La discesa

Esperienze, discussioni, consigli, annessi e (s)connessi per la corsa off road

Moderatori: Doriano, fujiko, franchino

Avatar utente
jenga
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 3142
Iscritto il: 4 ago 2011, 15:05
Località: Villa d'Ogna, BG
Contatta:

La discesa

Messaggioda jenga » 17 giu 2013, 13:36

Come si allena la discesa? Non tanto la corsa, ma più che altro "l'occhio"...
So che è una domanda da un miliardo, ma in discesa trail (sentiero, radici, sassi...) sono veramente un bradipo.
Oltre a macinare km anche in discesa, c'è qualche esercizio che si può fare?
A parte un po' di fifa, mi accorgo proprio che metto i piedi dove NON andrebbero messi...
Io corro con: Nike Zoom Pegasus 32 - Asics Fuji Trabuco 3 - Garmin Forerunner 630
Immagine Immagine

Avatar utente
Lightwolf
Ultramaratoneta
Messaggi: 1742
Iscritto il: 10 ott 2010, 14:29
Località: Vicino Belluno

Re: La discesa

Messaggioda Lightwolf » 17 giu 2013, 13:42

Ti segnalo un link dove potrai trovare le risposte che cerchi, si tratta di un articolo/intervista a Lucio Fregona che tutt'ora è un grande discesista, da lui ho imparato moltissimo, migliorando notevolmente la mia tecnica :wink:
http://www.corsainmontagna.it/notizie/n ... io-fregona
C'è quel momento magico durante la corsa, quando i piedi sono entrambi sollevati da terra,
è una frazione di secondo magari ma per me vale tutto lo sforzo fatto...

Non ho idoli. Ammiro il duro lavoro, la dedizione e la competenza. (A.S.)

Avatar utente
Semper79
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 627
Iscritto il: 27 mag 2011, 14:30
Località: Lizzola (BG)

Re: La discesa

Messaggioda Semper79 » 17 giu 2013, 13:44

C'era anche un bellissimo intervento credo di Mauri1965...che se trovo....
Igor ma ti stai dando al trail adesso???
Ciao Lightwolf tutto bene? :D

Ciaoooooo

Avatar utente
Lightwolf
Ultramaratoneta
Messaggi: 1742
Iscritto il: 10 ott 2010, 14:29
Località: Vicino Belluno

Re: La discesa

Messaggioda Lightwolf » 17 giu 2013, 13:51

Riporto anche un aarticolo interessante scritto, se non ricordo male, dal buon Gabydicorsa
CORRERE IN DISCESA

La discesa...."croce e delizia" del corridore in natura, c'è chi afferma che discesisti si nasce, probabilmente è così, però ciò non toglie che con la giusta tecnica e qualche esercizio specifico, si possa migliorare decisamente.

Lo scopo di quanto segue, non serve essenzialmente per farvi correre veloci, anche se la velocità ne beneficierà, bensì a farvi correre in sicurezza, perché un approccio sbagliato può essere fonte d’infortuni anche seri.

Spesso sento dire:

” In discesa ho paura."
” Scivolo sempre."
” Odio le discese."
” Le discese mi fanno venire male alle ginocchia"
” Prendo sempre delle storte"

Si tratta sicuramente di sacrosanta verità, ma quanto tempo dedichiamo a prepararci alla corsa in discesa, non mi è mai capitato di sentire qualcuno che nel suo programma di allenamento inserisca degli allenamenti specifici per migliorare la corsa in discesa, ovvio che poi quando ci si trova sul campo le difficoltà emergono in toto.

Innanzitutto è importante l'approccio, la discesa deve essere aggredita, non dobbiamo subirla, se pensiamo a quando affrontiamo una salita, ci accorgiamo che ci proiettiamo in avanti a testa bassa e spingiamo, mentre se ci tocca percorrere una discesa tendenzialmente ci proiettiamo indietro e freniamo, soluzione migliore per perdere aderenza e scivolare.
Per evitare di scivolare o comunque non avere il perfetto controllo in discesa l'approccio deve essere simile alla salita, dobbiamo portare il corpo con l'inclinazione in avanti, essere sciolti, possibilmente mai a gambe tese, quindi baricentro basso con gambe attive come se fossero due ammortizzatori.
Per questo è necessario allenarsi, perché se vogliamo che le nostre gambe sopportino lunghe discese ammortizzando ogni passo, necessitano di abitudine.

