DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Moderatori: gambacorta, franchino, Doriano, fujiko

Avatar utente
Lord_Phil
Top Runner
Messaggi: 5117
Iscritto il: 3 set 2012, 18:08
Località: Tallinn

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da Lord_Phil »

Bravo Edo! E bella la vista dal tuo hotel 😁
100 12”62 200 25”45 400 57”10 800 2'18" - 2'52
1000 3'06” 1500 4'55" - 3'16
3km 10'39" - 3'33" 5km 18'43" - 3'45
10km 38'29" - 3'51" 21km 1h25'32" - 4'02
42km 3h35'58" - 5'07
Avatar utente
EdoRm
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 229
Iscritto il: 21 mag 2012, 19:25

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da EdoRm »

Hai visto che lusso? 😂

Ieri un bel ritiro sul 1500, quando si è stanchi non c'è nulla da fare. Passaggio al 1000 lentissimo in 2'42"0 (e pensare che durante il 3000 sono passato in 2'43"9), quando mi sono detto di aumentare ho fatto un giro in 32" (sul 3000 giravo in 33") ed ho pensato che la scelta più saggia fosse il ritiro 😂
400 m: 49"12
800 m: 1'54"72
1500 m: 3'49"89
3000 m: 8'17"35
3 miles [4828 m]: 13'55"
5000 m: 15'03"69
10 km: 31'33"
Avatar utente
zazs
Ultramaratoneta
Messaggi: 1727
Iscritto il: 5 apr 2017, 8:41

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da zazs »

Questo week end alla fine ho corso il 400. Troppa attesa per il 1500. Ero iscritto a tutte e due le gare ma hanno fatto oltre 2 ore di ritardo. 1500 previsto alle 19 e corsa la prima batteria alle 21:15, io avrei corso oltre le 21:30 e poi sarei dovuto tornare a caserta da ancona. Capito l’antifona ho optato per il 400. Capitato in prima corsia in una batteria con l’accredito più lento. Non facevo un 400 da settembre e non un lavoro veloce da mesi. Sono partito e arrivato allo stesso ritmo non riuscendo mai ad accelerare veramente. Due giri quasi identici a 28 con un crono non buonissimo di 56.35. Alla fine sono arrivato senza acido nelle gambe con la sensazione di aver fatto una specie di ripetuta piuttosto che una gara. Sarebbe stato decisamente fare il 1500 ma tornare alle 3 di notte sarebbe stato un casino dopo essere partito di mattina e gia con 5 ore di macchina all’andata. Unica cosa di cui sono contento è di non aver finito stanco la gara.

Oggi ho cominciato la settimana con un
1600+2x800+2x400 rec sempre 5min
5’27-2’29-2’32-1’04-1’03
Sofferto troppo negli 800. È un tipo di distanza che in ripetuta non digerisco proprio
400: 53”90: 800: 2’03”69; 1000: 2’50”50
1500: 4’32”20
10000: 37’12”
andrea182
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 552
Iscritto il: 9 feb 2016, 11:17

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da andrea182 »

Visto su Youtube, effettivamente sembrava una ripetuta , non hai dato l'aria nè di essere "tirato" nè di essere stanco. Forse hai fatto una trasferta inutile, però è sempre bello confrontarsi.
Ho visto un gran 1500 con Tamassia che ha fatto la lepre ( 2 e 27 ai 1000 !!) ed il solito spunto finale di Riccobon.
Altra bella gara gli 800 , dove lo speaker " leggermente" di parte incensava Barontini ( sempre grande) non accorgendosi che era stato battuto dal pari età Tecuceanu , del quale ho gia' parlato tempo fa .Vive qua vicino , incontrato spesso nei meeting , capace di sub 50 - 400 , sub 1 e 48- 800 , sub 3 e 49- 1500 , e tanto per non farsi mancare niente anche un 8 e 42 sui 3000 due anni fa tanto per provare...Ha due piedi che spingono in maniera incredibile !
Avatar utente
zazs
Ultramaratoneta
Messaggi: 1727
Iscritto il: 5 apr 2017, 8:41

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da zazs »

Si Andrea hai ragione, forse una trasferta inutile, ma volevo provare il pistino almeno una volta prima degli italiani. Le due ore di ritardo e la prima corsia mi hanno forse fatto perdere un po di mordente. La considerazione è che se corro 56 cosi facile allora in una gara tirata con una corsia buona e con qualche lavoro veloce di piu nelle gambe possa fare decisamente meglio. Poi chissà, le gare e i tempi vanno sempre corsi
Tamassia è uno dei miei preferiti da quando ci ho corso il 1500 insieme ad Orvieto l’anno scorso. Anche lui un bel talento. Ho ancora in testa il suo cambio al 1000 in quel 1500 tattico in cui fece gli ultimi 500 in 1’07

Ps ti devo chiamare per lo smartwatch, stiamo aggiornando il software. Appena finito ci sentiamo al telefono, ti spiego e te lo spedisco
400: 53”90: 800: 2’03”69; 1000: 2’50”50
1500: 4’32”20
10000: 37’12”
Avatar utente
EdoRm
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 229
Iscritto il: 21 mag 2012, 19:25

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da EdoRm »

Zazs non è un "te l'avevo detto" però non mi sarei aspettato nulla di diverso! Purtroppo nell'atletica c'è poco spazio per l'improvvisazione 🙂 adesso continua col tuo percorso che stai andando alla grande. A velocizzare si fa sempre in tempo.
Io ho deciso, proprio per non interrompere la bella preparazione che sto facendo, di non fare i 1500 ai campionati italiani indoor. Mi presenterò solo sui 3000.

