[DISCUSSIONE UFFICIALE] Ernia discale e sciatalgia.

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

Rispondi
ara2003gorn
Novellino
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 ott 2010, 11:29

[DISCUSSIONE UFFICIALE] Ernia discale e sciatalgia.

Messaggio da ara2003gorn » 5 nov 2010, 15:04

Ciao a tutti voi,
volevo confrontarmi sulla tematica in oggetto dal momento che da parecchio tempo ormai mi sta condizionando molto nella pratica della corsa.
Premetto che corro dal 1997 ed ho ottenuto discreti risultati sino al 2005 quando ha iniziato a manifestarsi un dolore (col passare del tempo divenuto cronico) paragonabile all'infiammazione del nervo sciatico.
All'inizio ho tentato di cavarmela col riposo ma ad ogni ripresa il dolore si ri-manifestava più o meno uguale a prima.
Quest'anno, dopo anni di sofferenze ho deciso di indagare meglio...prima avevo paura di sentirmi dire quello che poi puntualmente si è verificato...ossia protursione discale, ernia del disco, anche se non acuta fortunatamente.
Sono andato da un posturologo osteopata che mi tiene in cura da Luglio con manipolazioni, stretching (da fare a casa tutti i giorni) e terapia ad aria compressa (consiste in piccole pompette che pompano aria su tutta una serie di parti del corpo che posturalmente non stanno bene). All'inizio ho fatto trattamenti abbastanza ravvicinati ora vado una volta ogni tre settimane ed ho ricominciato a correre un po'...
Va meglio, questo è un dato di fatto, nel senso che avverto meno fastidio di prima e riesco a gestire meglio il dopo-corsa, proprio perchè questi esercizi di allungamento mi stanno facendo bene (ho inserito anche una volta alla settimana un'ora e mezzo di Yoga posturale) alle anche ed alla muscolatura dei polpacci, dei femorali e dei glutei in generale.
Il problema è che però il dolore non scompare del tutto ed io passo ahimè da stati d'animo positivi (quando mi sento meglio) a stati d'animo più negativi (quando ad esempio come ieri sera, la gamba destra tira dietro e fa malino appena superata la mezz'ora di corsa...) con tutto quello che ne deriva, ossia un vero e proprio rodimento di zibidei....
Non riesco a gestire bene la questione, nel senso che non prendo in mano un programma per praparare gare perchè sono sicuro che non riuscirei a gestire gli allenamenti da fare...ed inoltre non riesco a forzare come vorrei quando vorrei..
Alle volte penso che ci voglia pazienza e che alla fine ne uscirò bene, ma certe volte mi prende lo sconforto al punto tale da non prendere più neanche in considerazione la terapia ed i consigli del medico (tipo plantari, apparecchio per i denti per migliorare la postura(!) e tavoletta oscillante per potenziare caviglie e muscolatura, nonchè lo stesso yoga posturale).
Mi vedo come un leone abbattuto, uno che di testa fa la maratona in 3 ore scarse e poi scende in campo e si muove a 6 a km per i dolori...più o meno acuti.
Ribadisco che il dolore parte da sotto lo scroto per intenderci e si espande sul retro coscia (a volte l'anca) sino a metà della stessa...è il tipico dolore della sciatica appunto.
Ho deciso di prendere delle Asics Nimbus a breve per cercare qualcosa di meglio dal punto di vista degli pneumatici...ma non vi nascondo che a volte vorrei tenermi in tasca i soldi e lasciar perdere..è lo scoramento.
Chiedo a qualche esperto o a chi ha avuto problemi simili come ha fatto a gestirli e, soprattutto, se è meglio smettere di correre (cosa che spesso consigliano i medici non corridori...).
Gli esercizi di stretching sono i classici della posturale:
1) caviglia destra su ginocchio sinistro (e viceversa) e tirare a se la gamba (si allunga il femorale destro e viceversa)
2) pianta del piede su scalino e tiri il polpaccio
3) gambe al muro leggermente piegate con piede a martello e spingere dai glutei (per la schiena)
4) tirare il quatricipite (carponi) col braccio opposto da dietro con l'altro braccio appoggiato al terreno
5) gamba accavallata sull'altra e schiena dritta allungare l'anca della gamba accavallata spingendo col palmo della mano sul ginocchio
6) pallina da tennis sotto la pianta del piede (arco plantare)

Il dolore è sordo e presente quasi costantemente, si accentua (non costantemente) quando corro ed ovviamente se forzo...
Questo è tutto!

