MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Moderatori: Doriano, fujiko, gambacorta, franchino

Rispondi
Avatar utente
silvyetta
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1225
Iscritto il: 9 gen 2013, 14:59
Località: Collalto -TV-
Contatta:

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da silvyetta » 17 giu 2013, 16:30

Tordg ha scritto:magraid 2013.
La faccio un po' lunga, ma ho trovato lungo.

Ci troviamo a pranzo venerdì Mauro Unalieno, Daniele e io.
Poi via al campo base.
Io e Daniele troviamo posto nella tenda riservata a Marco Olmo e a tre top runners del team xbionic.
Due ragazzi che fanno ultra trail e una ragazza che fa le maratone e le mezze. Invitati da SKY tv, tutte le mattine intervista pre partenza e dopo l'arrivo.
Sento parlare di deserti, di Oman, di Nigeria, di giungle, di migliaia di km percorsi...
Inizio a chiedermi se a sta corsa c'e' gente normale... tapascioni come me...

1a tappa 25 km.
La risposta e' NO.
Tutti i partecipanti portano i segni delle loro conquiste...berretti della 100 km del Sahara, zaini delle precedenti edizioni del magraid, passatore, ricordi della marathon du sable e di altre corse che manco avevo mai sentito...ma lunghissime.
Mi viene spontanea la solita domanda: "ma che caxxo ci faccio io qui in questo desertaccio che al massimo ho fatto 46 km e non ho mai corso 2 giorni di fila e che al caldo sto male?"
La pistola spara e non ho risposta.
Vado molto piano perché 25 km sono tanti, sono stanco del viaggio e non voglio avere le gambe morte il giorno dopo.
Arrivo in 3.09. Tanto tempo ma sto bene, a parte un sasso che ho alzato con una scarpa e mi ha preso esattamente l'osso della caviglia facendola sanguinare e diventare blu. Ghiaccio alla sera. Il percorso non mi e' piaciuto, soprattutto l'infinito argine finale tutto dritto e senza fine.
Primi ritirati.
Serata conviviale e in branda.

2a tappa 55 km
Il regolamento obbligava 1,5 l d'acqua, ne ho portati tre in quattro borracce da 75.
Parto nelle retrovie, fa caldo, ci sono dei rettilinei lunghissimi, non mi piace, si va in prati tagliati che buttano umidità calda e asfalto, voglio il greto, non arriva, se ne assaggia un pezzo, poi di nuovo su stradine di campagna, mi sto rompendo, incontro man mano quelli che si ritirano, voglio arrivare al ristoro del 30 km, ma ho letto male, mi dicono, e' al 33, inizio a guardare l'orologio con i km, passa il 33 e il ristoro non arriva, non ne posso più...
Finalmente il ristoro.
Trovo 5 persone che non continuano.
Trovo un compagno di tenda che ha avuto un calo di pressione ma dice che riparte.
Mi sono rotto le palle.
Mi ritiro.
Tolgo lo zaino, mangio due arance e due banane, mi faccio praticamente una doccia d'acqua gelata con una gomma, mi siedo e mi fumo una sigaretta...
Sto meglio.
Riparto.
Da li e' tutto un superare gente.
Il mio compagno di tenda si ritira al 41.
Con il mio infimo tempo di 9,22 sono 70o, ne lascio dietro trenta oltre a 22 ritirati.
La sera ho un po' di febbre da insolazione ma disinfetto con birra.

3a tappa 20 km
Fa più caldo del giorno prima e non si muove una foglia.
Mi trovo con Mauro prima della partenza che mi dice "ma sai che tutti quelli che conoscevo personalmente o virtualmente si sono ritirati tutti tranne te?"
Mi tocco le palle. :D
Al breafing, poi, alle mie spalle sentivo i click delle foto, mi giro e trovo almeno tre persone che mi dicono di stare fermo...avevo una farfalla appoggiata sullo zaino e tutti a fare foto.
Mauro, incoraggiante come al solito, mi dice: "porta sfiga" :D
Non ricordandomi se le farfalle sono annoverate fra gli psicopompi, tanto per non sbagliare, mi tocco nuovamente le palle.
La terza tappa e' stata per me la più bella, a correre nelle risorgive e tutta nel greto.
La finisco in circa 2,30.

