Problemi respirazione e battiti

Esperienze, discussioni, consigli per abbattere i nostri limiti sui 10.000 m

Moderatori: fujiko, franchino, gambacorta, Doriano

Rispondi
Avatar utente
Chomsky85
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 14 ott 2018, 19:22

Problemi respirazione e battiti

Messaggio da Chomsky85 » 23 mag 2019, 15:06

Salve ormai è quasi un anno che ho cominciato a correre con risultati soddisfacenti per il poco impegno che ho avuto modo di metterci 2 sedute a settimana ed un stop di 3 mesi ad inizio anno. Ho 33 anni sono alto 182, il primo traguardo raggiunto è stato quello di scendere di 5 kg da 83 a 77 kg, ho una buona muscolatura negli arti superiori. Il secondo traguardo è stato quello di passare dal correre a stento 5km dovendo camminare per lunghi tratti impiegando più di 30' a riuscire a girare oggi a 4'30 nei 5km, ed allenarmi anche sotto al 4 con ripetute 10x400 ad 1'30". Questi inverno nei 3 mesi che non ho corso non mi sono completamente fermato, ma ho fatto un periodo di potenziamento in palestra con un personal trainer dedicato. Ora con l'arrivo si spera della bella stagione e l'allungarsi delle giornate dovrei riuscire ad allenarmi di più. Ho cominciato da ieri a frequentare la pista dove vorrei cercare un preparatore. Al momento in realtà sto facendo degli allenamenti cross training, sto nuotando, correndo e andando in bici nella settimana, anche con lavori combinati, scendo dalla bici e corro. I chilometri sono pochi. 15/20 la settimana di corsa. Purtroppo sono arrivato ad un punto in cui non riesco a stare concentrato con la testa. Mi alleno nei ritagli di tempo con una scarsa programmazione e conto i metri ogni volta. Parto per fare fondo lungo e mi ritrovo dopo poco a fare un veloce ed ogni allenamento diventa una gara. Purtroppo ho degli orari insoliti e mi alleno da solo. Dopo questa lunga premessa ma che vi fa capire spero il contesto, volevo condividere un sensazione strana. Ultimamente le gambe girano più del fiato, sento di poter spingere di più ma allo stesso tempo ho il cuore in gola, non riesco a fare dei respiri normali, come se avessi sempre un senso di oppressione sulla gabbia toracica, questa sensazione me la porto anche dietro a riposo. A cosa potrebbe essere dovuto? Ho fatto la spirometria per la visita medico agonistica e ho una capacità polmonare ampia oltre i 7 litri. Le uniche spiegazione che mi riesco a dare sono un problema al diaframma, o di digestione. Inoltre non so se è collegata ad una cattiva respirazione i battiti mi salgono molto velocemente, il garmin a riposo mi segna circa 60 battiti, ma appena mi muovo supero i 100 e già al riscaldamento sono a 130/140 battiti, arrivando nelle ripetute a toccare i 208 battiti. Ovviamente rispetto alle solite formuline sono completamente fuori. E per il problema della respirazione non riesco ad allenarmi neanche a sensazione, parto già con affanno. Che ne pensate?
MrHoonka
Novellino
Messaggi: 32
Iscritto il: 24 feb 2017, 16:54

Re: Problemi respirazione e battiti

Messaggio da MrHoonka » 23 mag 2019, 18:09

Ciao,

non sono un Medico, quindi ti posso proporre solo la mia personalissima opinione / esperienza.

Anch'io soffro un po' a intervalli di problemi di stomaco; il senso di oppressione di cui parli potrebbe tranquillamente essere dovuto a quello. Per quel che ne so, problemi di reflusso possono riflettersi sull'attività cardiaca - io ho 'sofferto' a lungo di extrasistole a riposo. Del tutto benigne ma fastidiose, a volte.

Detto ciò; tu sostieni di correre pochi chilometri a settimana. In assoluto, è vero: 15 / 20 a settimana sono pochi. E' però vero che (1) non ti alleni da molto tempo, al netto dello stop invernale (2) quei "pochi" chilometri li fai tutti tirati (3) fai altre due attività sportive impegnative dal punto di vista cardiovascolare. Quanti chilometri di bici fai a settimana? Quanti di nuoto?

In sintesi: potrebbe essere un problema di sovrallenamento.

Per quel - poco - che ne so, le frequenze che si alzano in fretta sono un classico sintomo.

Un'altra cosa: da quanto tempo va avanti questa storia? E, domanda cruciale, ti sembra che ci sia qualche relazione con la temperatura esterna?
Mi spiego: a partire da Marzo il clima sembra essere diventato letteralmente schizofrenico; giorni di caldo improvviso seguiti da giornate gelide e piovose. Il caldo, specie se non sei bene allenato e / o se hai qualche chilo in più, ha un impatto notevole sulla prestazione; ti fa disidratare più velocemente, cosa che fa impennare la frequenza cardiaca. Specie se non hai avuto tempo di abituare il tuo fisico alle alte temperature. In pratica, se la temperatura continua a oscillare tra i 10° e i 25°, ogni volta che corri con i 25° ti becchi una batosta tremenda. Soprattutto se cerchi di andare forte.

Solo i miei 2 centesimi... ma spero di esserti stato utile!
Avatar utente
Chomsky85
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 14 ott 2018, 19:22

Re: Problemi respirazione e battiti

Messaggio da Chomsky85 » 23 mag 2019, 23:56

Grazie per la risposta. Si di problemi di stomaco un po ne soffro, reflusso, ernia, ormai ho imparato a conviverci e a correrci su. Per quanto riguarda gli allenamenti non faccio grandi distanze neanche in bici 20/30 chilometri ad uscita, e a nuoto un oretta un paio di volte a settimana. Il problema grande è il lavoro che mi lascia pochi spazzi. Passo 16/17 ore in piedi, 70 ore la settimana, compromette l'alimentazione, non mangiando mai a casa e mi lascia dormire poco. A questo lo sport diventa la via di fuga ed il modo di scaricare un po'. Attendo il giorno di riposo con ansia, ma alla fine mi trascino. Ci sta quindi anche che sia stanco. Per quello però spesso mollo di testa e non riesco ad allungare gli allenamenti. Mi rendo conto che non porti a nulla di produttivo e per questo voglio cominciare a frequentare il campo e ripartire con un allenatore dalla tecnica piuttosto che cercare le distanze. Volevo solo cercare di arrivare più pronto. La voglia di migliorarmi non mi manca. L'unica cosa è cercare di capire come togliere questa sensazione di oppressione. Mercoledì ho una visita dall'osteopata vediamo se è un problema di diaframma, poi non mi resta che il gastroenterologo, escluderei un discorso di polmoni.
La temperatura invece per esperienza non mi ha mai dato fastidio, né sotto zero, né a 40 gradi. Ho vissuto diverse esperienze al limite.
Per quanto riguarda i battiti ovviamente influisce quanto detto sopra. Mi sembra solo insolito avere una soglia così alta.
Rispondi

Torna a “10.000 - Allenamento”