Lieve colpo di calore per disidratazione

Discussioni su alimentazione, diete ed integratori

Moderatori: runningmamy, F-lu

Avatar utente
laurapink
Mezzofondista
Messaggi: 67
Iscritto il: 2 giu 2017, 3:01

Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da laurapink »

Ciao a tutti! Premetto che sono ancora una principiante e che sto facendo ancora allenamenti che ripetono corsa e camminata, volevo chiedervi se secondo voi quello che mi è successo nell'ultima sessione potrebbe essere dovuto a un problema di disidratazione.
Mi alleno 2 volte a settimana al momento (ma passerò a 3 da settimana prossima) e l'ultima volta ho fatto una sessione da 6 minuti di corsa + 3 minuti di cammino per 3 serie (per un totale di mezz'ora circa). Sarà che ho cambiato percorso e corso in un parco dove c'è una strada che gira in tondo, ma con qualche salita, sarà che c'erano 26 gradi e faceva caldino, sarà che ho tirato forse un pochino più veloce delle altre volte (forse per via dei dislivelli che non mi permettevano di controllare bene la velocità)... ad un certo punto ho cominciato a sentirmi la faccia caldissima e a sentire un po' di debolezza, ma la situazione è stata spiacevole comunque, anche perché poi ho avuto un leggero mancamento mentre facevo stretching dopo la corsa.

Non sono stata male, probabilmente anche grazie al fatto che mi è successo solo verso la fine dell'allenamento, ma vorrei capire se è il caso di prestare attenzione a quello che mi è successo l'ultima volta in caso dovesse ricapitarmi.

Il punto è che non sono mai stata una che beve tanto. Ho sempre bevuto molto poco, a volte andavo avanti con una tazza di thé al mattino e un bicchiere di acqua a pranzo. Ora che ho iniziato a correre bevo qualcosa in più e mi sforzo di bere due bicchieri d'acqua al mattino e almeno una mezza bottiglietta d'acqua durante il giorno. Prima di andare a correre bevo un bicchiere di acqua. Arrivo forse forse a 1 litro al giorno.
Facendola breve, siccome di solito "urino chiaro" penso di essere idratata, ma forse non è così? :nonzo:

So che dovrei bere di più, ma a volte non ce la faccio proprio... avete consigli per guarire da questa brutta abitudine?
E come mi comporto in caso dovessi avere di nuovo una sorta di colpo di calore come quello dell'altra volta?

:nonzo:
Avatar utente
Utente donatore
francescodiani
Ultramaratoneta
Messaggi: 1685
Iscritto il: 13 apr 2017, 0:06
Località: Mantova

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da francescodiani »

Subito dopo il fatto, hai verificato i livelli della tua pressione arteriosa ??
.
----
Correre è la mia terapia.
42,195 Km - 3h47'25" - Maratona Pisa 2018

"Fai correre anche tu il porcellino :pig: di Runningforum, clicca qui" !!
Avatar utente
Utente donatore
Wannabe-runner
Ultramaratoneta
Messaggi: 1114
Iscritto il: 20 mag 2015, 13:17

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da Wannabe-runner »

@Laurapink se il colpo di calore sia dovuto a disidratazione non lo so ma ti riporto la mia esperienza di bevitrice scarsa.
Avevo la pessima abitudine di non bere o bere molto poco finché dal 2013 fino al 2016 sono stata vittima di episodi di cistite emorragica un mese si e l'altro pure e ti garantisco che si abitua a bere, e ti auguro vivamente di non fare conoscenza con questo disturbo che certo non uccide ma è molto fastidioso.
Temendo di avere i calcoli o qualcosa alla vescica di più serio di una cistite feci una visita da un urologo che mi disse che si necessita di bere 30 ml per kg di peso corporeo e che nemmeno esagerare va bene perché anche bere troppo mette in difficoltà i reni, i giorni in cui si fa sport bisogna reintegrare quanto perso.
D'estate bevo sui 2 lt d'acqua + 1 tazzone di latte + frutta e verdura, in inverno calo l'acqua di qualcosina, sebbene non sia molto equilibrata come distribuzione mediamente bevo 4 bicchieroni di acqua entro le 13.00 e tre nel pomeriggio e nei giorni in cui faccio movimento bevo qualcosa anche la sera.
Nonostante mi sia abituata a bere acqua ci sono giorni in cui devo inventarmi qualcosa per farlo, e allora o bevo un poco di acqua effervescente oppure metto in infusione in acqua anche fredda una bustina della mia tisana preferita, quando sono a casa invece tisana o camomilla le faccio calde.