Considerazioni finali.
Avevo male alle caviglie da prima quindi, contro ogni logica, ho corso con delle hoka prese il mercoledì.
Mi e' andata bene. Nessuna vescica e nessun male ai piedi o alle ginocchia.

Molto bello il clima di condivisione del campo base, conosciuto tante persone simpatiche.
Il tipo di corsa comunque non credo faccia per me (magari poi mi ricredo).

Contento di aver rivisto daniele, conosciuto Mauro (sei un grande!) e domenica Silvietta, che ha lanciato il sasso poi si e' solo fatta la tappa più bella...
Prossimo anno ti penso da qualche fresca montagna mentre te la fai tutta... :beer:

Ciao a tutti!!!

P.S. grazie kimmino :beer: prossimo anno ti tocca...


Hei !!! però c'erò!!! non vi ho abbandonati del tutto!!!!!!!!
:wink: contentissima di avervi vistiiii!!!!!!!! e....ora??? che altro sassetto si potrebbe lanciare?!?!?!??!?!?!?
correre con il sorriso! sempre e comunque!
-->keep running<--
Avatar utente
Poderoso 75
Ultramaratoneta
Messaggi: 1137
Iscritto il: 23 apr 2013, 22:10
Località: Provincia di Pisa

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da Poderoso 75 » 18 giu 2013, 9:09

Complimenti a tutti i partecipanti ... ma come cavolo vi viene in mente di fare queste pazzie? :hail: =D> :hail: :thumleft:
Però quasi quasi tra qualche anno ............ :culone: :smoked:
Avatar utente
Albertozan
Top Runner
Messaggi: 7052
Iscritto il: 12 nov 2007, 21:24
Località: Marca Trevigiana

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da Albertozan » 18 giu 2013, 12:05

Conosco i posti e per questo li evito :mrgreen:

Complimenti a tutti indistintamente =D> =D> =D>

Tordg : report esilarante :D :beer: :thumleft:
Avatar utente
savaton
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 524
Iscritto il: 26 nov 2011, 11:02

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da savaton » 18 giu 2013, 12:15

Che dire ragazzi, io ho partecipato solo alla versione "light" della domenica, la discover da 20 km,non avevo di certo 100 km nelle gambe, ma, avendo lettto in giro vari resoconti mi è venuta comunque una gran voglia di provare..
Innanzi tutto vorrei spezzare una lancia a favore di queste gare, il clima è decisamente amichevole, molto di più che nelle gare su strada, anche quando hanno rinviato la partenza della tappa di circa 15' nessuno si è lamentato, anzi.. credo proprio che tutti abbaiano pensato al lavoro disumano che c'è dietro all'organizzazione di una manifestazione del genere, se penso a certe lamentele che si leggono anche sul forum, veramente mi viene da ridere... :pig:
Ma veniamo alla corsa.. sono indeciso se partire o no col camel bak, vivamente consigliato ma non obbligatorio, fortunatamente scelgo di ascoltare quanto suggeritomi dall'organizzazione, e da un gruppo di podisti trovati alla fontana che mi raccontano quanto sia stata dura la tappa del giorno prima, anche se non era difficile da intuire, basta guardare le scottature delle varie persone per capire che il caldo l'ha fatta da padrone..
Ad ogni modo il mitico Marco Olmo spara lo start e in men che non si dica ci ritroviamo sul greto del fiume, paesaggio fantastico, da provare, peccato per il caldo, veramente allucinante, che ti obbliga a bere 3-4 sorsi, ogni km... fortunatamente oltre al ristoro "ufficiale" ce ne sono altri due.. ed i guadi sono un toccasana per rinfrescarsi... Nonostante tutto riesco ad arrivare abbastanza agevolmente al traguardo epiazzarmi intorno al 10° posto della mia gara.. decisamente soddisfacente.
Vorrei però fare i complimenti assolutamente a chi è riuscito a completare TUTTA la corsa, indipendentemente dal tempo, la seconda tappa dev'essere stata qualcosa di assolutamente pazzesco.. COmplimenti ragazzi! :thumleft: :thumleft: :thumleft: :thumleft:
C'era una volta...
- Un re! - diranno subito i miei piccoli lettori.
No, ragazzi, avete sbagliato. C'era una volta un pezzo di legno.
unalieno

