60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Appuntamenti, esperienze, domande sulle distanze più estreme

Moderatori: franchino, deuterio, runmarco, Mad Shark

Rispondi
Avatar utente
Silvan
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 531
Iscritto il: 26 gen 2013, 18:38

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da Silvan » 25 apr 2018, 23:44

Grazie Rob! Anche se sarebbe difficile insegnarti qualcosa perché hai già una grande esperienza :wink: forse qualcosina per il Passatore :D
1/2 maratona: 1h14'35" - Conegliano 2014
maratona: 2h32'54" - Reggio Emilia 2013
100 km: 7h03'19" - Winschoten WC 2015
altre gare importanti: 4 LUT, 2 UTMB, 3 Passatori, 2 100k WC
prossime: ??
Avatar utente
elenadv
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 713
Iscritto il: 27 nov 2013, 20:25
Località: Parma

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da elenadv » 15 mag 2018, 18:14

Letta ora su queenatletica la notizia della positività di Cristina Pitonzo ad un cortisonico. Sono sicura che sia accidentale, nel senso assunzione con moooolta superficialità di farmaco non a fini di doping, ma cavolo proprio lei che lavora nel campo farmaceutico. Spero sia un errore. Altrimenti sarebbe veramente uno dei casi di positività più assurdi...una farmacista...boh. Cacchio pure i tirocinanti sanno che il betametasone è doping, bastava farsi due calcoli con i tempi di emivita e non risultare positivi in gara. Sono molto perplessa. Anche a me i medici x il mio dolore alla chiappa propongono fiale di cortisone IM e la mia risposta è sempre: Mi tengo il dolore piuttosto che rischiare, facendo gare tutte le settimane.
Capisci di aver compiuto la transizione da tapascione a runner quando riesci a fare le scale a marcia avanti il giorno dopo una maratona (autocit.)
Avatar utente
MarcelloS.
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 20579
Iscritto il: 26 mag 2010, 22:45
Località: Erba (CO) e Arezzo

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da MarcelloS. » 15 mag 2018, 23:12

elenadv ha scritto: a me i medici x il mio dolore alla chiappa propongono fiale di cortisone IM
Questo per me è un punto da non sottovalutare. Un non addetto ai lavori nel campo medico potrebbe fidarsi dei suggerimenti dei dottori. E torniamo al punto che combatto da molti mesi. In Italia manca completamente informazione e cultura riguardo al doping.

Ho letto anche io con molto stupore la news di Cristina, giocandosi la qualificazione mondiale a Seregno (e essendo plausibile un controllo antidoping per i primi, essendo campionato Fidal), mi sembra tutto davvero strano.
PB:
21,097km:1:22:50 ('11) - 42,195km:2:59:49 ('12)
60km:4:58:08 ('13) - 100km:8:57:38 ('18) - 6h:65,963 ('17)
12h:121,724 km ('16): 1°classificato 12h Reggio Emilia
24h:200,920 km ('17)
Nove Colli Finisher 202,4 km ('18)
Maratone:20+1eco - Ultra:58,5
Avatar utente
ico84
Ultramaratoneta
Messaggi: 1225
Iscritto il: 19 gen 2011, 15:57

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da ico84 » 16 mag 2018, 8:55

Ma un cortisone tradotto in performance quanto ti dà di più?
_____________________________________________________________________

my results https://goo.gl/FECbuw
my Strava https://www.strava.com/athletes/25969616
Avatar utente
elenadv
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 713
Iscritto il: 27 nov 2013, 20:25
Località: Parma

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da elenadv » 16 mag 2018, 9:30

Il fatto è che una farmacista lo SA sicuramente che il cortisonico non è concesso. Io se ho male 1. Non faccio 100km, 2. se ci provo e non ce la faccio mi fermo (vedi il suddetto Seregno) 3. Se proprio devo usare qualcosa uso antinfiammatori non steroidei, meno efficaci ma consentiti. I cortisonici presi una tantum (non in cronico) fanno sentire molto meno la fatica. In termini di aumento di performance non danno vantaggio nel senso che se al max vai ai 5min/km non diventi piu veloce, ma se non senti la fatica cio in una 100 km ti da un indubbio vantaggio, oltre al fatto che ti tolgono il dolore che avevi. Io proprio non capisco come una persona che sa di essere sottoposta ad antidoping scelga di prendere un cortisonico sapendo cosa è (ti assicuro che una farmacista lo sa che è doping). Io a Seregno non ho preso neanche FANS, avevo dolore da 2 settimane, me la sono giocata senza scorciatoie e mi sono dovuta fermare. Bisogna accettare che non sempre si può avere quello che si vuole e ricorrere a mezzi non leciti non è ammissibile ne accettabile. Lo so sono rigida, ma sono coerente.
Capisci di aver compiuto la transizione da tapascione a runner quando riesci a fare le scale a marcia avanti il giorno dopo una maratona (autocit.)
Avatar utente
Claudietta791
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2789
Iscritto il: 27 lug 2014, 12:23
Località: Milano - Torino

