"Tipi che corrono", Fulvio Massini

Moderatori: F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
ClaSco
Maratoneta
Messaggi: 481
Iscritto il: 12 ott 2015, 21:13
Località: Tortolì

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da ClaSco »

Io sono parziale, siccome Fulvio mi allena da un paio di anni, però questo libro dice senz'altro molte cose del tutto nuove rispetto ad "Andiamo a correre". Per quanto riguarda i disegni iniziali, poi, fu proprio grazie a loro che imparai a correre sbilanciando il baricentro in avanti e poggiando di mesopiede, guadagnando una corsa molto più leggera ed economica.
Per me è imperdibile per competenza e chiarezza, poi vedete voi.
Buone corse! :beer:
"Essere maratoneta è una fuga dal mondo nel mondo", Paolo Maccagno, Lungo lento. Maratona e pratica del limite, p. 67
Avatar utente
Utente donatore
lorenzo64
Ultramaratoneta
Messaggi: 1004
Iscritto il: 30 apr 2011, 18:17
Località: Lunata (LU)

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da lorenzo64 »

Anch'io mi alleno con lui dal 2012 e ci sentiamo spesso, infatti mi ha chiesto un parere personale sul libro, che gli darò appena finito di leggere. Cerco però di essere obbiettivo e dire quello che mi piace trovare e non trovare in un libro
PB:
5 km 19'57" (3'59") Allenamento (30/05/20)
10 km 41'03" (4'06") T.I.A.M.O. Carnevale (26/01/20)
Mezza 1'35"43" (4'32") Ravenna (10/11/19)
Maratona 3'54'54" (5'34") Firenze (24/11/13)
Avatar utente
riccardoyaya
Guru
Messaggi: 2835
Iscritto il: 25 feb 2014, 17:26
Località: Bologna

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da riccardoyaya »

Mi spiegate come funziona il B - Bis in tabella per maratona del runner evoluto?
Ho letto che sono variazioni tra VR e L , ma non diventa pesante il giorno dopo ripetute fare per esempio 8km di 2km L - 2km VR ecc.. ??
Mezza.. 1h13'50'' Maratonina di Correggio (13/10/2019)
Maratona.. 2h36'22" Maratona di Valencia (01/12/2019)
Avatar utente
sunmoonking
Maratoneta
Messaggi: 355
Iscritto il: 21 lug 2015, 12:15

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da sunmoonking »

Visto or ora questo nuovo libro… e pensare che ho appena ordinato l'altro: "andiamo a correre"! :pale: ](*,)
Dite che quello vecchio valga cmq la pena o converrebbe prendere direttamente questo appena uscito? Sono libri diversi e complementari oppure "tipi che corrono" è un aggiornamento che sostituisce "andiamo a correre"?
Ogni istante è pienamente prezioso
...carpe diem!

Via Veritas Vita
Avatar utente
ClaSco
Maratoneta
Messaggi: 481
Iscritto il: 12 ott 2015, 21:13
Località: Tortolì

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da ClaSco »

@Sunmoonking, io direi che "Tipi che corrono" è stato scritto sulla base delle ultime conoscenze di Fulvio (cambia del tutto - ad esempio - l'approccio allo stretching) mentre "Andiamo a correre" ha un'impostazione più classica ed è forse più completo per quanto riguarda i vari mezzi di allenamento.
Quindi la risposta alla tua domanda è... sì e no, li vedo in parte complementari in parte l'uno la rivisitazione aggiornata dell'altro.
"Essere maratoneta è una fuga dal mondo nel mondo", Paolo Maccagno, Lungo lento. Maratona e pratica del limite, p. 67
Avatar utente
Utente donatore
lorenzo64
Ultramaratoneta
Messaggi: 1004
Iscritto il: 30 apr 2011, 18:17
Località: Lunata (LU)