Accetto consigli, dritte, aiuti... :hail: :hail: :hail:
Avatar utente
luczan
Maratoneta
Messaggi: 250
Iscritto il: 7 giu 2009, 15:12
Località: Trento

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da luczan » 5 nov 2010, 16:58

Nel 2007 ho ripreso a correre seriamente dopo una pausa di 8-9 anni e nel 2008 soffrendo di forte mal di schiena ho fatto la risonanza magnetica.
Mi è stata diagnosticata una marcata protusione discale L5-S1 con interessamento del sacco durale e forte degenerazione del disco stesso.
Non mi sono perso d'animo e non ho accettato di rinunciare alla corsa: a periodi uso la panca ad inversione e pratico dello yoga posturale.
L'inizio è stato assolutamente doloroso ed ho impiegato quasi un anno e mezzo solo per stare un pò meglio, ma non ho mai mollato.
Ho fatto esercizi e corso anche se sentivo male ed ho imparato che questo è un male latente, subdolo che mi accompagnerà tutta la vita e con cui dovrò convivere e rispettare.

Lato positivo: La schiena mi ha obbligato a cambiare completamente tecnica di corsa migliorando in modo eccezionale la rullata e la tecnica di corsa.

Ora a quasi 49 anni ho fatto il personale in maratona (3h07m29) correndo con delle A2 e soffro poco o niente alla schiena. Riesco addirittura a correre con delle A1.

Quello che ti voglio dire è che tutto è possibile e assolutamente di non perderti d'animo e di volerti bene.

Saluti.
"Anything is possible if you work hard"
PB mezza maratona: 1h25m06s Garda Half Marathon 2011
PB maratona: 3h03m27s - LakeGarda Marathon 2011
Avatar utente
fisioandrea
Guru
Messaggi: 2652
Iscritto il: 14 feb 2010, 17:48

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da fisioandrea » 5 nov 2010, 23:27

difficile risponderti se non ci dici la protrusione a che livello si trova e se non ci dici di più sui sintomi (quando viene il mal di schiena, meglio opeggio da seduto, passa camminando, aumenta in macchina etc etc)

In linea di massima la posturale non serve a molto (oggi mi sento generoso), bene le manipolazioni se sei in fase acuta ma se sei cronico servono a pochissimo.

La lombalgia si risolve nel 99,99999999999% dei casi ma bisogna sapere esattamente il motivo che la ha scatenata, che hai un'ernia non ci interessa molto.

Se mi spieghi meglio i sintomi e la storia del tuo mal di schiena ti posso aiutare ma così è impossibile.
ara2003gorn
Novellino
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 ott 2010, 11:29

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da ara2003gorn » 9 nov 2010, 14:04

Premesso che la terapia che faccio è quella che ho descritto ossia aria compressa sui muscoli "troppo corti e stressati" delle gambe e ginnastica posturale rivolta alle anche ed agli stessi muscoli, la storia del mal di schiena è la seguente.

Nel 2005 mentre correvo ho avvertito dei dolori sotto la natica destra, ho pensato che fosse un problema muscolare e l'ho trattato esattamente per quello che pensavo che era.
Riposo e tens, ed ho ripreso a correre.
Il dolore piano piano si è rifatto vivo purtroppo e si manifestava (anche ora) stando anche seduto in macchina ad esempio (specie quando poi mi alzo per scendere la fitta si sente eccome).
Ci ho convissuto per anni, alternando riposo a corsa, ma pian pianino il mio allenamento nonchè la forma fisica ne ha profondamente risentito sino a costringermi la scorsa estate a mettermi nelle mani di un posturologo.
Dagli esami mi è stato riscontrato il problema classico L5 S1 quello che hanno tutti mi è stato detto, quello con cui dover convivere...
Il dolore/fastidio va meglio da quando faccio soprattutto stretching, perchè è ovvio che dopo aver fatto terapia il dolore svanisce, ma è un palliativo perchè non cura, ed io lo so, è solo un esercizio per imparare a fare poi da solo a casa.
Sono circa 3 mesi che faccio stretching da solo specie alle anche (colpite da poca mobilità) e la fase acuta del dolore sembra passata, ma è pr vero che il problema della macchina persiste e che basta un allenamento serio per ritrovarmi più o meno nelle stesse condizioni di prima.
Mi è stato detto di non mollare perchè gli effetti della posturale si vedono parecchio tempo dopo, anche anni dopo...mi è stato detto che un plantare potrebbe aiutare ma non risolvere...mi è stato detto che cambiare la postura non è facile ma ci si deve provare, mi è stato detto che fare yoga aiuta...
Fatto sta che se io oggi corro dopo 30' avverto fastidio/dolore che parte da sotto la natica destra e si irradia (meno di una volta) verso il muscolo femorale della gamba destra, spesso mi parte esattamente dall'attaccatura dello scroto e la fine dell'ano per intenderci....e si irradia.
Sinceramente non so cosa aggiungere per farti capire meglio, eventualmente fammi delle domande tu.
Il fisiatra in visita mi ha detto che il problema deriva dall'estrema NON elasticità della muscolatura delle gambe, non riesco ad allungarle, a strtcharle per bene.
E le anche non sono elastiche come dovrebbero.
Il dolore è sciatico-muscolare.

