Cambiare "approccio" alimentare

Discussioni su alimentazione, diete ed integratori

Moderatori: runningmamy, F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
Pertoni
Mezzofondista
Messaggi: 145
Iscritto il: 11 dic 2019, 23:52
Località: Roma (provincia)

Cambiare "approccio" alimentare

Messaggio da Pertoni »

Buon sabato gente!
Vi pongo un quesito che a me sembra interessante e vorrei sapere la vostra. Fino ad ora ho mangiato in modo diluito durante la settimana in base alla mia attività. Ad esempio, se di media bruciassi 600 kcal/giorno con la corsa- a modo spannometrico- mangerei 2600 kcal per tutti i giorni della settimana.
Vorrei ora, invece, mangiare in base al consumo del giorno stesso e vedere che effetto fa. Mi sembra che un approccio del genere possa essere più facile da controllare in generale, rispetto al mio attuale.
Voi come siete organizzati? Grazie a tutti
Vi abbraccio!
Dr.Kriger
Guru
Messaggi: 2764
Iscritto il: 2 apr 2017, 8:40

Re: Cambiare "approccio" alimentare

Messaggio da Dr.Kriger »

Io mangio di solito un po' di più nei giorni di allenamento e meno negli altri giorni. Ma non arrivo a +600 kcal nei giorni di allenamento e da sedentario totale a riposo. Poi ognuno può fare come preferisce. Basta non mettere peso e sentirsi sazi a sufficienza.
Avatar utente
fujiko
Pink-Moderator
Messaggi: 20981
Iscritto il: 18 set 2014, 13:54
Località: Roma - Palermo

Re: Cambiare "approccio" alimentare

Messaggio da fujiko »

Non sto qui a elencarti i mille studi (ti consiglio di approfondire ad esempio su Project Invictus) ma in realtà il corpo non si adatta su base giornaliera, bensì su tempi più lunghi, convenzionalmente individuati sulla settimana. Conta di più il bilancio calorico settimanale, per farla breve, non starei quindi a regolarmi in maniera alquanto stressante su in e out giornalieri. Questo ti permette anche di avere una maggiore visione di insieme e flessibilità (del tipo: esco a cena giovedi con gli amici e mangio tanto, ma cavolo oggi non ho corso.... Però sabato ho un lungo! È un esempio banale ma rende l'idea)
Never trouble trouble till trouble troubles you, 'cause if you trouble trouble, you'll only double trouble and trouble others, too.

Torna a “Alimentazione e integrazione”