[Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, Andybike, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1665
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da d1ego » 9 set 2016, 22:57

Mb70 ma secondo te è muscolare o organico?
Vabbé, alla fine che me frega? Tanto allenamento e cross training con un occhio alla core stability li faccio comunque.
Anche oggi sul tapis roulant ha provato a farsi sentire ma l'allenamento era troppo poco tirato per dare veramente fastidio.
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1665
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Anemia

Messaggio da d1ego » 10 set 2016, 13:27

Stamattina sono andato a donare il sangue e mi hanno trovato l'emoglobina a 12.5. A luglio era 13.2 e recentemente avevo preso anche dei blandi integratori. Sono sempre stato scarsino nelle prove con l'emocromo (13.5 +/- 0.5) ma a 12.5 non ci ero mai arrivato.
Della correttezza della dieta sono abbastanza sicuro... Penso che sia effetto dell'allenamento, dovrò compensare in qualche modo.
Avatar utente
mb70
Top Runner
Messaggi: 9402
Iscritto il: 17 feb 2013, 20:59
Località: lucca

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da mb70 » 10 set 2016, 14:18

D1ego sarà dovuto a tanti fattori insieme.
Anche tu come nel mio caso emoglobina bassa...io dovrò verificare dopo la maratona quali sono i livelli. Per ora sto facendo minima integrazione con prodotto da banco.
9/2014 10K 50'51"
10/2014 Mezza di Arezzo 1h53'53''
10/2015 Munchen Marathon 4h46''
08/2018 ricostruzione lca
10/2019 5k 24'28"
Meglio correre il rischio di non farcela che rimpiangere di non aver avuto il coraggio
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1665
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da d1ego » 14 set 2016, 8:54

Sono soddisfatto di come sta procedendo il mio allenamento. Sono soddisfatto di come sta procedendo la mia vita in generale. L'anno scorso più o meno di questi tempi ero probabilmente in uno dei periodi peggiori della mia vita. È incredibile come cambino le cose in un anno, senza che di fatto non cambi nulla di oggettivo, è cambiato soltanto il mio modo di vedere alcune cose :-)
Tornando alla corsa, sono maturate due importanti novità.
Ho scelto un "allenatore di riferimento": Jack Daniels. Mi piacciono Massini, Pizzolato e tanti altri ma leggendo Running Formula e soprattutto guardando i suoi video ho sentito il desiderio di "affiliarmi".
Ho definito un piano di allenamento, che, in apparente contraddizione con quanto appena detto, non è uno dei piani di Jack Daniels ma è autocostruito sulla base di quelli proposti da FIRST, Massini, JD, Valter Sasso, My ASICS ed altri. Questo per vari motivi che meritano una spiegazione approfondita.
Avatar utente
zeromaratone
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 5036
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da zeromaratone » 14 set 2016, 10:10

Con quale obiettivo Diego ?
Dal 2014:14 maratone Tokyo,Londra,Chicago, Berlino,New York, PB:Pisa18 3:58:42,+1 ultra;
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/yagnjave +Da 0 a 42: Preparare prima maratona https://tinyurl.com/ycn2sljz
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1665
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da d1ego » 14 set 2016, 15:24

Bella domanda, Luciano. E’ una domanda che bisognerebbe farsi ogni tanto e fare alle persone cui si vuole bene.
Primo obiettivo, la salute. Non a caso l’ho messo nel titolo del Diario. Ce l’avevo chiaro all'inizio e mi impegno a mantenerlo centrale anche se a volte mi distraggo un po’.
Ed approfitto per lanciare una provocazione ai miei 3 lettori (di certo non al Luciano, che lo sa bene)… Che cosa è la salute?
E’ possibile definirla soltanto dicendo che è l’assenza di malattie? Ed allora che cos'è la malattia?

Secondo obiettivo: gare e prestazioni. Prima di tutto anticipo l’eventuale obiezione: non è in antitesi con il primo. Per diversi motivi che non ho voglia di esplicitare qui.
A fine agosto mi ero riproposto di fare la mezza maratona di villa Pamphili il 18 Dicembre. Non so se manterrò quell'obiettivo, per diversi motivi. Uno è che, essendomi iscritto ad una società, vorrei attenermi alle gare “sociali”; in più nel municipio in cui vivo (Roma X) è stato indetto un “trofeo” a punti che incentiva a partecipare alle gare “locali”, con l’unica eccezione forse della maratona di Roma. Le prossime due gare sono 10km e l’unica mezza prevista dal trofeo X in corsa (http://www.trofeo.decimoincorsa.it/, vero @prefontaine), è la Roma-Ostia, il 12 Marzo. In più me l’hanno sconsigliata come prima mezza maratona perché con molti saliscendi. Non so, forse la faccio lo stesso come “allenamento”, primo lungo per la Roma-Ostia.
Non posso neppure mettere la Roma-Ostia come obiettivo perché non so quanto correrò tra fine Dicembre e tutto Febbraio: le giornate si accorciano, la mattina presto fa freddo e magari piove e vorrei dedicare alcuni fine settimana alla montagna (soprattutto sci da fondo, innevamento permettendo) e poi abbiamo in programma la settimana bianca familiare proprio a cavallo tra febbraio e marzo. Probabilmente riesco a correre almeno una volta a settimana ed a fare una seduta di ellittica o tappeto (oltre ad un paio di sedute di circuito) e quindi potrei fare la Roma-Ostia di nuovo come allenamento lungo per una mezza da fare bene ad Aprile/Maggio. A Giugno mi piacerebbe fare la Cortina-Dobbiaco.
La maratona di Roma, il 2 Aprile, non credo abbia senso farla come allenamento (di cosa?). Me la godrò da spettatore, rimandando il debutto (eventuale, eventualissimo!) in una maratona a Novembre 2017. Se salute e motivazione si mantengono buoni.
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Messaggi: 1252
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da Pescanoce » 14 set 2016, 17:21

Ciao d1ego! Come terza lettrice del tuo blog (ma dai, sono sicura che ce ne sono molti di più!) accolgo la tua provocazione... Il tema mi stuzzica e cercherò di tenermi a bada e di non fare la filosofona, visto che non ne sarei capace :afraid: . Allora, dal poco che ne so, effettivamente non esiste una definizione comunemente accettata di salute. Certo da un po' di tempo la concezione "in negativo" di salute come assenza di malattia è vista come troppo limitante. Nel 1946 l'OMS nel suo Protocollo di costituzione ha dato questa definizione: "la salute è uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale, e non solo l'assenza di malattia o infermità". L'obiettivo è dunque un benessere totale. Un libro che avevo letto commenta così questa definizione: "la promozione della salute è ben più che rimozione dei danni patogeni o il ripristino di una ideale normalità psicofisica, ma è promozione di condizioni di vita che permettano alla persona il conseguimento di un pieno benessere psichico, fisico e relazionale. Se la salute è una realtà globale, essa non può essere compito della sola medicina, ma vede la medicina e le politiche sanitarie integrate all'interno di scelte politiche di più ampio respiro".
Tutto bello e vero, ma chi di noi può dire di essere, o addirittura di essere mai stato in un COMPLETO benessere fisico, psichico e sociale? Questo concetto di salute viene appunto criticato e considerato superato perché utopico. E da questa utopiza diventa difficile ricavare indicazioni concrete su come tutelarla e promuoverla, questa salute. Questo è tanto più vero in quei paesi e in quelle fasce di popolazione in cui persino il sostentamento quotidiano è difficile da ottenere: per tali categorie l'idea di completo benessere sembra quasi una presa in giro.
Facendo un'impegnativa e approfonditissima ricerca, e cioè mettendo su google "definizione di salute" :mrgreen: ho trovato questo articolo, che trovo interessante http://www.psychiatryonline.it/node/5605
Chissà se Zero ci dice la sua opinione in proposito, mi interesserebbe...

Scusa la divagazione :hail: e torniamo a noi: da quanto leggo mi sembra che hai molto chiari i tuoi obiettivi! E di sicuro goderti la corsa senza ansie di strafare aiuta a stare bene, fisicamente, psicologicamente e socialmente, tanto per fare contenti l'OMS :D io sono una novizia, ma mi sembra un ottimo modo per socializzare e allargare un po' il giro delle conoscenze, oltre che per scaricare le tensioni ed evitare la sedentarietà sfrenata!
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1665
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da d1ego » 14 set 2016, 17:42

Però "salute = benessere" è una tautologia. Allora definisci "benessere".
Chi è Zero? Non credo sia uno dei 3 lettori di questo diario.
Edit. Pardon, zeromaratone,certo... Evidentemente non mi viene di associarlo allo zero :wink:
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Messaggi: 1252
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da Pescanoce » 14 set 2016, 19:09

Non sono sicura che benessere e salute siano sinonimi. La mia ricerca diventa sempre più approfondita, questa volta sono andata su Wikipedia, lol, :thumleft: che cito

Anche nel rapporto della Commissione Salute dell'Osservatorio europeo su sistemi e politiche per la salute[1] (a cui partecipa il distaccamento europeo dell'OMS) è stata proposta definizione di benessere come "lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale di ben-essere che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società". Come si legge nel Rapporto, tutti e cinque gli aspetti sono importanti, ma ancora più importante è che questi siano tra loro equilibrati per consentire agli individui di migliorare il loro benessere.

Mi piace il concetto di potenziale personale: perché tiene conto delle differenze di ognuno, e quindi anche partendo da condizioni non di salute fisica, benessere è il raggiungimento di una condizione il più vicino possibile alla migliore condizione possibile. Es: un diabetico è certo malato, ma può stare bene, essere nel maggior benessere possibile a lui: e quindi, parlando meramente del fisico, non avere picchi di glicemia, complicanze secondarie ecc.

Sempre la voce Wiki menziona la piramide di Maslow. Ci sarebbe tanto più benessere quanti più bisogni vengono soddisfatti; o meglio: la base sono le condizioni minime necessarie, il vertice indica invece una piena realizzazione di sé, del proprio potenziale, dei propri obiettivi...

Immagine
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1665
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: [Diario] corro per la salute - ipertensione ed altro

Messaggio da d1ego » 16 set 2016, 18:32

Sideremia 66
Transferrina 232
Sideremia 99
Percentuale di saturazione transferrina 20%.
Tutto normale.
Io: perché l'emoglobina è scesa da 13.2 a 12.5 (soglia anemia) in due mesi?
L'ematologa: dipende dalla corsa, succede spesso.
Vi risulta? Ai muscoli serve più ossigeno e diminuisce la concentrazione della sostanza che lo trasporta?
Rispondi

Torna a “Storie di corsa”