Buon corse e beviiiiiiiii
Quando il vento ti è avverso, tu vai di bolina (R.Mercadini)
Sai oggi ho corso un pò
E perché diavolo l'hai fatto? Ti inseguivano o roba del genere? (Brittany runs a marathon)
Avatar utente
laurapink
Mezzofondista
Messaggi: 67
Iscritto il: 2 giu 2017, 3:01

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da laurapink »

@francescodiani: purtroppo non ho modo di misurare la pressione a casa, dici che potrebbe essere per la pressione?

@Wannabe Runner: grazie per avermi raccontato la tua esperienza! Farò del mio meglio per bere di più! >_<
Avatar utente
NeverGiveUp
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 708
Iscritto il: 16 dic 2014, 13:01
Località: là, nella valle del grande fiume dove la nebbia, spesso, la fa da padrona (PC)

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da NeverGiveUp »

probabilmente la cosa più saggia da fare è una visita dal proprio medico curante...

in ogni caso, per dare un ulteriore spunto di riflessione, perchè è impossibile fare una diagnosi così a distanza...provo a dire la mia...

più che la disidratazione, che potrebbe comunque avere una componente nella sintomatologia evidenziata, mi sembra un abbassamento di pressione da ipoglicemia...(il leggero mancamento, accompagnato da visione nera?)
per caso sei a dieta ipocalorica?
Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. cit.A.E.
Avatar utente
Utente donatore
runningmamy
Pink-Moderator
Messaggi: 8992
Iscritto il: 23 set 2008, 22:27
Località: Torino, vicino al Valentino

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da runningmamy »

A bere ci si educa, anch'io ho periodi in cui
" viaggio a secco"
Un trucco è quello di non bere freddo ma mettere in vista una bottiglia piena o una bella caraffa , e berne un po' ogni tanto, un bicchiere all'ora circa, tutto in una volta serve a poco.
Se proprio non è gradita, è piacevole aromatizzarla con foglie di menta o basilico, qualche goccia di arancia o limone oppure pezzi di frutta o verdura, un mangia e bevi
Dopo un po' lo stimolo della sete si risveglia
Puoi diventare grande, sai? E' tutto qui, nella tua testa! (J.K.Rowling, Harry Potter I )
Fai correre anche tu il porcellino :pig:
di Running Forum, scopri come!

viewtopic.php?f=102&t=46765#p1816972
Avatar utente
chargedbolt
Maratoneta
Messaggi: 462
Iscritto il: 28 giu 2013, 14:46
Località: Trieste

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da chargedbolt »

Secondo è un po' difficile essere disidratati dopo solo mezz'ora di corsa, caldo o no.
Il tuo percorso era al sole?
Magari un piccolo colpo di calore, ci può anche stare. Visto che corri da poco magari hai un po' esagerato con il ritmo (agli inizi può capitare).
Prova a rallentare e vedi se va meglio.
Poi quando farà più fresco ti sentirai meglio e potrai andare un po' più veloce se ti sentirai di farlo (non ti invidio, nonostante tutto; ieri mattina ho corso e faceva freschino, qui saranno stati 12-13°C).
Avatar utente
Utente donatore
francescodiani
Ultramaratoneta
Messaggi: 1685
Iscritto il: 13 apr 2017, 0:06
Località: Mantova

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da francescodiani »

laurapink ha scritto:@francescodiani: purtroppo non ho modo di misurare la pressione a casa, dici che potrebbe essere per la pressione?

@Wannabe Runner: grazie per avermi raccontato la tua esperienza! Farò del mio meglio per bere di più! >_<
Nel mio caso sì.
Ovvero ho fatto un lungo di 30km all'interno di una corsa di paese di 20 km ed è successo che avevano ritirato i ristori e sono rimasto gli ultimi 10km senza bere.
Ebbene, sono arrivato al 30° senza avvertire nessun problema - tranne la sete - ma, appena fermatomi, nel giro di pochi secondi sono svenuto a terra.
Mi sono risvegliato all'ospedale dove mi hanno riscontrato lipotimia per disidratazione e mi hanno tenuto ricoverato per due giorni per sospetta insufficienza renale.
Da allora bevo SEMPRE ogni pochi km, soprattutto d'estate o quando la prova è più intensa.