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da lorenzo64 »

concordo che sono 2 libri diversi e da leggere nell'ordine di uscita.
PB:
5 km 19'57" (3'59") Allenamento (30/05/20)
10 km 41'03" (4'06") T.I.A.M.O. Carnevale (26/01/20)
Mezza 1'35"43" (4'32") Ravenna (10/11/19)
Maratona 3'54'54" (5'34") Firenze (24/11/13)
Avatar utente
sunmoonking
Maratoneta
Messaggi: 355
Iscritto il: 21 lug 2015, 12:15

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da sunmoonking »

@ClaSco che tipo di approccio ha per lo stretching l'ultimo libro? Il mio posturologo è del tutto contrario a questa pratica tant'è che l'ho eliminata dai miei allenamenti (a parte qualche breve allungamento delle gambe a fine corsa)…
E se in "andiamo a correre" è un'impostazione classica quel capitolo sarebbe proprio da saltare dunque…?
Ogni istante è pienamente prezioso
...carpe diem!

Via Veritas Vita
Avatar utente
ClaSco
Maratoneta
Messaggi: 481
Iscritto il: 12 ott 2015, 21:13
Località: Tortolì

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da ClaSco »

@Sunmoonking: l'impostazione "classica" va più che bene; nell'ultimo libro Fulvio adotta una metodologia che chiama "Ve.Di.", che sta per "venti-dieci": venti secondi di contrazione e dieci secondi di contro-resistenza.
Non sono un medico e so che alcuni rifiutano lo stretching: io posso solo dire che, empiricamente, a me fa benissimo, specie nella fase di carico durante la preparazione di una maratona.
"Essere maratoneta è una fuga dal mondo nel mondo", Paolo Maccagno, Lungo lento. Maratona e pratica del limite, p. 67
Avatar utente
Utente donatore
lorenzo64
Ultramaratoneta
Messaggi: 1004
Iscritto il: 30 apr 2011, 18:17
Località: Lunata (LU)

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da lorenzo64 »

Il discorso dello streching è molto complesso. Io per esempio lo faccio non immediatamente dopo aver corso, anche perchè i muscoli sono già affaticati, ma quando arrivo a casa dopo aver fatto la doccia, in modo molto graduale. L'ho letto anche da qualche parte che fa bene farlo nelle 2 o 3 ore successive alla fine dell'allenemento o gara, più che nell'immediato
PB:
5 km 19'57" (3'59") Allenamento (30/05/20)
10 km 41'03" (4'06") T.I.A.M.O. Carnevale (26/01/20)
Mezza 1'35"43" (4'32") Ravenna (10/11/19)
Maratona 3'54'54" (5'34") Firenze (24/11/13)
Avatar utente
sunmoonking
Maratoneta
Messaggi: 355
Iscritto il: 21 lug 2015, 12:15

Re: "Tipi che corrono", Fulvio Massini

Messaggio da sunmoonking »

ClaSco ha scritto:@Sunmoonking: l'impostazione "classica" va più che bene; nell'ultimo libro Fulvio adotta una metodologia che chiama "Ve.Di.", che sta per "venti-dieci": venti secondi di contrazione e dieci secondi di contro-resistenza.
Non sono un medico e so che alcuni rifiutano lo stretching: io posso solo dire che, empiricamente, a me fa benissimo, specie nella fase di carico durante la preparazione di una maratona.
Come si fa la contro-resistenza?
Per esempio in fase di lombalgia acuta ho sperimentato che lo stretching fa aumentare il dolore (anche nelle ore successive) e ritarda la guarigione mentre il semplice camminare o fare una corta e blanda corsa porta ad attenuarlo: sarà una conferma alle affermazioni del posturologo? :nonzo:

@Lorenzo certo è una questione molto controversa… vai a capire quali siano le indicazioni migliori! :nonzo:
Quasi quasi converrebbe pensare di avvicinarsi allo yoga…
Ogni istante è pienamente prezioso
...carpe diem!

Via Veritas Vita

Torna a “Libri e letteratura”