correre appena svegli: e la benzina ?

Discussioni su alimentazione, diete ed integratori

Moderatori: F-lu, runningmamy

Rispondi
Avatar utente
bnvale
Mezzofondista
Messaggi: 74
Iscritto il: 11 feb 2015, 1:09

correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da bnvale » 11 set 2015, 11:52

Ciao, mi capita ogni tanto di fare corsetta mattutina a stomaco vuoto o max un caffè ma i ritmi sono più blandi e la tenuta è breve....
Ora sto preparando una mezza e ho una tabella da rispettare, cio significa che devo tenere determinati ritmi per tempi anche molto lunghi e, non sempre riesco ad allenarmi in serata (con sebatoio pieno).....Spesso mi capita di dover affrontare 90 minuti di corsa alle 6.30 del mattino ma come faccio ? visto che se faccio colazione poi devo aspettare circa 2 orette prima di partire ? che mi consigliate? GRAZIE
Città = Rimini (RN)
Gare = 21K Strarimini - 2015 - Rimini - 1h : 58' : 5"
Gare = 16K RiminiMarathon - 2016 - Rimini - 1h : 19' : 40"
Gare = 21K Strarimini - 2016 - Rimini - 1h : 43' : 39"
PB 10K = 00:49:09
Avatar utente
ummira
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 846
Iscritto il: 13 apr 2010, 23:37
Località: Marsala

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da ummira » 11 set 2015, 14:49

Una buona cena con del riso o patate... io almeno faccio così e sono apposto fino a 35km di autonomia.
In generale comunque è buona norma una corretta alimentazione sempre, in modo da avere sempre il giusto carico di carboidrati.
Avatar utente
franchino
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 8663
Iscritto il: 14 gen 2008, 11:36
Località: Turin
Contatta:

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da franchino » 11 set 2015, 15:37

nessun problema bnvale, al mattino se ti alimenti bene alla sera parti tranquillamente con i serbatoi pieni durante la notte l'organismo consuma poco. Al massimo ti puoi portare un gel nel LL ma a livello energetico non serve
Avatar utente
simoc7
Ultramaratoneta
Messaggi: 1953
Iscritto il: 21 apr 2014, 11:31
Località: Spinetoli (AP)

Re: R: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da simoc7 » 11 set 2015, 15:51

Concordo, è questione d'abitudine, più mentale che fisica secondo me

Buone corse! :beer:
Avatar utente
leolinux
Maratoneta
Messaggi: 431
Iscritto il: 2 mag 2015, 9:31
Località: Ronco B. (MB)

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da leolinux » 11 set 2015, 16:40

Una persona, dopo aver digerito l'ultimo pasto, ha nei muscoli (è un po' nel fegato) glicogeno per circa 2000kcal. Se pesa 70kg ha una autonomia di circa 2000/70 = 28.5 km (il famoso muro ....).
Quindi la colazione è necessaria solo in pochi casi.


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
SM55
21k 1h38'32" - Vittuone - 10/02/2019
42k 3h45'57" - Reggio Emilia - 09/12/2018
Strava
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Utente donatore
Messaggi: 4897
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da zeromaratone » 11 set 2015, 16:45

leolinux ha scritto: Quindi la colazione è necessaria solo in pochi casi.
Anzi, meglio non farla proprio...che poi sta lì a vagare nello stomaco :asd2:
Dal 2014:13 maratone Tokyo,Londra,Chicago, Berlino,New York, PB:Pisa18 3:58:42,+1 ultra;
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/yagnjave +Da 0 a 42: Preparare prima maratona https://tinyurl.com/ycn2sljz
Avatar utente
deuterio
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 4067
Iscritto il: 8 ott 2010, 12:03
Località: Modena

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da deuterio » 11 set 2015, 17:01

Da non dimenticare nemmeno i grassi come fonte "alternativa" nonchè sterminata di kcal. Il difficile è imparare ad utilizzarli fin da subito, e ciò avviene con allenamenti mirati e con adattamenti nel corso degli anni.
Per ciò che mi riguarda io esco tassativamente la mattina a stomaco vuoto, al limite con un gel di emergenza nei lunghissimi in caso di crisi (da tenere a mente il detto "i grassi bruciano al fuoco degli zuccheri").
Ciò mi è bastato per lunghissimi fino a 50 km, non è detto che possa valere per tutti, inizia a provare un po' alla volta ed a sperimentare, col tempo e con l'esperienza bnvale capirai cos'è meglio per te! :salut:
"Quando la sorte ti è contraria e mancato ti è il successo, smetti di far castelli in aria e va a piangere sul..."
Avatar utente
ReMo
Guru
Messaggi: 3004
Iscritto il: 31 mag 2012, 17:05

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da ReMo » 11 set 2015, 17:07

Tutto agosto ed inizio settembre ho corso la mattina tra le 6.30 e le 7.00 senza mai fare colazione; non volontà ma per necessità. Non ho notato nessuna differenza sui ritmi.
Avatar utente
Leoxgiusti
Guru
Messaggi: 4546
Iscritto il: 31 ago 2012, 15:41

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da Leoxgiusti » 11 set 2015, 17:13

Sono d'accordo con quel che è stato appena detto dai più esperti. Anche stamani sono uscito presto (6:30 circa) praticamente a digiuno, giusto due biscotti secchi smangiucchiati mentre mi preparavo, più per conforto "psicologico" che per reale necessità.
Nessun problema sui ritmi tenuti. Oggi 18 km, mercoledi 24 alla stessa ora, niente problemi :thumleft:

Inviato dal mio G7-L01 utilizzando Tapatalk
5k: 21'15" (25/01/2014, allenamento)
10k: 42'11" (13/3/2016, La...strapazza)
21K: 1h29'56" (18/12/2016, Pisa (Half) Marathon)
42k: 3h22'58" (27/11/2016 XXXIII Firenze Marathon)

http://connect.garmin.com/profile/leoxrunner
Avatar utente
mb70
Top Runner
Messaggi: 9373
Iscritto il: 17 feb 2013, 20:59
Località: lucca

Re: correre appena svegli: e la benzina ?

Messaggio da mb70 » 11 set 2015, 17:53

Esco da due anni prevalentemente al mattino appena sveglio rigorosamente a digiuno, prendo solo un caffè con un cucchiaino di miele per svegliarmi e fare un pitstop, alla lunga insegna al metabolismo a utlizzare da subito una buona frazione di grassi. Le scorte di glicogeno sono sufficienti per correre 90'.
9/2014 10K 50'51"
10/2014 Mezza di Arezzo 1h53'53''
10/2015 Munchen Marathon 4h46''
08/2018 ricostruzione lca
09/2019 5k 24'42"
Meglio correre il rischio di non farcela che rimpiangere di non aver avuto il coraggio
Rispondi

Torna a “Alimentazione e integrazione”