Ciao e grazie ancora per tutto... :salut:
Avatar utente
gabe
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 189
Iscritto il: 11 ott 2010, 9:46
Località: Cesena

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da gabe » 9 nov 2010, 23:16

Anch'io soffro degli stessi sintomi. Il tutto e' iniziato una decina di giorni prima della mia ultima maratona
Dall'RM che ho eseguito e' emersa una discopatia L5-S1. Il dolore ora , a distanza di un mese , e' piuttosto intenso e aumenta quando guido, quando sto seduto e appena mi alzo. Il dolore e' localizzato quasi al centro del gluteo dx e si irradia lungo la gamba fino al polpaccio.
Ho iniziato un ciclo di Tecarterapia. Il fiosioterapista propende per una infiammazione al muscolo piriforme che aumentando di volume "strozza"il nervo sciatico. La discopatia potrebbe fuorviare la diagnosi e magari l'ho sempre avuta. Per capire se e' un problema di piriforme esistono delle posizioni da assumere ben definite nella letteratura medica.
Aggiungo anche che in coincidenza del punto di maggior dolore tramite eco mi e' stato rilevato un fibrolipoma cioè una piccola pallina di grasso di due cm che a breve asporterò e che potrebbe essere il motivo dell'infiammazione del piriforme
Sono all'inizio della terapia ( tecar + massaggi ) per cui non posso ancora dire se risulterà efficace o meno. Vi aggiorno quanto prima
10/10/10 Lake Gard Marathon:03:47:58
19/05/13 StraRimini 2013 (21K): 01:41:00
09/03/14 Attraverso Cesenatico (10K): 00:45:45
Avatar utente
Läufer
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 161
Iscritto il: 1 giu 2008, 1:56
Località: Torino

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da Läufer » 10 nov 2010, 0:02

Ciao, conosco bene il problema. Io sono stato prima colpito da una lombalgia acuta e poi aggredito da una sciatica fastidiosissima, appena prima della scorsa estate. Doloro diffuso alla gamba dx 24h su 24.
Diagnosi dell'ortopedico fatta con una visita generale e le classiche manovre sulle gambe (alza, incrocia, ecc) di protrusione discale L4/L5, poi confermata pienamente dalla RM lombosacrale.
Dolore cronico, mi era impossibile correre.
Cura: stop alla corsa di 3 mesi, ma assolutamente non fermarsi. Passare alla bicicletta (ad alcuni sembra strano, ma mi disse cosi') + nuoto. Nessuna ginnastica posturale, fisioterapia ecc almeno in una prima fase (mi disse che si sarebbe passato a quello in caso di insuccesso della prima fase).
Poi terapia a base di antinfiammatori cortisonici (in dosi relativamente basse) + Leninerv (un integratore a base di acido alfa-lipoico). A me ha risolto (dopo circa 60 gg), ma non saprei quanto sia stato casuale e quanto sia dipeso dalla terapia. Non so se durerà o meno.
Ora ho ripreso a correre, in modo progressivo, prima 3 poi 5 e adesso 10 km. Speriamo bene.
ara2003gorn
Novellino
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 ott 2010, 11:29

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da ara2003gorn » 10 nov 2010, 10:27

Innanzitutto grazie per le risposte.
Veniamo al punto: io ho fatto solo una lastra, la risonanza è inutile, almeno questo è quello che mi hanno detto sia il fisiatra che il posturologo.
Non solo, mi hanno anche detto di non prendere farmaci cortisonici ne tantomeno antinfiammatori, dal momento che fanno solo male...
Ho preso solo dell'Arnica in pillole (omeopatica) che cmq ha fatto effetto.
Ieri sera ad esempio ho corso un 40ina di minuti con pochissimo fastidio, poi solito stretching mirato per gambe ed anche ed oggi sto leggermente meglio del solito, ma il fastidio c'è, ossia non passa definitivamente come detto già molte volte.
Il sospetto di una strozzatura del nervo derivante da problemi al piriforme c'ho pensato, solo che non so che esami fare per capire bene sto problema.
La protusione o ernia che sia, non credo sia l'unica responsabile di questi fastidi...o almeno è una mia impressione, magari c'è, ma il dolore secondo me potrebbe essere proprio derivato da qualcosa che strozza perchè mi aumenta quando corro, specie se forzo e poi rimane cronico e latente dopo, ma sempre a scendere di intensità...come se si sgonfiasse qualcosa, e cmq è strano che la schiena, intesa come tale, non mi da mai problemi seri..solo a volte qualche indolensimento...roba che chi ha un'ernia spesso è bloccato proprio sui lombi..
Il 19 Novembre ho un'altra seduta dall'osteopata per la terapia, ma vorrei chiedergli qualche alternativa proprio per capire meglio che succede lì dentro...
Sul discorso piriforme o altro devo fare RM o basta una Eco?
Grazie ancora.
ara2003gorn
Novellino
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 ott 2010, 11:29

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da ara2003gorn » 10 nov 2010, 10:35

Per quanto riguarda la Tecar ho letto che non fa bene...io vorrei cercare di risolvere il tutto in maniera più che naturale, non prendetemi per matto, ma io credo pochissimo all'utilità di terapie aggressive ed invasive, per scelta di vita e per aver letto parecchio a riguardo, penso sempre che il nostro corpo possa avere tutto per ovviare a qualsiasi problema, certo dipende sempre dalla gravità e dall'intensità del problema, mi pare ovvio.
Nel mio caso, nonostante siano ormai 5 anni che soffro del fastidio in questione, probabilmente mi sono mosso tardi per capire bene il problema, per questo ad oggi ancora non sono convinto che sia solo un discorso di ernia o protusione che sia. Ricordo che il dolore lo avvertii mentre correvo e sembrava davvero un problema muscolare, quindi penso che potrebbe anche trattarsi magari di una lesione mal curata dal sottoscritto e trascurata al punto tale da trasformarsi in qualcosa di cronico, che ogni volta che sforzo (anche la guida per certi versi è uno sforzo) si fa sentire, più o meno a seconda dell'intensità dello sforzo stesso...
Ciao.
Avatar utente
svitol
Mezzofondista
Messaggi: 96
Iscritto il: 24 ago 2009, 14:32
Località: Montecchio Emilia (RE)

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da svitol » 10 nov 2010, 11:29

io vorrei cercare di risolvere il tutto in maniera più che naturale, non prendetemi per matto, ma io credo pochissimo all'utilità di terapie aggressive ed invasive, per scelta di vita e per aver letto parecchio a riguardo, penso sempre che il nostro corpo possa avere tutto per ovviare a qualsiasi problema, certo dipende sempre dalla gravità e dall'intensità del problema, mi pare ovvio.
Ognuno fa quello che vuole ovviamente, ma a questo punto ti devi chiedere se vuoi veramente guarire o no, se il livello di fastidio per te è tollerabile o no.

Io avevo una discopatia e sciatalgia connessa. Ho preso anti-infiammatori e fatto fisioterapia. Ora sto meglio, non benissimo ma molto molto meglio. I fastidi sono ampiamente tollerabili. Anzi posso dire che uno dei motivi principali per cui corro è quelo di mantenere il peso ad un livello sopportabile dalle mie vertebre. Ai tempi in cui avevo male, il dolore era così forte che avrei fatto qualsiasi cosa pur di guarire e di ritornare a muovermi. Non ho avuto quindi esitazioni. Sinceramente non credo che il cortisone preso per una settimana sia il male assoluto. Ma ovviamente ognuno è libero di pensare e credere quello che vuole.
Un grosso in bocca al lupo.
:D
--
svitol
ara2003gorn
Novellino
Messaggi: 17
Iscritto il: 27 ott 2010, 11:29

Re: Protusione discale e sciatalgia.

Messaggio da ara2003gorn » 10 nov 2010, 12:04

Grazie, io cmq non sono mai stato male da non muovermi, sennò non avrei potuto correre col dolore per anni...diciamo che non sono così convinto che questo "tiraggio" della gamba con relativo coinvolgimento del nervo sciatico sia NON curabile definitivamente, perchè io il dolore ce l'ho mentre corro soprattutto...e quando forzo...dopo c'è un post-corsa gestibile con lo stretching prolungato.
Mi chiedo però come mai indipendentemente dalla corsa mi da fastidio in auto dopo un po' che guido (stesso punto) ed anche se non ho corso...sembrerebbe che è da lì che hanno detto che potrebbe essere appunto una protusione che sbatte sul nervo sciatico, se così fosse non c'è rimedio se non quello degli antidolorifici oltre a tutto il resto che ho già ampiamente descritto nei post precedenti.
Non si guarisce sembra.
Rispondi

Torna a “Infortuni e terapie”