Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

Avatar utente
kondalord
Maratoneta
Messaggi: 256
Iscritto il: 2 ago 2016, 18:54
Località: Altamura

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da kondalord »

Quindi quello che hanno scritto sul sito merrel non corrisponde a verità... dato che praticamente hai lo stesso piede mio,le Trail glove 5 hanno la stessa vestibilità delle vapor glove 3 che ho ora... E forse devo prendere il mezzo numero in più...
Avatar utente
Utente donatore
gambacorta
Moderatore
Messaggi: 6119
Iscritto il: 15 dic 2011, 10:07
Località: Mestre

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da gambacorta »

oggi indossavo le VaporG3 ora le TrailG5 appena arrivate e a parità di 43,5 secondo il mio piede la differenza c’è, sulle Trail ci sta più comodo e anche davanti ho più margine, bene così
next races
2021-S1T80-Soldamare23-VdD125-DXT103-CT48-AT93-TdC63
BM Grappa 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12
fai correre anche tu il :pig: scopri->qui<-come!
Avatar utente
kondalord
Maratoneta
Messaggi: 256
Iscritto il: 2 ago 2016, 18:54
Località: Altamura

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da kondalord »

Grazie, vorrà dire che molto probabilmente il 44 mi andrà bene.

Mentre per quanto riguarda le Trail glove 5 in pelle
https://www.merrell.com/US/en/trail-glo ... 4761M.html

Mi sapete dire se sono drop zero come le classiche in sintetico?
Avatar utente
fujiko
Pink-Moderator
Messaggi: 20995
Iscritto il: 18 set 2014, 13:54
Località: Roma - Palermo

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da fujiko »

Le trail glove 5 vestono una taglia in più fino a quelle prodotte nel 2019. Da quanto ne so hanno aggiustato il tiro per la seconda produzione, 2019-20
Never trouble trouble till trouble troubles you, 'cause if you trouble trouble, you'll only double trouble and trouble others, too.
Avatar utente
tomaszrunning
Top Runner
Messaggi: 11123
Iscritto il: 25 apr 2013, 19:50
Località: Sarzana

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da tomaszrunning »

Qualcuno di voi aveva già corso coi sandali?
Avevo già visto qualche Runner durante le maratone ed ero curioso come non si fa sentire il laccio durante la corsa
Ho visto che esistono vari modelli
https://www.vestirsidicorsa.it/migliori ... l-running/
http://rastrosandals.blogspot.com/?m=1
https://www.barefootwear.it/product/pie ... terra-zip/
10K 42'48'' 01/5/14 Aulla
21K 1:35'41" 18/1/15 Torre del Lago
42K 3:27'06'' 14/12/18 Pisa
50K 4:40' 23/04/16 Sarzana in allenamento
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1767
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da ubald »

io.
Sinceramente non ho mai trovato la quadra. Ho i rastro. Dopo avari aggiustamenti in corsa mi ci trovo quasi bene, ma voglio provare diversi tipi di allacciature
Avatar utente
tomaszrunning
Top Runner
Messaggi: 11123
Iscritto il: 25 apr 2013, 19:50
Località: Sarzana

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da tomaszrunning »

che tipo di sandalo hai?
leggo che spesso la punta si inciampa nelle terra sul sconnesso e piega in giù...
magari i sassolini che entrano e danno noia...
ma io sopratutto temo i lacci tra le ditta. ci vorrà ovviamente del tempo per abituare la pelle
10K 42'48'' 01/5/14 Aulla
21K 1:35'41" 18/1/15 Torre del Lago
42K 3:27'06'' 14/12/18 Pisa
50K 4:40' 23/04/16 Sarzana in allenamento
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1767
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da ubald »

i lacci tra le dita erano il problema minore, ti abitui. E se li stringi troppo ti fai male.
I sassolini sostanzialmente poco problematici, anche lì ti abitui. Il fatto che la punta possa incastrarsi e strisciare a terra è un problema fastidioso, confermo.
Anche ai maggior sfregamenti del piede la pelle si abitua (prime uscite coi sandali sempre brevi, non più di 30-40'!)
Il vero problema è la tenuta dei lacci, spesso difficoltosa.
Se non erro il mio sandalo si chiama rastro superflex new
Avatar utente
tomaszrunning
Top Runner
Messaggi: 11123
Iscritto il: 25 apr 2013, 19:50
Località: Sarzana

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da tomaszrunning »

Ok. Grazie
Sul forum polacco leggo che alcuni corrono con Monk Sandals senza problemi
10K 42'48'' 01/5/14 Aulla
21K 1:35'41" 18/1/15 Torre del Lago
42K 3:27'06'' 14/12/18 Pisa
50K 4:40' 23/04/16 Sarzana in allenamento
Avatar utente
Utente donatore
georunner
Maratoneta
Messaggi: 487
Iscritto il: 4 nov 2011, 11:58
Località: Robilante (Cn)

Re: Quale minimalista per cominciare (thread 2)

Messaggio da georunner »

tomaszrunning ha scritto:
20 giu 2020, 18:26
Qualcuno di voi aveva già corso coi sandali?
Ciao, io corro con i sandali. Uso i Luna Sandals (Oso Flaco), oramai esclusivamente da 2 anni. Ho fatto la mia ultima maratona in sandali lo scorso novembre a Porto. La mia "specialità" è su asfalto, ma li uso anche negli "allenamenti" in montagna sui sentieri dove abito, con presenza di ricci (castagne), sassi, erba, torrenti.
Non ho mai avuto problemi, né con la chiusura dei lacci, né inciampando su pietre o altro, né con sassi e ricci che si piantano nel piede. Ho dovuto/voluto fare una lunga transizione (secondo me essenziale) "imparando" a correre correttamente con adeguato appoggio sul piede. Corro senza calze anche in inverno con neve e ghiaccio. L'unico problema è quando piove molto e quindi (nel mio caso) bisogna chiudere/tirare maggiormente i lacci per evitare che il piede scivoli nella suola e sfreghi contro i lacci. Tanti mi chiedono "ma non ti fa male il laccio in mezzo al piede?", la risposta è no, perchè non corri "ciabattando", ma il piede fa praticamente un movimento "in verticale" con appoggio sul "mesopiede ed avampiede"
All'inizio è un po' difficile "trovare" il giusto equilibrio nella chiusura, ma poi trovato sei "a posto". Ho anche un paio di Rastro, ma li uso solo a camminare.
Naturalmente io ho abbandonato qualsiasi "velleità" su PB, ma in compenso mi diverto moltissimo ed il piede si è allargato.
Se vuoi info particolari contattami in privato, così non "inquiniamo" questa discussione
Immagine
La vita del puntuale è un inferno di solitudini immeritate
(Stefano Benni)


http://geodicorsa.blogspot.it/
http://connect.garmin.com/profile/geodicorsa

Torna a “Natural Running”