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da Claudietta791 » 16 mag 2018, 9:38

una persona che sa di essere sottoposta ad antidoping

Magari spera di non essere sottoposta.
Quoto Elena in tutto.
This girl can.
Avatar utente
Frecciadelcarretto
Guru
Utente donatore
Messaggi: 3916
Iscritto il: 4 ott 2013, 5:41
Località: Brescia

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da Frecciadelcarretto » 16 mag 2018, 9:45

@ico per quel che puo' valere, ho preso, per problemi di mezz'età (acuiti probabilmente dal D- :mrgreen: ), del beclometasone 3 mg in supposte, a partire dal giorno dopo la BAM (dovevo iniziare 4 gg prima ma il dettaglio DOPING sulla scatola non mi e' sfuggito :asd2: ), per 19 giorni di fila: Ebbene, a parte la seduta del venerdi successivo, se non ricordo male un 18k con tanta CM in cui effettivamente mi sembrava di far meno fatica, non ho avvertito miglioramenti strani, anzi e' subentrata dopo 1 wk una leggera sonnolenza e fino ai 10 gg la sensazione di avere i tda "caldi".

Ho dovuto poi sospendere la cura per un fastidioso effetto collaterale, mi sono spuntati come funghi nel giro di 2 gg CINQUE peli incarniti sulle cosce :azz:
Dai monti al mare ed altri racconti li vedi qui http://quaglia69.wordpress.com

43h51'32" un sogno diventato realtà :cool:

2019: BAM, GRPT 98, Sudtiroler 121??
Avatar utente
crop74
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 10352
Iscritto il: 28 giu 2010, 14:52
Località: Berna, Svizzera

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da crop74 » 16 mag 2018, 9:50

elenadv ha scritto:Bisogna accettare che non sempre si può avere quello che si vuole e ricorrere a mezzi non leciti non è ammissibile ne accettabile. Lo so sono rigida, ma sono coerente.
=D>
Le mie maratone:
2010:Coast to Coast 2011:Berlino 2014:Zurigo, Biel, Jungfrau, Losanna, Firenze 2017:Terre Verdiane, Milano, Jungfrau, Parma, Losanna 2018: white marble, Boston

Best: 26.02.2017 Terre Verdiane 3h09'31"

Strava
Avatar utente
Frecciadelcarretto
Guru
Utente donatore
Messaggi: 3916
Iscritto il: 4 ott 2013, 5:41
Località: Brescia

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da Frecciadelcarretto » 16 mag 2018, 10:07

@lenadv quindi confermi che l'effetto dopante si ha a breve termine?
Non a caso allora UTMB, oltre al normale codice WADA, ha nel regolamento una postilla piu' restrittiva in materia (punto 3):


Immagine
Dai monti al mare ed altri racconti li vedi qui http://quaglia69.wordpress.com

43h51'32" un sogno diventato realtà :cool:

2019: BAM, GRPT 98, Sudtiroler 121??
Avatar utente
elenadv
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 713
Iscritto il: 27 nov 2013, 20:25
Località: Parma

Re: 60 e 100 Km di Seregno (MB) - 15/04/2018

Messaggio da elenadv » 16 mag 2018, 10:21

Freccia...19 gg sono un periodo in cui gli effetti collaterali possono già risultare piu evidenti dei vantaggi, per questo ho specificato non in cronico. Comunque il cortisolo (cortisonico endogeno) aumenta durante le competizioni come meccanismo fisiologico di adattamento allo stress, madre natura stessa dice che i cortisonici aiutano ad affrontare la fatica. I fans non aiutano e infatti come antiinfiammatori NON sono vietati. Io immagino che l'assunzione non sia stata fatta col fine di migliorare la performance, ma solo per alleviare il dolore, anzi ne sono quasi certa, ma cio non toglie che è vietato. E comunque ti assicuro che molti runners in terapia cortisonica magari x allergie sentono meno la fatica, non è effetto placebo, ha basi fisiologiche. Non voglio crocifiggere Cristina ma a mio parere, facendo il lavoro che fa e sapendo quello che sa ha fatto una enorme cazzata e mi dispiace sinceramente per lei, perché è forte e non ha bisogno di aiutini. Probabilmente la stessa frustrazione che ho provato io prima di Seregno sapendo di non poter esprimere la mia corsa appieno e la consapevolezza del rischio elevato di non finire la gara l'ha portata all'errore. Ma non si può sempre appellarsi al "ma tanto che vantaggio ne ho?". È doping, punto.
Capisci di aver compiuto la transizione da tapascione a runner quando riesci a fare le scale a marcia avanti il giorno dopo una maratona (autocit.)
Rispondi

Torna a “Ultramaratona”