Per abituarsi, consiglio soprattutto ai principianti o a chi a particolare difficoltà, di dedicare una seduta a settimana alla corsa in discesa, ricercando non la massima velocità, ma la migliore fluidità, quindi cercare una discesa su sentiero un po' tecnica, su un tratto di 400/500 mt, provare a scendere sciolti, ma aggredendo la discesa, ammortizzare molto con le gambe, all'inizio anche esagerando un po', fino a trovare la giusta taratura degli "ammortizzatori"....ops delle gambe.

Dopo aver trovato la giusta posizione e la giusta fluidità, scendete su qualche discesa più ripida o più tecnica, per esempio con pietre, scalini, curve, foglie ecc..
Le difficoltà che incontrerete saranno maggiori, ma anche qui usando la testa, naturalmente non sbattendola a terra, ma per studiare la linea di corsa migliore, quella che permette di essere sempre in vantaggio su quello che ci si pone davanti e quindi di poterlo superare.
Per individuare la giusta traiettoria, lo sguardo non si posa più vicino ai piedi, ma una decina di metri più avanti, per vedere eventuali svolte, ostacoli, salti ecc..
Individuati gli ostacoli e decisa la linea di percorrenza, cosa che avviene automaticamente in qualche millesimo di secondo, non dovremo farci prendere dalla paura e seguire l'istinto che ci porterebbe a tendere la gamba anteriore in modo rigido, appoggiando il tallone a terra col peso tutto indietro, bensì dovrete sfruttare quelli che a prima vista sembrano ostacoli, per curvare, frenare, saltare, deviare.
Questo può avvenire solo se le gambe si appoggiano sull'ostacolo e lo sfruttano a dovere, quindi se state scendendo e vedete una curva stretta su sentiero, sfruttate il bordo esterno della curva ed appoggiateci la gamba che fletterà ammortizzando per poi distendersi nella direzione corretta, stessa cosa sulle pietre, individuate le pietre più solide e appoggiateci la gamba non rigida pronta a distendersi per spingervi su un altro appoggio nel caso la pietra si sposti.

Il vantaggio di utilizzare le gambe come ammortizzatori, Vi preserverà anche da eventuali distorsioni della caviglia, poiché se la gamba non è tesa e rigida, ma flessa e dinamica, percepirà immediatamente il cedimento del terreno sottostante, con il corpo proiettato in avanti sarà semplicissimo acconsentire al leggero scivolamento salvo poi portare il peso subito sull'altra gamba, inoltre nel primo caso, la gamba tesa tenderà a scivolare e voi presi dalla paura di cadere irrigidirete ulteriormente la stessa, ma anche tutto il corpo ed a quel punto sarete seduti per terra.

Per coloro che partecipano a gare di corsa in montagna, ricordo che a volte in discesa sì perdono molti più minuti che non in salita, quindi vale la pena dedicare delle sedute d’allenamento anche alla discesa.

Il dolore alle gambe, che si manifesta da 12 a 48 ore dopo la corsa in discesa, è denominato DOMS, è credenza popolare che sia dovuto all'acido lattico, ma non è così, esso è causato dal lavoro eccentrico della muscolatura non abituata a questo tipo di corsa (altro buon motivo per allenarsi a correre in discesa), si tratta di un dolore a volte anche molto intenso
che ci costringe a scendere le scale come i gamberi, sparisce da solo in 48 ore, di solito non si ripresenta se usiamo l'accortezza di percorrere ogni tanto dei tratti in discesa, giacché si verifica un adattamento del muscolo al tipo di sollecitazione.