Tamassia ha corso a Padova il 1500 in cui mi sono ritirato riuscendo a farsi uscire la spalla un'ora e mezza prima della gara facendo le capriole all'indietro sui materassi 😂
Dopodiché, 3'54" in scioltezza con il braccio destro mezzo bloccato

Per quanto riguarda Riccobon, mi fa impazzire. Fisico imponente. Chiude gli ultimi 200 metri come un orso incazzato. Inarrestabile.

Eccoci tutti insieme 😉

Immagine
Ultima modifica di EdoRm il 28 gen 2020, 9:17, modificato 2 volte in totale.
400 m: 49"12
800 m: 1'54"72
1500 m: 3'49"89
3000 m: 8'17"35
3 miles [4828 m]: 13'55"
5000 m: 15'03"69
10 km: 31'33"
andrea182
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 552
Iscritto il: 9 feb 2016, 11:17

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da andrea182 »

Si Riccobon ,anche lui di queste parti, da' l'impressione di essere tutto fuorche' un mezzofondista
Dimitry
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 215
Iscritto il: 30 set 2017, 21:05

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da Dimitry »

Dipende che tipo di periodizzazione uno vuol fare, Canova anche nel periodo fondamentale mette lactic power con una sola frazione a bomba da 400-1000 metri, oppure SE all'americana cioè frazioni da 80-150 metri, oppure alla Giuseppe d'Urso, uno dei pochi in cui funzionavano alla grande salite da 400-600-800 metri alla massima intensità.
Canova mette lactic power, quindi in Q limitate anche mentre si stanno cmq facendo mezzi aerobici, perchè dice la lactic capacity è la qualità fondamentale dell'800ista, ma per produrre molto lattato in Q assoluta si deve essere bravi prima a produrne molto nell'unità di tempo, per cui la lactic power prima di lactic capacity e abbastanza presto in inverno.
Avatar utente
EdoRm
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 229
Iscritto il: 21 mag 2012, 19:25

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da EdoRm »

Incollo di seguito un contributo di Canova sul forum letsrun. Correva l'anno 2005 (febbraio).
Buona lettura.

Before going to New Dehli together with Ahmed Hassan Abdullah (Albert Chepkurui) and John Korir(that are in Torino for training, we leave next Wednesday, 29), where we meet also Robert Kipchumba and Rita Jeptoo training in Kenya, and the Ugandian team training in Kapcherwa, I read again some of these very interesting posts, that are going to overtake all the other discussions before. I am happy for this, because it means that, when there is a TECHNICAL and METHODOLOGICAL argument, many are really interested in understanding and in explaining their experiences.
I promised that, after WHMCh, I can post the full season of Shaheen (but also of some other athlete, for example Ahmed Hassan, if he wins a medal in his first HM, after winning Bruxelles with 26:59). Of sure, I need some time for writing everything, but I can explain his training and also the reasons of it.
At the beginning of November (5-6-7) I am, together Peter Thompson from GBR, the rapporteur of some methodological type of training for middle and long distances, during the yearly conference of European Association of the Coaches.
I have to prepare expecially a work regarding the differences between the training of a European runner, and an African (under the cultural, social, physiological, psychological and methodological point of view). I can send to someone that can post the work all what I prepare, that is also what European Coaches can have.
Awaiting that moment, I want to explain something about my normal phylosophy of training.

a) I think that the level of aerobic training must be connected with the specific training. The AEROBIC SUPPORT cannot be too much far from the specific speed that athletes have to use normally in their competition. So, we cannot speak about AEROBIC ENDURANCE only in one way.
In my opinion, EVERY SPEED SLOWER OF MORE THAN 80% OF THE SPEED OF THE RACE HAS NO MEAN OF TRAINING, BUT OF REGENERATION BETWEEN THE REAL WORKOUTS.
An example : if I run a Marathon in 2:10 (3:05 per km pace), 18.5 is 100% of the speed every 100m, so 80% of the speed is 3:05 + 37.0 = 3:42. From this speed TRAINING FOR BUILDING RESISTANCE BEGINS, not slower.
But, if I run 10000m in 28:20 (2:50 per km), my 80% is 2:50 + 34.0 = 3:24. If I run slower than this speed, I go for a regenerative work, not for a real training.
This is true in the field of the event DIRECTLY INFLUENCED BY THE THRESHOLD. But, when we speak about LACTIC EVENTS (like already 3000m SC, or 1500, or of course 800m) the aerobic level that we need must be more or less high, in order to support the LACTIC ENDURANCE and/or the LACTIC CAPACITY, that have a specific role in the specific event.
What is for me LACTIC ENDURANCE ? Is the quality connected with the ANAEROBIC THRESHOLD and with the LACTIC CAPACITY at the same time.
What is for me the LACTIC CAPACITY ? Is the quality connected with the LACTIC ENDURANCE and the LACTIC POWER at the same time.
May be that my terminology is different from your, so I try to explain me with an example.
I am able running, at 4 mmol, at a speed of 3:10 per km, and when I try to run 600m at my max speed, I can run 1:20.
With this attitude, my type of training can be :

