fatto è costituito diversamente, reagisce diversamente alla stessa cosa.

Quello che dici che a te ti ha fatto bene può essere una delle tante combinazioni.... di differenza da come mangiavi prima.
Voglio dire.. magari hai sostituito un pessimo stile di alimentazione con uno un pò meno peggio..
Non sò se mi sono spiegato. :nonzo:
Chiunque di noi non ha possibilità di provare tutto di qualsiasi cosa per stabilire quale sia il meglio.
Prima che ti fai un'idea sbagliata della mia posizione, chiarisco che quando devo capire e appurare qualcosa devo e voglio ascoltare tutte le posizioni, pro e contro e le relative argomentazioni nel merito.
Io non faccio sconti a nessuno, e non tengo la parte di nessuno.
ciao :beer:
Avatar utente
Louis
Ultramaratoneta
Messaggi: 1260
Iscritto il: 1 set 2012, 20:22

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da Louis »

Io sono fortemente critico verso la Zona. Partendo dai coefficienti del fabbisogno sostanziale umano e da quelli delle varie attività non sono mai riuscito ad ottenere ripartizioni dei macronutrienti così estreme (es. 30% proteine).Che il corpo si adatti a sopportare un regime alimentare sbilanciato, perché di ciò si tratta, è un altro conto.
«My feet are getting tougher, I can run farther every day. I have to trust my body to know what to do.» (Jake Sully, Avatar)

PB | 10k 37'57" 16-07-17 Gara | 14.8k 58'08" 25-11-18 Gara/GPS | Mezza 1h27'46" 22-06-12 All.
dontknow
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 572
Iscritto il: 23 set 2012, 19:47

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da dontknow »

scusa ma non puoi basare la tua tesi che sia sbilanciato partendo dal fatto che *tu* non riesci a ripartire i macronutrienti in quelle proporzioni

al massimo puoi dire che e' complicata da seguire
Avatar utente
Louis
Ultramaratoneta
Messaggi: 1260
Iscritto il: 1 set 2012, 20:22

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da Louis »

dontknow ha scritto:scusa ma non puoi basare la tua tesi che sia sbilanciato partendo dal fatto che *tu* non riesci a ripartire i macronutrienti in quelle proporzioni

al massimo puoi dire che e' complicata da seguire
No, io dicevo che ho fatto più volte i conti ed è praticamente impossibile, con qualsiasi tipo di attività, ottenere una ripartizione simile.

Esempio a tema così chiariamo ogni dubbio? Prendiamo la corsa di fondo che pratichiamo tutti quanti.
Il massimo fabbisogno proteico, parlando di atleti professionisti (per gli amatori è sicuramente di meno) si attesta intorno agli 1.6g per kg di peso corporeo.
Prendiamo un individuo pesante 70kg... avrà un fabbisogno proteico massimo di 112g. Se mantengo la ripartizione [40:30:30], ottengo 1493kcal totali. Ci posso campare? Francamente credo proprio di no. Facciamo che l'individuo sia un bodybuilder e per stare tranquillo voglia assumere 2g/kg di peso corporeo in proteine, cioè 140g. Le calorie totali saranno 1867kcal. Solo una persona che sta seduta tutto il giorno potrebbe consumare così poco. Per un bodybuilder tale regime al massimo può essere adottato durante la fase di definizione e ci credo! La Zona è una iperproteica.

L'unica cosa su cui posso concordare riguardo questa dieta è che, essendo ipoglucidica, favorisce il consumo del grasso corporeo, ma non si tratta di certo di un regime alimentare ottimale per il nostro organismo. Se quest'ultimo ha bisogno di x carboidrati, y grassi e z proteine, perché gli dovrei dare in pasto x-60 carboidrati, y grassi e z+60 proteine? Le proteine in eccesso vengono trasformate in carboidrati tra l'altro, quindi perché non nutrirci da subito di carboidrati?
Se avessi (pesando 70kg) un fabbisogno di 3000kcal, dovrei assumere 225gr di proteine, cioé 3.2gr per kg... ma siamo matti? Un normalissimo (per uno sportivo) fabbisogno giornaliero di 2500kcal porterebbe a consumare 2.7g/kg di proteine. Troppe.

