Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

Rispondi
Avatar utente
Jollyroger
Ultramaratoneta
Messaggi: 1453
Iscritto il: 10 set 2009, 12:48
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da Jollyroger »

Grazie @sottobosco :)
Avatar utente
lost_highway
Mezzofondista
Messaggi: 58
Iscritto il: 19 feb 2017, 11:46

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da lost_highway »

Gli Injinji sono i migliori per come fasciano piedi e dita senza dare fastidio per la corsa, ma per i miei gusti hanno i seguenti difetti:
1) i modelli più leggeri si rompono un po' troppo facilmente;
2) i modelli più leggeri non sono abbastanza leggeri con il caldo :) ;)

Li preferisco comunque a tutti gli altri, mentre da portare tutti i giorni al lavoro e a casa ho finito per scegliere Knitido: costano un po' meno, durano di più e ce ne sono di tutti i materiali e di tutte le lunghezze. È una ditta tedesca ma i calzini sono made in Japan. D'inverno lana, nelle mezze stagioni cotone e d'estate misto seta (ebbene sì: sono fantastici, freschissimi, morbidissimi e costano comunque non più degli Injinji).
yatahaze
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 3 mag 2018, 15:59

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da yatahaze »

non ci sono problemi di sfregamento senza calzini? parlo per scarpe come le Topo ST2

quali modelli consigliate di Injinji per questa stagione?

grazie
Avatar utente
sottobosco
Guru
Messaggi: 3592
Iscritto il: 22 lug 2015, 15:47
Località: Al centro del triangolo Lariano

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da sottobosco »

quelli più leggeri!!!
per me, sempre e comunque, perchè i piedi anche in inverno si scaldano subito (o sono solo i miei?)

Con le Topo uso i calzini, solo con le five fingers si va senza
non dire gatto se non ce l'hai nel sacco, ma soprattutto non dire mulo...
Immagine Attilio
yatahaze
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 3 mag 2018, 15:59

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da yatahaze »

@sottobosco ok
non vedo l'ora di prendere le topo, volevo prenderle in negozio per provarle prima ma non arrivano più

vorrei aprire un topic che riguarda il reiniziare a correre o allenamento , ma non trovo una cartella specifica per il natural running, dove posso scrivere?
grazie
yatahaze
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 3 mag 2018, 15:59

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da yatahaze »

Ho finalmente provato (si intende in negozio) le Topo ST-2 , le Topo Fli-Lyte 2 e le Kinvara 9. Le prime niente da dire, ultra flessibili, suola dell'altezza giusta, sono comode anche a camminare solamente, avampiede bello largo. Le Fli-lyte 2 un po' più alte, con drop 3 mm, ma meno flessibili anche delle Kinvara 9, che sempre con drop 3 mm hanno però meno suola.
La mia preferenza quindi in ordine: ST-2, Kinvara 9, Fli-Lyte 9.....e sono uscito dal negozio con le ST2

Secondo voi ricominciando a correre praticamente da zero dopo anni di ciclismo, quanto tempo ci vuole per riadattare i tendini, in particolare il tendine d'achille?
Ho paura di strafare all'inizio e rischiare una rottura da stress
Esiste un programma progressivo di riadeguamento? Perché se non erro, i tendini d'achille si tirano solo quando si corre , non quando si cammina anche scalzi
grazie
Avatar utente
leolinux
Maratoneta
Messaggi: 462
Iscritto il: 2 mag 2015, 9:31
Località: Ronco B. (MB)

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da leolinux »

IMHO
Se stai ricominciano praticamente da zero, sei in condizioni migliori di chi solamente cambia drop. MI spiego.
Se stai facendo 60km/sett, è mentalmente difficile fare uscite di solo qualche minuto con le nuove scarpe.
Se parti da zero, devi comunque essere graduale, a prescindere dal tipo di scarpe che usi.
Poi dipende molto da età, peso e dallo stato di forma generale.

A suo tempo iniziai con questa tabella https://www.albanesi.it/corsa/inizia-a-correre.htm; sembra molto easy, ma riuscii a infortunarmi lo stesso quando cominciai a guardare il cronometro :( .

Oggi, nonostante l'età, corro solo con queste Immagine.
SM55
21k 1h38'32" - Vittuone - 10/02/2019
42k 3h45'57" - Reggio Emilia - 09/12/2018
Strava
yatahaze
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 3 mag 2018, 15:59

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da yatahaze »

@leolinux è vero, avrei dovuto ricominciare comunque in modo graduale, però ho visto gli effetti di una corsa scalzo di soli 10 minuti su campo calcetto sintetico, dopo essermi allenato diverse volte scalzo su tapis roulant anche in salita, sono rimasto fermo col male ai polpacci per 5 giorni...quindi già erano troppi...anche se ai tendini d'achille non ho avvertito niente, a parte un leggero "tirare" quando sono seduto
provo a fare tipo: camminata (usando le topo st-2) : (4 min + corsa 1 minuto) per 6 volte a seduta, per X giorni, poi aumentare a 2 minuti di corsa e ridurre la camminata a 3, e così via
anche se da quello che ho capito il camminare non sforza il tendine d'achille come la corsa

P.S. in che modo alterni le Topo alle Vibram? in base alla superficie? asfalto vibram strada bianca topo?
Avatar utente
leolinux
Maratoneta
Messaggi: 462
Iscritto il: 2 mag 2015, 9:31
Località: Ronco B. (MB)

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da leolinux »

Cerco (non sempre ci riesco) di usarle tutte e tre ogni settimana: con le FF circa 1h solo asfalto (ma sono arrivato anche a 15k), BA fino a 2h anche sterrato e sentiero corribile (provato 3h su asfalto), ST-2 da 1h30' su ogni superficie.

Inviato dal mio GT-I9105P utilizzando Tapatalk

SM55
21k 1h38'32" - Vittuone - 10/02/2019
42k 3h45'57" - Reggio Emilia - 09/12/2018
Strava
Avatar utente
Utente donatore
d1ego
Ultramaratoneta
Messaggi: 1757
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da d1ego »

Il fastidio al polpaccio e quello al tendine d'achille sono strettamente correlati. Il tendine d'achille infatti unisce i muscoli del polpaccio al tallone. Se troppo sollecitati (in quantità o qualità), il più debole dei due dà il primo segnale. Evidentemente nel tuo caso sono stati i muscoli; considera poi che un muscolo contratto costringe il relativo tendine ad uno sforzo ancora maggiore quindi se vuoi stare tranquillo fermati finché i polpacci non hanno recuperato e poi comincia piano, cresci lentamente e torna indietro ad ogni segnale di fastidio.
Non ti serve una tabella, quanto e come fare dipende da troppi fattori individuali: cerca di ascoltare il tuo corpo e "fare da te".
Uno schema potrebbe essere la prima settimana 2 uscite da 1 km corsa (lo so, sembra poco) e poi passare ad una cosa tipo 3x(500m camminata + 1 km corsa), poi passare a tre volte a settimana, poi a settimane alterne allungare le ripetizioni e le distanze di corsa.
Se vuoi correre subito di più oltre a queste sedute potresti aggiungere delle altre con scarpe di transizione, ne trovi parecchie consigliate qui.
Rispondi

Torna a “Natural Running”