a) What I want slower than 3:40 (till 2:30) : GENERAL RESISTANCE (not specific, also for Marathon)

b) From 1 hr to 1:30 at 3:30 : AEROBIC RESISTANCE (in part specific for Marathon, not specific but general for the other events)

c) From 40:00 to 1:10 at 3:10/3:15 : AEROBIC POWER "1st level" (speed for Marathon, specific for HM, special for 10000m, aerobic support for steeple and 5000m, general for 1500 and 800)

d) Intervals at 105/110 % of the AnT (2:52 > 3:00 per km) using distances between 1000 and 3000m : AEROBIC POWER "2nd level" (speed for Marathon and HM, specific for 10000m, special for 5000 and steeple, aerobic support for 1500 and 800m)

e) 10 / 15 times 600m in 1:36 / 1:38 with short recovery (1:30, for example) : LACTIC ENDURANCE (connected with AEROBIC POWER "2nd level" and LACTIC SPEED ENDURANCE)

f) 6 / 8 times 600m in 1:27 / 1:30 with medium recovery (2:30, for example) : LACTIC SPEED ENDURANCE (connection with LACTIC ENDURANCE and LACTIC CAPACITY)

g) 3 / 4 times 600m in 1:23 rec. 6 / 8 min : LACTIC CAPACITY (connected with LACTIC SPEED ENDURANCE and LACTIC POWER)

h) 1 time 600m in 1:20 (max speed) : LACTIC POWER.

The different speed are connected between, but for every speed you can find the direct support only from the speed immediately slower (for endurance), and from the speed immediately faster (for speed).

So, every speed is a different mean of training. The difference between the old and the modern system, is that in the old we considered only 3 big groups of speed : AEROBIC very slow, developing volume at low intensity, LONG RUN at AnT level, developing endurance at medium intensity, and SPEED ENDURANCE, running short intervals very fast.
Now, we can see that the connection among so far speeds are very little, and is difficult to improve : there is no connection between running 400m in 55.0 and the marathon, but there is also no connection between running 2 hours at 4:00 or 3:45 per km, and 1500m in 3:35.
So, we use now more speeds in training, very close, giving them a different mean. RUNNING AT 3:20 is VERY DIFFERENT from running at 3:10, BUT FOR THE MOST PART OF THE ATHLETES IS HE SAME (Long Fast run at personal sensation).
Running on the track 5 times 3000m in 8:20 for a runner able to do 26:30 in 10000m, is something UNDER RHYTM, but is a SPECIFIC SUPPORT different from long run. When you are able running it, you can run 10 x 1000 no more in 2:42, but in 2:36, for example. SO, THE DIRECT INFLUENCE OF THE SPECIFIC SUPPORT ON THE SPECIFIC TRAINING IS VERY BIG.
So, personally, I don't have care about mmol and the classic ideas of Thresholds, but I look at THE SPECIFIC SUPPORT for every distance.
But at the end of October I can explain better my phylosophy, when I have some more time.
400 m: 49"12
800 m: 1'54"72
1500 m: 3'49"89
3000 m: 8'17"35
3 miles [4828 m]: 13'55"
5000 m: 15'03"69
10 km: 31'33"
Avatar utente
EdoRm
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 229
Iscritto il: 21 mag 2012, 19:25

Re: DISCUSSIONE UFFICIALE: 400/800 che passione (2)

Messaggio da EdoRm »

Ieri sera ho riassunto il bell'intervento di Canova in uno schema concettuale.
Ogni tipologia di allenamento fornisce supporto al tipo di allenamento immediatamente adiacente, rappresentato in tabella dallo sfondo appena più chiaro o appena più scuro.
La periodizzazione si basa su un anno da 2 picchi. Si considera quindi un periodo di preparazione generale di 3 mesi, una preparazione speciale di 1 mese e una preparazione specifica di 1 mese, che dovrebbe combaciare proprio con l'inizio del periodo agonistico di gare sulla distanza obiettivo. Ho usato la stessa terminologia di Canova. Altri potrebbero definire la preparazione speciale come "pre-agonistica" e la specifica come "agonistica".


Immagine
400 m: 49"12
800 m: 1'54"72
1500 m: 3'49"89
3000 m: 8'17"35
3 miles [4828 m]: 13'55"
5000 m: 15'03"69
10 km: 31'33"

Torna a “400/800/1500/3000 - Allenamento”