Nel tuo caso forse non hai fatto un chilometraggio importante da far pensare ad una crisi di disidratazione, ma un controllino dal medico mi sembrerebbe tranquillizzante.
.
----
Correre è la mia terapia.
42,195 Km - 3h47'25" - Maratona Pisa 2018

"Fai correre anche tu il porcellino :pig: di Runningforum, clicca qui" !!
lentissimo
Ultramaratoneta
Messaggi: 1252
Iscritto il: 22 giu 2014, 0:10

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da lentissimo »

Dubito sia stato un colpo di calore, più probabile un allenamento un po' troppo esagerato per un fisico non ancora allenato. Una informazione che non ci hai dato e' se sei a dieta, comunque detto ciò devi bere molto di più.
Avatar utente
laurapink
Mezzofondista
Messaggi: 67
Iscritto il: 2 giu 2017, 3:01

Re: Lieve colpo di calore per disidratazione

Messaggio da laurapink »

Innanzitutto, grazie a tutti per le risposte!
Non sono a dieta, ma per problemi gastrointestinali sto seguendo la dieta FODMAP per capire se ho delle intolleranze (probabilmente al glutine).

Siccome ho appena iniziato è possibile che non riesca a regolarmi con le dosi e che non assuma abbastanza carboidrati in effetti (vivo all'estero e qui non esistono alternative senza glutine, se non a caro prezzo, per cui mi arrangio con i cibi naturalmente senza glutine: riso, patate, patate dolci, avena e -poco- mais).

Per aggiornarvi, ieri comunque mi è risuccessa una cosa simile. Verso le 18:00 sono andata a fare una corsetta di 32 minuti, sempre 3 serie da 6 minuti di corsa + 3 di camminata. C'erano 21 gradi e un vento fresco ma non freddo abbastanza forte (6 m/s). Il ritmo l'ho tenuto più lento e stavolta ho evitato salite e dislivelli.
Prima di correre sono riuscita a bere circa 1,25 litri d'acqua diluiti nell'arco della giornata.

Tutto bene durante la corsa, anche se avevo un po' lo stomaco pesante (ma quello già da prima di correre). Poi torno a casa, mi doccio, mangio, mi riposo un po' e dopo che mi metto a letto inizio a stare male con: lievi dolorini al centro dello stomaco; faccia e corpo caldissimi, ma brividi di freddo; testa pesante; spossatezza; una lieve tachicardia (credo); ansia (derivata dal fatto di non stare bene). Misurando la temperatura corporea avevo 36,7 (per me forse è un pochino altina).

Dopo un paio d'ore il tutto si è calmato e sono riuscita a riaddormentarmi, ma continuo a sentirmi la faccia e le mani caldissime, ma senza essere rossa.

A questo punto mi viene da pensare che non si tratti di disidratazione e che probabilmente non c'entri nemmeno la corsa, a meno che non abbia preso un colpo di freddo per via del vento.
Quindi andrò di filato dal medico appena possibile.

Comunque ieri ho mangiato (benvenuti anche i consigli per migliorare l'alimentazione):

- Colazione: 1 banana, due pezzetti di barrette energetiche fatte in case con fiocchi d'avena, semi di chia, semi di sesamo, noci, mandorle, uvetta, gocce di cioccolato, sciroppo d'acero, marmellata e olio. Un bicchiere d'acqua con una spruzzata di limone a stomaco vuoto e una tazza di tè senza zucchero. (circa 200 calorie?)

- Pranzo: un'insalata di lattuga, pomodorini, un pugno di ceci in scatola e carote, condita con sale, olio, pepe e origano. E un kaki (dovrei evitarli ma me li hanno regalati).

- Spuntino: una barretta energetica a base di soia, frutta secca e banane (comprata) da circa 140 calorie.

- Cena: un risottino leggero senza cipolla con basilico, limone e parmigiano e una bistecchina di manzo.

Premetto che l'ultima volta che ho fatto gli esami del sangue era tutto a posto, ma risultavano carenze di zinco e vitamina D. Di solito ho anche lievi carenze di ferro e ferritina (secondo il medico avrei problemi di assorbimento). Prendo quindi degli integratori specifici per le carenze in base alle indicazioni del medico.

Come pressione sanguigna sono stata sempre molto bassa (una volta il medico, dopo avermela misurata, mi chiese se ero viva xD), ma da quando mi sono trasferita all'estero mi è salita un po'. A giugno ce l'avevo a 120-70.
Rispondi

Torna a “Alimentazione e integrazione”