E da qualche parte c'era ance qualcosa di Teomat se lo trovo lo posto :nonzo:

@Semper Ciao Semper come stai? tutto ok spero, io non mi lamento, ho appena rimediato un infortunio e il primo ritiro in una competizione proprio nel tratto finale di una discesa tecnica :mrgreen: ma per il resto tutto bene :mrgreen:
C'è quel momento magico durante la corsa, quando i piedi sono entrambi sollevati da terra,
è una frazione di secondo magari ma per me vale tutto lo sforzo fatto...

Non ho idoli. Ammiro il duro lavoro, la dedizione e la competenza. (A.S.)

Avatar utente
Semper79
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 627
Iscritto il: 27 mag 2011, 14:30
Località: Lizzola (BG)

Re: La discesa

Messaggioda Semper79 » 17 giu 2013, 14:00

Ciao Light, benino, sto rientrando in questi giorni dalla tristemente famosa bandelletta...stavo aumentando un pò troppo i km, mi spiace per il tuo infortunio, spero nulla di serio!

Scusa l'OT Igor, si Teomat mi sembra avesse postato anche un link di un video dei vari discesisti, o forse eri tu Light ad averlo postato?...

Ciao

Avatar utente
Semper79
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 627
Iscritto il: 27 mag 2011, 14:30
Località: Lizzola (BG)

Re: La discesa

Messaggioda Semper79 » 17 giu 2013, 14:04

Guarda qui:

viewtopic.php?f=98&t=10603&start=270

Eri tu su un post di Teo...

ps
fa scompisciare! A parte l'ultimo che mette tutti in riga...

Avatar utente
Semper79
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 627
Iscritto il: 27 mag 2011, 14:30
Località: Lizzola (BG)

Re: La discesa

Messaggioda Semper79 » 17 giu 2013, 14:12

Igor di che non ti voglio bene.... :smoked:

viewtopic.php?f=28&t=4464&hilit=KIYwB4EbbJE

Avatar utente
SAVIO75
Guru
Messaggi: 2126
Iscritto il: 8 dic 2011, 16:24
Località: Bari Sud

Re: La discesa

Messaggioda SAVIO75 » 17 giu 2013, 14:36

Conosco uno dei nuovi MOD che è buon discesista... :-"
"è importante lavorare assaporando il gusto di ciò che fai... il sacrificio passa inossertato se fai le cose con slancio ed entusiasmo.” (Alex Zanardi)

NEXT: ...

Avatar utente
jenga
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 3142
Iscritto il: 4 ago 2011, 15:05
Località: Villa d'Ogna, BG
Contatta:

Re: La discesa

Messaggioda jenga » 17 giu 2013, 14:50



ecco, nel video a 32 secondi... praticamente sono io...

Semper79 ha scritto:Igor ma ti stai dando al trail adesso???

un po... insomma dai, non andare per sentieri dalle nostre parti è un crimine!
anche se mi limito a qualche giro con pochi D+, ma dopo che mio nipote mi ha visto e mi ha detto che in discesa faccio :bleargh: mi sono un po' scocciato...
adesso scatta il duello, quindi mi devo allenare!

Lightwolf ha scritto:Ti segnalo un link

Grazie Lightwolf, sia per il link che per l'articolo. Ci guardo con calma :study: e poi vado giù per il sentiero del Coca...
Io corro con: Nike Zoom Pegasus 32 - Asics Fuji Trabuco 3 - Garmin Forerunner 630
Immagine Immagine

Avatar utente
Semper79
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 627
Iscritto il: 27 mag 2011, 14:30
Località: Lizzola (BG)

Re: La discesa

Messaggioda Semper79 » 17 giu 2013, 15:09

jenga ha scritto:
ecco, nel video a 32 secondi... praticamente sono io...

Meglio che dei primi del video dai :wink:

jenga ha scritto:un po... insomma dai, non andare per sentieri dalle nostre parti è un crimine!


Ebbravo...

jenga ha scritto:adesso scatta il duello, quindi mi devo allenare!

Duello? http://www.youtube.com/watch?v=9MT-AxUjmFA :D

Ciaoooooooooo


Torna a “Off Road - Allenamento”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite