L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Discussioni sui vari tipi di appoggio e stile di corsa

Moderatore: F-lu

Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 50
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

drego85 ha scritto:
8 ott 2019, 22:53
Iniziò a seguire la discussione perché vorrei provare di curare la mia tecnica aumentando la cadenza (attualmente oscillo tra i 150/160) e perché no provare di evitare l’appoggio di tallone.

Questo video https://www.youtube.com/watch?v=7jrnj-7YKZE estratto di una ricerca scientifica non credo sia stato fino ad ora condiviso, dimostra come un appoggio di tallone rallenti il podista per una frazione di secondi.
Se puoi leggi anche il libro di Lieberman, molto molto interessante.
Avatar utente
Utente donatore
drego85
Maratoneta
Messaggi: 287
Iscritto il: 9 mar 2017, 11:48
Località: Bologna

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da drego85 »

Questo: The Story of the Human Body: Evolution, Health and Disease ?
Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 50
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

ubald ha scritto:
16 apr 2019, 18:17
anche le one sono supermorbide, infatti mi sono beccato una pubalgia perchè in una lunghissimo collinare per preparazione trail (40 km) ho aperto la strada ad una pubalgia, determinata dal fatto che da stanco avevo la possibilità di appoggiare di tallone. E corro con minimal spinte, sandali inclusi, dal 2013.
Quindi, ripeto, sì ad altra ma non come scarpa da cui iniziare e, inoltre, sì ad altra (e solo con le più basse possibili) ma non come scarpa unica, piuttosto come scarpa da inserire nella rotazione per far riposare piedi, caviglie e tendine d'achille, eventualmente stressati dai lunghi stradali.

Devo dire che anche io non mi sono trovato benissimo con le altra One, ottime come pianta larga e drop 0 ma troppo "gommose" con una risposta lenta...ho preferito per esempio le Altra Vanish, anche se quelle hanno il problema della durata ( si sono praticamente distrutte sia sopra che sotto).
Ho comprato poi le Topo St2, sicuramente più reattive e durature.
Anni fa trovai su ebay le minimus newbalance, secondo me le migliori per iniziare, purtroppo non si trovano facilmente ora.
Avatar utente
gomitolo
Mezzofondista
Messaggi: 50
Iscritto il: 22 apr 2012, 13:38

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da gomitolo »

drego85 ha scritto:
13 nov 2019, 10:40
Questo: The Story of the Human Body: Evolution, Health and Disease ?
si, c'è anche in italiano.
Avatar utente
Utente donatore
EvaK
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 985
Iscritto il: 6 feb 2017, 8:56

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da EvaK »

Rispolvero il tipic per tornare in tema frequenza/falcata.
Circa un anno e mezzo fa ho fatto un lavoro fai da te per ridurre l’ampiezza del passo e rivedere la postura, perché errori tecnici mi avevano portato ad infiammare i tendini degli Ischia-crurali.
Onestamente però non facevo caso prima di allora al parametro della frequenza.

Attualmente noto che ho una frequenza molto alta anche nel lento, almeno 180 (lento a 4’40” -45” su per giù ).
Se alzo il ritmo dal medio al veloce (Tipo ripetute sui 1000 a 3’45”) giro intorno ai 200. Mi viene naturale così e mi chiedo se non sia troppo.
Diciamo che la nota positiva è che i miei tendini ischio-crurali adesso godono di ottima salute.
Può dipendere questo dalla statura ? Sono alta 1,60 e certamente il mio passo è più corto di un uomo alto 1,80. Ma dato che si parla solo di frequenza e mai di rapporto frequenza/altezza forse l’altezza non conta?
1500 m 5' 16'' - 22.06.2017 5000 m 19:20.67 Trento 18.07.2017
21km 1:26:48 Cangrande Half Marathon 19.11.2017
Maratona: 3h11'23'' Ravenna, 11/11/2018
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 5622
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da shaitan »

Sicuramente una persona più alta avrà naturalmente una falcata maggiore e cadenza minore a parità di velocità rispetto a uno più basso.