Posso mostrare lo sbilanciamento anche in un altra maniera.
Fabbisogno sostanziale umano: http://it.wikipedia.org/wiki/Fabbisogno ... iale_umano => Carboidrati: 100-150g; Grassi: 0.8-1.2g per kg; Proteine: 1-1.5g per kg.
Se volessi dimostrare che il [40:30:30] è corretto, potrei prendere dei valori di comodo... e facciamolo! Carboidrati=100g; grassi=0.8g/kg e proteine=1.5g/kg. Dato che il soggetto di 70kg oltre al proprio metabolismo di base ha pure bisogno di campare, supponiamo che sia sedentario e consumi solo 250kcal al giorno (circa 15kcal all'ora da sveglio). In tal caso stiamo ancora favorendo i conti in direzione della Zona perché (1) tutte le attività consistono in un consumo prevalente di grassi e carboidrati (quindi, più mi muovo, più mi allontano dal 30% di proteine) e (2) i sedentari non hanno assolutamente bisogno di 1.5g/kg di proteine, ma molto meno. Quanto viene? Bene, le 250kcal potremmo ripartirle ragionevolmente secondo un [C:30% G:70%] dato che l'intensità è bassissima, cioè 19g di carboidrati e 19g di grassi. Quindi, il fabbisogno totale è C=119g; G=75g e P=105g ripartito così secondo un [30:43:27]. Calorie totali: 1571kcal. Pochine direi. Se il soggetto fosse capace di correre 5km a intensità vicina al 100% (cioè 88g di carboidrati) e innalzasse il proprio fabbisogno proteico a 2g di proteine per kg di peso corporeo (remando deliberatamente contro le teorie scientifiche della fisiologia dello sport), otterremmo C=207g; G=75g; P=140g, cioè 2063kcal bilanciate secondo un [40:33:27]. Così i conti quadrano, ma abbiamo barato.
In realtà, se avessimo considerato valori medi (C=125g; G=1g/kg e P=1.25g/kg) e non di comodo (per far quadrare il 40:30:30), avremmo ottenuti altri numeri, cioè C=144g, G=89g e P=88g per un totale di 1729kcal ripartite secondo un [33:46:20]. Solo l'introito calorico è ok, per il resto la dieta è iperlipidica. Da notare che, se il soggetto non poltrisce più, la spesa di carboidrati, in primis, e di grassi, in secondo luogo, aumenta significativamente mentre la percentuale delle proteine scende. Che bilanciamenti otterrò? Guarda caso quelli consigliati 1) dalla dieta italiana [50:30:20] e 2) dalla dieta mediterranea [60:25:15].

Per la cronoca le diete ad hoc che ho organizzato e seguito in questi mesi sono sempre venute una via di mezzo tra l'italiana e la mediterranea senza alcuna forzatura nei calcoli. Io parlo per riscontri numerici oggettivi, non perché preferisco un biochimico (Sears non è neanche un dietologo :smoked: ) o un ingegnere (Mr. Albanesi :asd2: ).

Epilogo del papiro
Zona: al massimo per dimagrire.
Via di mezzo tra Italiana e Mediterranea: per tutta la vita (se sportiva).
«My feet are getting tougher, I can run farther every day. I have to trust my body to know what to do.» (Jake Sully, Avatar)

PB | 10k 37'57" 16-07-17 Gara | 14.8k 58'08" 25-11-18 Gara/GPS | Mezza 1h27'46" 22-06-12 All.
dontknow
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 572
Iscritto il: 23 set 2012, 19:47

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da dontknow »

Louis ha scritto: Il massimo fabbisogno proteico, parlando di atleti professionisti (per gli amatori è sicuramente di meno) si attesta intorno agli 1.6g per kg di peso corporeo.
Prendiamo un individuo pesante 70kg... avrà un fabbisogno proteico massimo di 112g. Se mantengo la ripartizione [40:30:30], ottengo 1493kcal totali. Ci posso campare? Francamente credo proprio di no. Facciamo che l'individuo sia un bodybuilder e per stare tranquillo voglia assumere 2g/kg di peso corporeo in proteine, cioè 140g. Le calorie totali saranno 1867kcal. Solo una persona che sta seduta tutto il giorno potrebbe consumare così poco. Per un bodybuilder tale regime al massimo può essere adottato durante la fase di definizione e ci credo! La Zona è una iperproteica.
ma OGNI dieta per definizione e' iperproteica (a meno di attivita' particolarissime)
ragionaci, diciamo X, Y e Z i macro necessari al tuo organismo per mantimento perfetto
se ti metti a dieta devi ridurre le calorie
ma X sono le proteine e devono rimanere identiche
Y sono i grassi e parte sono essenziali quindi saranno ridotti di poco
Z sono i carbo e dato che sono il carburante saranno quelli ridotti di +
in regime di dieta tu assumerai X, Y-1, Z-5
ergo e' iperproteica rispetto alla base, deve esserlo
Epilogo del papiro
Zona: al massimo per dimagrire.
Via di mezzo tra Italiana e Mediterranea: per tutta la vita (se sportiva).
ma ovviamente la zona in senso stretto e' sbagliata, su quello penso nessuno ci discuta
il punto semmai e' usare un po' di elasticita' per adattarla al tipo di attivita' svolta e al singolo individuo
li' ci puo' essere discussione, mentre ovviamente il principio della zona assolutistico e' oggettivamente sbagliato

pero' non dimenticare che la zona si propone come *dieta* , non per mantenere atleti olimpici che si allenano 3 ore al giorno :mrgreen:

sulle altre ripartizioni e' lunga ma 15% di proteine per un individuo attivo e che fa sport mi sembra molto + dannoso della zona
Avatar utente
Utente donatore
Salve1907
Guru
Messaggi: 4189
Iscritto il: 9 apr 2012, 12:20
Località: Bergamo

Re: zona vs dieta classica

Messaggio da Salve1907 »

Ho letto molti libri sulle diete (paleo , zona , ecc,) secondo me la cosa fondamentale di una dieta è capire il proprio corpo , perchè ognuno di noi ha una diversa assimiliazione del cibo , conoscendo il corpo costruisci una dieta

Torna a “Alimentazione e integrazione”