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da unalieno » 19 giu 2013, 21:23

dopo qualche giorno che mi è servito per metabolizzare e per rientrare nella routine posso scrivere qualcosa.
la prima cosa che di getto mi viene da dire è: mi manca il campo base, mi manca il magraid, mi manca l'atmosfera che respiravo.
magraid, la corsa più dura che abbia mai fatto ma decisamente quella che mi è entrata più nel cuore. il magraid è l'essenza di quello che io vedo nella corsa, la fatica devastante di quelle tre tappe, la solitudine che si cerca nelle tappe lunghe, e alla fine non sentirsi soli ma in mezzo ad un gruppo di "amici" che condividono con te ogni goccia di sudore per me è impagabile. "amici" si anche se della maggior parte non sapevo il nome, anche se li ho visti tutti per solo 2 sere li chiamo amici perché quando ero in corsa ero certo al 200% che se mi fosse capitato qualcosa nessuno si sarebbe tirato indietro dal darmi una mano, e così avrei fatto io per ognuno di loro.
il magraid ti dà qualcosa in più di una classifica e di un tempo finale, ti fa sentire parte di qualcosa di unico.. bourifa che mi dice 'in bocca al lupo' prima della partenza, marco olmo ( !!! :hail: ) che dopo all'arrivo dell'ultima tappa mi chiede com'è andata!! questo è il magraid.
non dico niente delle tappe perché a parole non si può descrivere cosa voglia dire correre con quel caldo, con quell'umidità, su quel fondo, se lo volete scoprire andateci :wink:, ma il clima del magraid, la gente, è qualcosa di veramente unico. il magraid è una gara unica, è vero che i paesaggi alla fine sono sempre uguali, ma questo è il magraid, devi combattere anche con la noia, devi combattere con i sassi e con il gallo che canta e ti sveglia alle 5 del mattino, con la branda, con la mensa perché mangiare quello che c'è e non quello che vorresti per molti può essere un problema, con il capo del campo che faceva gli annunci tipo comandante in caserma, con i bagni chimici, e con le docce di plastica.
ecco, tutte queste cose mi mancano.
mi spiace per chi non è arrivato in fondo, o per daniele che se n'è andato invece che restare e fare magari solo l'ultima tappa ma comunque lo capisco, spero che abbia la voglia di riprovarci. sono stato contentissimo anche di conoscere Torgd che è una gran persona.

Immagine
Ultima modifica di unalieno il 19 giu 2013, 22:31, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Tordg
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2579
Iscritto il: 12 lug 2012, 0:18
Località: Torino

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da Tordg » 19 giu 2013, 22:08

Condivido tutto.
Ciao grande, ti aspetto ospite a Torino!!!
unalieno

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da unalieno » 21 giu 2013, 9:51

per chi c'era e per chi è curioso di vedere com'era.. copio e incollo dalla newsletter:

"Nella 44. puntata di ICARUS - ALLA RICERCA DEL LIMITE si parlerà di Magraid 2013. Icarus torna nei Magredi per farsi raccontare dai grandi campioni del running la magia della corsa nella steppa, e per vivere con i propri inviati la fatica dei 100 chilometri vissuti in un weekend.
PROGRAMMAZIONE:
Sky Sport 3
Lunedì 24 ore 16.30
Martedì 25 ore 07.00
Mercoledì 26 ore 09.30
Venerdì 28 ore 12.30"
Avatar utente
differentgear
Guru
Messaggi: 2176
Iscritto il: 12 ott 2012, 9:40

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da differentgear » 21 giu 2013, 11:22

:hail: :winner:
Tutti vogliono tutto, per poi accorgersi che è niente.

Immagine
Avatar utente
dade
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 6040
Iscritto il: 10 set 2009, 17:43
Località: La Loggia, Torino
Contatta:

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da dade » 22 giu 2013, 17:30

complimenti davvero a tutti, ieri Tordg ci ha raccontato di persona queste emozioni: davvero tanta ammirazione, pensare di farla e poi farla bhé a prescindere da come siete arrivati siete grandi!! :hail: :hail: :beer:
Avatar utente
passofelpato
Ultramaratoneta
Messaggi: 1966
Iscritto il: 15 gen 2013, 19:44
Località: Rimini

Re: MAGRAID 2013 - Pazza idea?

Messaggio da passofelpato » 22 giu 2013, 19:16

@unalieno complimenti per la gara, sei veramente un grande :hail: :hail: :hail:
Rispondi

Torna a “Correre la prima Ultra”