200 su un ritmo 5k diciamo è sicuramente alta. Ma nemmeno estrema se pensi che Cheptegei ha fatto il record a 190
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
morfeo68
Top Runner
Messaggi: 8475
Iscritto il: 4 dic 2008, 12:07
Località: Parma

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da morfeo68 »

Ultima modifica di morfeo68 il 30 ago 2020, 21:48, modificato 1 volta in totale.
10 K strada 25/X/15 37'57"
10 K pista 23/IX/15 38'27"
21 K strada 8/XI/15 1h24'01"
30k strada 05/VI/16 2h32'58''
1.80 m x 68 Kg
Avatar utente
The Observer
Guru
Messaggi: 3579
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da The Observer »

articolo molto interessante in merito: https://www.sciencedaily.com/releases/2 ... 112612.htm.

Riguardo quello che chiedevi, @EvaK,
"Height influenced it [cadence] a little bit, but even people who were the same height had an enormous amount of variability."
L'autore, Geoff Burns, ha pubblicato parecchio sull'argomento. Vedi anche https://www.outsideonline.com/2377976/s ... ng-cadence, che è un po' in contraddizione con la paper citata sopra, dimostrando che la questione cadenza non è ancora del tutto chiara:
Among the individual variables they measured—height, weight, age, and years of experience—only height had any significant influence on cadence. It makes sense that at any given pace taller people should have longer strides (and thus a lower cadence) than shorter people, though some advocates of a universal cadence of 180 steps per minute dispute that. In the new study, every additional inch of height was associated with a decrease of just over 3 steps per minute in cadence. That means someone who is 6 feet tall would typically take about 18 fewer steps per minute than someone who is 5’6”. That’s actually a bigger difference than you’d expect from biomechanical principles, which predict that stride length should be roughly proportional to the square root of leg length. But it confirms the general principle: tall people take longer steps.
E ancora:
previous studies have produced mixed results on this, with some evidence suggesting that cadence and height are linked more strongly in elite runners than in recreational runners.
Per concludere, non mi pare ci siano elementi per dire che la tua cadenza sia troppo elevata, anche se impossibile dire se sia la più efficiente.
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava
Avatar utente
Morgana70
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 654
Iscritto il: 5 ago 2015, 17:06
Località: Poirino

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da Morgana70 »

Buongiorno, dovrei essere nel post giusto. Corricchio da poco, sono pesantina e piedipiatti, e il mio massimo al momento è 7.5 km. in un'ora ad una velocità vergognosa di 8.15'.
Ora ho una nuova paranoia: l'appoggio del piede. Mi sono imbattuta in un tot di video su youtube che spiegano comesideveappoggiareilpiede e stamattina ho fatto caso a come appoggio. Temo di essere una di quelle che "corre come cammina" cioè appoggia il tallone anziché l'avampiede. Ho cercato di correggere ma non è un movimento naturale, mi fanno malissimo le gambe. :nonzo: :nonzo: Poi mi manca del tutto il "richiamo" della gamba, ma andando piano e con passettini di 75 cm. è davvero impossibile. Significa che mi farò malissimo? Perché a sentire l'esperto la corsa con appoggio "di tallone" farebbe malissimo, oltre a essere brutta. A parte l'estetica - che sarà brutta da vedere la mia corsa ma chissenefrega - rischio di farmi male? allo stato, con le mie scarpe stabili (Asics Gt 200 8) non ho fastidi di sorta a ginocchia, anche, caviglie ecc. Che devo fare? Me ne frego e corro come mi viene? O devo trovare qualcuno che mi spieghi come si appoggia bene?
“The pain of running relieves the pain of living.” – Jacqueline Simon Gunn
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 5622
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: L'efficienza Tecnica - Appoggio & Rullata

Messaggio da shaitan »

Morgana70 ha scritto:
31 ago 2020, 14:19
Che devo fare? Me ne frego e corro come mi viene?
dal mio punto di vista sì... Corri come ti viene naturale. Se questo non ti crea problemi non c'è alcuna ragione per cambiarlo, in special modo se, al contrario, forzando un appoggio diverso provi dolore.

Il richiamo della gamba etc son cose che arrivano a determinate velocità. Forzarle fine a sé stesse è un inutile spreco di energie. Io ho un accenno di richiamo dai ritmi del miglio in giù (che per me significa da 3.30/km).

Che poi è quello che mi ha detto il mio allenatore quando gli ho girato dei miei video di corsa: "falcata corta ma per avere una bella falcata con la tua altezza dovresti almeno fare i 10km in 35' e al momento non mi pare proprio il caso... pensa ad allenarti e a diventare più veloce, di conseguenza sarai più bello, qualunque cosa significhi" :smoked: :smoked: :smoked:
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)

Torna a “Biomeccanica”